• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Intervista all'autore emergente Un caffè con Sonia Vela


La rubrica del martedì, curata dall'autrice Silvia Pattarini, per farvi conoscere gli scrittori esordienti italiani. 
Se sei un autore emergente per un'intervista personalizzata.  È gradita l'iscrizione al blog. 


L'INTERVISTA

Ciao Sonia, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una cioccolata calda o… cosa preferisci?
Ciao Silvia, grazie del caffè, va benissimo macchiato! Sono molto lieta di essere stata invitata al Caffè letterario de Gli scrittori della porta accanto. Complimenti per il blog e congratulazioni per la nuova rubrica!

Grazie! Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Sonia nella vita di tutti i giorni?
Beh, sono una persona che ama leggere, scrivere, creare. Ho molti hobbies e un vizio che non riesco a lasciarmi dietro.. la cacao dipendenza, infatti, pensandoci, vorrei una cioccolata calda! Scherzi a parte, lavoro nei servizi per l’impiego, ma da quando ero alle elementari sogno di fare la scrittrice..

Come è nata la tua passione per la scrittura? Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
Come ti dicevo, la passione per la scrittura è nata tanto tempo fa, non tantissimo però, ho 29 anni in fondo! A sei anni ho creato il mio primo libro fatto di disegni e qualche frase che raccontava la favola di una bambina indiana con la sua faretra in spalla e beh.. dovrei rileggerla per continuare a descrivervela! Credo che non esista uno scrittore “neutro” che possa dire di non essere stato influenzato da altri autori.. Potrei quasi spingermi a dire che siamo quello che leggiamo poiché ogni lettura, ogni libro è un dono, una finestra su un mondo che non conoscevamo e che possiamo scegliere se amare o odiare. La letteratura del Novecento mi ha accompagnata per tanti anni, ultimamente leggo spesso titoli contemporanei.


Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato: come sei approdata alla tua 0111 Edizioni? Raccontaci la tua esperienza.
Ho sempre scritto con l’intenzione, un giorno, di pubblicare. Tuttavia non avevo mai terminato un’opera fino a che, con la maternità, non si è scatenata in me una vena creativa mai conquistata prima e ho terminato due titoli iniziati un po’ di tempo addietro. Così qualche mese fa, una volta ultimato il mio romanzo noir “Notte di luna”, che ho dedicato a mio figlio, nato da poco, ho iniziato a spedirlo alle case editrici. Per una mia scelta personale, ho scartato tutte le proposte di case editrici cosiddette “a pagamento” e dopo pochi mesi è giunta finalmente la risposta della Zerounoundici che ha deciso di puntare sul mio titolo e di investirvi. Così è nata la mia prima personale avventura letteraria..

La pubblicazione del proprio libro è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Quando hai saputo che un editore era interessato a pubblicarlo, cosa hai provato? Ora cosa ti aspetti? Lo vedi come un obiettivo raggiunto o come un punto di partenza per nuovi progetti?
Quando ho ricevuto la proposta contrattuale della Zerounoundici il mio entusiasmo è esploso propagandosi un po’ ovunque! La pubblicazione di “Notte di luna” che sarà in libreria dal 30 gennaio c.a. è sia un obiettivo raggiunto, un traguardo, un sogno realizzato che un punto di partenza per la Sonia scrittrice che non smette mai di fare nuovi progetti. Mi sto impegnando per la promozione della mia opera, sto scrivendo un nuovo romanzo attendendo i momenti di ispirazione che mi regalano ogni tanto qualche pagina nuova di quello che un domani mi auguro sarà un nuovo titolo da pubblicare..

