• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Intervista all'autore emergente Un caffè con Patrizia Berti



La rubrica del martedì, curata dalle autrici Silvia Pattarini ed Elena Genero Santoro
per farvi conoscere gli scrittori esordienti italiani, le nuove promesse del panorama letterario. 
Se sei un autore emergente Contattaci per un'intervista personalizzata. 


L'INTERVISTA

Ciao Patrizia, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una cioccolata calda o… cosa preferisci?
Ciao Silvia, grazie a te per avermi ospitato al tuo “Caffè letterario” dato che è virtuale, accetto volentieri una cioccolata fumante extra fondente, questo è l'unico sistema per non prendere nemmeno un grammo di peso.

Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Patrizia nella vita di tutti i giorni?
Sono una donna “vintage” ormai, una donna che lavora, madre di due figlie adulte con le quali ho un rapporto assolutamente splendido. Si può dire che anche loro sono state responsabili di questa mia avventura.

Come è nata la tua passione per la scrittura? Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
La mia passione è nata in età adolescenziale. All'epoca ricordo perfettamente che scrivevo poesie e ciò accadeva in principal modo durante i miei momenti di crisi dati dall'età. Più ero triste e più la mia vena poetica esplodeva prorompente, il culmine lo raggiunsi con la morte di mio padre. Di Amalia Liana Cambiasi Negretti Odescalchi, quando ero dodicenne o poco più (a voi scoprirne lo pseudonimo), avevo l'intera collezione. In seguito Nora Roberts e Jackie Collins per poi arrivare alla Steel e Sveva Casati Modignani che formarono il mio stile. Ricordo bene che nei primi anni '70 uscì il primo romanzo di Stephen King, Carrie e fu subito mio. Quando Ira Levin uscì con Rosmary's baby, era il '68 ed ero ancora molto giovane, ma appena potei lo lessi tutto d'un fiato, anche se per la paura, lo feci “spalle al muro”.


Quali sono i generi letterari che preferisci leggere e quali, invece, preferisci scrivere?
Per ciò che riguarda la lettura non limito i confini, leggo attratta dalla copertina, dall'incipit, insomma leggo e basta. Diversa cosa è la scrittura, il mio stile è il romance.

Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato: come sei approdata/o alla tua 0111 Edizioni? Raccontaci la tua esperienza.
Innanzi tutto ci tengo a dire che le cartelle del mio romanzo sono rimaste chiuse in un cassetto per vent'anni. Solo in seguito alla conoscenza dello scrittore Luca Gubellini che volle leggerne alcune e insistette perché lo riadattassi ai giorni nostri e spedissi il manoscritto alle varie CE, mi convinsi che forse qualcosa avrei potuto fare, sostenuta dalle mie figlie e dal mio compagno. Inizialmente spedivo i manoscritti completi, poi decisi che avrei inviato solo tramite email. Da lì a poco mi rispose la 0111 Edizioni, il libro venne pubblicato alla fine di novembre del 2013 ed eccomi qua.

La pubblicazione del proprio libro è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Quando hai saputo che un editore era interessato a pubblicarlo, cosa hai provato? Ora cosa ti aspetti? Lo vedi come un obiettivo raggiunto o come un punto di partenza per nuovi progetti?
Ovviamente lo scopo di uno scrittore è appunto quello di trovare una CE che creda in lui. Avevo ricevuto, come tutti credo, offerte da editori che richiedevano un contributo all'autore ma queste cose, come il self plublishing, non rientravano per nulla nei miei interessi. Piuttosto avrei rimesso il manoscritto esattamente là da dove lo avevo riesumato. In quei giorni non facevo altro che controllare la cassetta delle lettere e la casella di posta elettronica, ma credo di non dire nulla di nuovo, sono cose che ogni esordiente prova. Ero ben consapevole d'altronde che non sarebbe cambiato nulla, come per tutte le cose sono convinta che si debba avere una buona dose di fortuna. Infatti in commercio si possono trovare libri che, seppur abbiano scalato le classifiche, tra le loro righe non si nascondono certamente storie mirabolanti o scritti eccellenti. Per ciò che mi riguarda, scrivere un libro, se per uno scrittore affermato è la logica conclusione di una fatica che alla fine premia con l'immissione sul mercato di migliaia di copie, per il povero esordiente è il punto di partenza in quanto a suo carico resta ovviamente la pubblicizzazione, l'organizzazione delle presentazioni, spesso la vendita, in quanto le piccole CE sono carenti nella distribuzione, insomma, problemi e frustrazioni comuni agli autori emergenti.

Raccontami in breve la trama, incuriosisci i nostri lettori ma senza svelare troppo!
Dell'amore è già stato scritto tutto, o forse no. Ogni storia è un mondo a sé. Ogni donna ha nel cuore un universo di emozioni spesso difficili, o impossibili da comprendere. Ma questo libro, vuol essere una dimostrazione di quanto una donna sappia, come una Fenice, rinascere dalle proprie ceneri. Ognuna di noi potrebbe essere Giulia, con il proprio carico di dolore, illusioni, speranze, ma soprattutto una grande forza per affrontare la vita. Orfana e cresciuta con una zia. Una donna sopraffatta dai dispiaceri, che come milioni di altre donne vive il suo tempo arrancando senza amore, solo per il bene dei figli, convinta che il destino è stato scritto e la strada già segnata, tanto vale percorrerla senza porsi domande. Senza aspettative, semplicemente in attesa, che un giorno nuovo nasca e porti via con sé quello appena trascorso. Giulia, una donna legata a un compagno, per un bisogno inconscio di protezione, di sicurezza che, la morte improvvisa e prematura del padre le aveva rubato. Delusa dalle amicizie, rinchiusa a riccio nel suo piccolo mondo. Ma è proprio l'amica, che l'aveva così tanto delusa, nel tentativo di aiutarla a risolvere un problema, suo malgrado le fa conoscere l'amore e i suoi tormenti, nei panni di un intrigante perbenista, egocentrico imprenditore. In questa sconvolgente avventura, lei metterà in gioco tutta se stessa, convinta del fatto che è meglio vivere pochi giorni felici con chi ama, piuttosto di una vita intera nell'inconsapevolezza di questo sentimento. Nonostante quest'amore travolgente e disperato è felice e appagata, ma a tarparle le ali si intromette nuovamente il destino e questa volta sembra impossibile riuscire a opporvisi...

La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
Per me leggere vuol dire stringere fra le mani un cartaceo, ma i tempi sono enormemente mutati e riunire in un unico strumento migliaia di titoli è fuor di dubbio comodo soprattutto per i giovani, ma quando si tratta di libri di un certo livello, opto per il cartaceo, sempre!

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso o ambizioni particolari?
Sono alle prese con una storia che mi è difficile portare avanti come vorrei, in quanto impegnata a seguire, come si fa con un figlio, la promozione della mia prima creatura; “La forza di una donna”. Difficile conciliare le due cose, oltre ovviamente ad avere una famiglia e un lavoro. L'ambizione? Sicuramente diventare una scrittrice affermata e potermi dedicare esclusivamente alla scrittura, credo tuttavia che questo sia il sogno di ogni scrittore esordiente. E' bello ogni tanto sognare un po'!

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Purtroppo la distribuzione è la nota dolente. Chi cerca il mio romanzo nelle librerie resterà deluso, in quanto solo se il libraio è di buona volontà accetterà di ordinarlo. Più facile, invece, riuscire ad averlo attraverso i circuiti internet: IBS – AMAZON – LIBRERIA UNIVERSITARIA – IN MONDADORI sul sito della 0111 Edizioni. Menzione particolare la dedico al tuo blog “GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO” che attualmente sta facendo una promozione con il 40% di sconto!

Patrizia ti ringrazio tantissimo per essere stata con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!



Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO