• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Intervista all'autore emergente Un caffè con Elisabetta Bagli



La rubrica del martedì, curata dalle autrici Silvia Pattarini ed Elena Genero Santoro
per farvi conoscere gli scrittori esordienti italiani, le nuove promesse del panorama letterario. 
Se sei un autore emergente Contattaci per un'intervista personalizzata. 


L'INTERVISTA

Ciao Elisabetta, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una bibita fresca o… cosa preferisci?
Innanzitutto ringrazio di cuore te e tutto lo staff per avermi offerto questa opportunità. Essendo italiana, secondo te, cosa posso preferire? Ma un bel caffé espresso naturalmente, ben ristretto e senza aggiunta di nulla, né zucchero né latte. Mi piace proprio così al naturale! Il sapore deciso e forte è veramente un toccasana per le mie papille gustative. Anche il the mi piace molto e anche questa bevanda mi piace berla al naturale. E che dire della cioccolata calda con i churros che si prende qui in Spagna?Slurp solo a pensarci!Ma il caffé è sempre il massimo per me e le sferzate di energia che mi dona sin dal primo mattino sono quelle giuste per iniziare la giornata come si deve!

Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami di te. Chi è Elisabetta Bagli nella vita di tutti i giorni?
Una mamma di due bimbi che corre dalla mattina alla sera per far sì che tutto si incastri alla perfezione e per poter fare insieme a loro mille e più cose. Innanzitutto, li aiuto a crescere nel migliore dei modi,seguendo dei principi e dei valori che sono gli stessi che mi hanno insegnato i miei genitori e quelli di mio marito e poi mi diverto un mondo con loro, leggendo inventando, facendo passeggiate al Parco, giocando e anche cucinando. Ma Elisabetta è anche una moglie felice e un’italiana che vive a Madrid e che per lavoro fa la traduttrice e organizza eventi, nonché si diletta nella sua più grande passione che è la scrittura di poesie e racconti.

Finalmente una poetessa nel nostro blog! Come ti sei accorta della tua “vocazione” alla poesia?Anch’io scrivo poesie e sono fermamente convinta che non tutti posseggano il dono dell’arte poetica, bisogna in qualche modo sentirsi un subbuglio interiore di emozioni, un po’ come degli “iniziati”. La Poesia è la mia Signora, io sono solo la sua umile schiava, è lei che viene a cercarmi quando ha bisogno dei miei servigi ed io mi rimetto umilmente al suo comando. Anche tu ti riscopri così, o un’affermazione simile non ti appartiene?
Ma non so... credo di sì, perché alla fine è vero, quando meno te l’aspetti arriva quell’ispirazione poetica e non riesci a frenarla, devi buttare giù quei versi, assolutamente e poi magari rileggerli e sistemarli, ma bisogna assolutamente mettere nero su bianco quel che si sente in un determinato momento, altrimenti fugge l’attimo e con esso la poesia. Però non mi sento propriamente schiava della poesia, anzi, a volte ho avuto necessità di scrivere cose diverse, racconti, fantasie, desideri da scrivere prettamente in prosa per poterli spiegare e dispiegare. La poesia, seppur sia un concetto alla cui base c’è la libertà del sentire, a volte non risponde a quel che sento in un determinato momento, a quel che penso o che fantastico e ho necessità non della sintesi poetica ma di una vera e propria prosa. E questa è una sfida, un terreno sul quale ancora mi sono avventurata poco, per timore e rispetto di chi scrive in prosa. Ho dei libri iniziati e mai terminati... un giorno ci voglio rimettere mano per finire quelle storie e vedere che succede se le faccio venire alla luce.

Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
Sicuramente Emily Dickinson, davvero straordinaria. Una poetessa unica, meravigliosamente decisa. Non amo molto i “ghirigori” nelle poesie, a me piacciono i versi diretti, schietti e la Dickinson e anche la nostra Alda Merini sono decisamente poetesse che ammiro soprattutto per questo motivo. Incidono nell’anima. Mi è capitato spesso di leggere poesie che non lasciano nulla dentro, che dopo una prima lettura non mi hanno colpito e non mi hanno fatto sentire la “chispa” (Scintilla). Spesso, però, a una seconda lettura mi capita di sentire lo stesso. Evidentemente, non essendosi creata empatia, quel tipo di poesia, nonostante possa essere scritto bene è antiteco al concetto che ho io di poesia, in quanto per me la poesia deve procedere da naturale ispirazione.

Quanti libri hai scritto? Quali sono, vuoi indicarceli?
I libri che ho scritto finora sono tre: due sillogi poetiche “Dietro lo sguardo”e “Voce”e una fiaba per bambini, “Mina, la fatina del lago di cristallo”.
L’ultima silloge nata, sebbene sia la prima, ma che è stata pubblicata in una nuova edizione rivista e ampliata a febbraio scorso sia in e-book che in cartaceo dalla EEE di Piera Rossotti è “Voce”, una silloge che affronta i temi della terra, delle mie radici, della vita, dell’amore e delle donne, una silloge nel quale si può effettuare un excursus storico della mia poetica, in
quanto è la prima che ho scritto e ci sono delle poesie fresche dettate dal mio ambiente e poesie nuove nel quale affronto in tono più maturo e consaspevole l’argomento donna.
L’altra silloge è “Dietro lo sguardo”, edita da ArteMuse Editrice e in questa silloge si è evidenziato il rapporto tra uomo e donna e nella sezione buio la relazione che spesso degenera nei soprusi psigologici e fisici alle donne, arrivando anche al femminicidio.
E dulcis in fundo c’è “Mina, la fatina del lago di cristallo”il cui argomento dominante è l’amicizia tra due bambine che giocano sempre nel Parco delle Meraviglie e un giorno si renderanno conto che è giusto avere dei sogni, ma bisogna lavorare per riuscire a realizzarli non c’è alcuna magia che tenga.