Il tuo romanzo “Notte di luna” è in prossima uscita a fine gennaio e, mi risulta che, da autrice, blogger intraprendente e determinata quale sei, stai organizzando un blog-tour per il lancio del tuo libro. Vuoi spiegarci in cosa consiste? 
Certamente! Premetto che il mio blog www.streganuova.altervista.org è dedicato agli scrittori esordienti per cui ha ospitato blog tour, interviste e schede letterarie di autori emergenti allo scopo di promuoverli sul web. Avendo modo di partecipare a blog tour di vario tipo, ho pensato di distaccarmi un po’ dai modelli standard con i quali gli scrittori sono soliti proporsi tentando di dilatare l’attenzione sul mio romanzo lungo un lasso di tempo più lungo: è nato così il mio Super Blog Tour partito il 15 gennaio scorso con l’anteprima di “Notte di luna”. Il tour prevede una tappa mensile, fissata per ogni 15 del mese, e durerà per tutto il 2015. Per ogni tappa ci sarà un’estrazione attraverso la quale si vincerà un segnalibro fatto a mano da me. Un premio simbolico che richiama la lettura e il suo valore. I temi variano a seconda delle tappe per esplorare vari aspetti del mio romanzo noir. Ci sarà un Super Giveaway finale, il 22 dicembre prossimo, per festeggiare con i partecipanti al tour l’anno passato insieme e il giorno della nascita della protagonista del mio libro, il solstizio d’inverno.

Davvero un’iniziativa ben studiata e organizzata, i miei personali complimenti!
Raccontami in breve la trama, incuriosisci i nostri lettori ma senza svelare troppo!
Uno scheletro, un’indagine, una leggenda, una strega. Dei misteri che si svelano col tempo e con lo zelo di una giornalista che tenta di scoprire i dettagli di un delitto avvenuto circa trecento anni prima e che finisce con lo scoprire se stessa. Visioni, incantesimi, alterazioni di coscienza, libri delle ombre e donne tremendamente reali. “Notte di luna” è storia di donne, di streghe e di creatività, di potenziali da scoprire, di una visione del mondo da ribaltare e ristrutturare. E’ un noir perché il mistero e il giallo si fondono con una rivelazione. E’ la personalità della protagonista a svelarsi a mano a mano che l’indagine va avanti. Mi auguro che questo “svelamento” possa trovare la sua risonanza empatica nel lettore facendo leva su quel bisogno di rispecchiamento che accomuna ogni essere umano.

A me hai convinto! Sicuramente sarò una tua lettrice!
La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
Dubitavo molto degli e-book. Il cartaceo ha un fascino intramontabile, ma bisogna guardare sempre oltre l’orizzonte e pensare ai vantaggi che a lungo termine il digitale potrà offrire. Il profumo di un buon libro non può essere sostituito con un monitor, ma l’e-book può essere trasportato facilmente, sfogliato con una mano, è economico e ecologico. Insomma, amo la carta, ma do anche il benvenuto al cyber libro!

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso o ambizioni particolari?
Come ti dicevo, ho sempre scritto, sto lavorando a un nuovo titolo e continuerò a lavorare su altri romanzi all’infinito. Per le ambizioni, un mio piccolo grande sogno si è già realizzato con la prima pubblicazione, ora non resta che sondare la risonanza che essa avrà sul pubblico. Sognare non costa nulla e sperare che “Notte di luna” abbia successo è un miraggio che voglio concedermi di osservare, anche se ancora da lontano!

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Il libro è acquistabile in prestampa sul sito della casa editrice. Dal 30 sarà disponibile online su varie piattaforme tra cui Amazon e in libreria.

Sonia ti ringrazio tantissimo per essere stata con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!
Grazie mille a te Silvia e al team de "Gli scrittori della porta accanto", per il caffè, la cioccolata calda e per il tempo dedicatomi. E’ stata una piacevole chiacchierata.
Ah, dimenticavo.. crepi il lupo!




Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

Breaking News

Dal nostro archivio

La Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, per dire basta alle spose bambine, una rivoluzione (arancione) necessaria, di Stefania Bergo

Oggi si celebra in tutto il mondo la V Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze . Una giornata di sensibilizzazione, per il d...