Raccontami brevemente del tuo ultimo libro, ma non svelare troppo!
Al Salone del Libro di Torino
con l'editrice di EEE
Il mio ultimo libro “Voce”pubblicato dalla EEE è suddiviso in quattro sezioni:Vita nella quale decrivo tutto l’entusiasmo e il dolore per la vita e per le nuove vite che arrivano a popolare questo mondo; Amare, nella quale descrivo l’animo umano da conoscere, da sviscerare, da vivere; Sguardi è una sezione nella quale guardo il mio mondo e lo voglio cercare di trasmettere, quel che sono stata e quel che sono; e l’ultima sezione è Donne che descrivo come una forza della natura, perché lo sono, decisamente hanno una forza innata che permette loro di essere veramente complete. Questo libro è stato presentato al Salone del libro di Torino pochi giorni fa e verrà anche presentato alla Feria del libro de Madrid che inizia il 29 maggio e durerà due settimane. Inoltre, a settembre uscirà la sua versione in castigliano “Voz”, pubblicato dalla casa editrice Ediciones Vitruvio.

La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
A me piacciono molto gli e-book e come vedi la mia ultima scommessa è stata proprio questa, pubblicare un libro in e-book. Credo che sia un mezzo straordinario di divulgazione della cultura in ogni senso, ma credo anche che il libro cartaceo, c’è e ci sarà sempre e guai a non sentire più l’odore dei fogli freschi di stampa! Ci deve essere una combinazione di entrambi, un equilibrio. Inoltre, non bisogna dimerticarci che per determinate produzioni e generi gli e-book sono fondamentali, soprattutto ai fini della diffusione e della lettura.

Tu e i social network: credi che possano rappresentare un’opportunità per un autore/autrice, o li consideri solamente un frivolo passatempo?
Non sono assolutamente un passatempo frivolo se usati in un determinato modo, per fare promozione e come supporto agli emergenti. Noi de “Il mondo dello scrittore” network, ad esempio, aiutiamo molti scrittori a promuoversi sui nostri canali per farsi conoscere. Ma le azioni devono essere mirate e ben strutturate, altrimenti anche questo tipo di lavoro potrebbe risultare dispersivo. Siamo ben organizzati al nostro interno, ognuno di noi ha un suo ruolo specifico che cerca di assolvere quotidianamente per il buon andamento della struttura portante. I miei colleghi e amici sono i fondatori Irma Panova Maino ed Andrea Leonelli, Andrea Marinucci Foa e Manuela Leoni, Sauro Nieddu e Marina Atzori, tutti scrittori come me, tutti con la vocazione della parola scritta e dell’aiuto al prossimo!
Logicamente se i social network vengono usati in altro modo, non per lavoro, allora posso dire che ci può essere sì della sana diversione, ma anche molta frivolezza stupida che a me, personalmente interessa poco e considero una vera perdita di tempo. Il problema è che puoi arrivare alla mia età a comprendere come gestire ed ottimizzare il tutto, ma osservando i nostri figli, preadolescenti e adolescenti spesso mi chiedo se venissero lasciati completamente allo sbaraglio dove potrebbero arrivare... Confido nelle nuove generazioni, ma credo sempre nella necessaria supervisione da parte di un adulto.

So che fai parte anche di un’associazione tutta al femminile denominata EWWA. Ci puoi raccontare di cosa si tratta?
Oltre a Il mondo dello scrittore, EWWA è un altro esempio di come la rete possa essere utilizzata in modo ottimale. La European Writing Women Association è un’associazione sorta a sostegno delle autrici in tutti gli aspetti che comprendono la scrittura, dall’editing, alle traduzioni e alle promozioni. Tra le fondatrici e le associate ci sono anche sceneggiatrici e addette al marketing diciamo che è un’Associazione che si sta ampliando e facendo largo anche all’estero, anche qui in Spagna giacché presto annoveremo anche autrici spagnole tra le associate. Ma per saperne di più basta seguirci in rete!

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso o ambizioni particolari?
Sono appena tornata dall’aver ricevuto il secondo posto per “Dietro lo sguardo” a Lugano per il Premio Internazionale Europa e credo che forse potrei iniziare a tradurmi qualche poesia di questa silloge, non credi? E poi fare le presentazioni di Voce e Voz in Italia e in Spagna e ancora... ancora... ancora... ma non sveliamo troppo per ora!In ogni caso ci saranno anche vari eventi a nome dell’Universum Academy Switzerland per la quale sono Ambasciatrice qui in Spagna e altri eventi che mi aspettano in Italia la prossima estate!

Dove possiamo trovare i tuoi libri?

Voce
Dietro lo sguardo
Mina, la fatina del lago di cristallo

E poi si possono ordinare in tutte le librerie Feltrinelli e naturalmente anche fisicamente in alcune librerie spagnole sia a Madrid che a Barcellona e alla Libreria italiana del Lussemburgo.

Elisabetta ti ringrazio tantissimo per essere stato con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo ultimo libro, in bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!
Un saluto virtuale a tutti gli amici che seguono la nostra nuova rubrica settimanale, invitate gli amici a scoprirci, per conoscere insieme, ogni volta, un nuovo autore italiano.



Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO