• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Professione lettore] L'editoriale di Angelo Gavagnin: mi si è rotta la televisione...


Mi si è rotta la televisione, brutta notizia, dovrò ricomprarla.
Ci sono molte marche, plasma, LCD, misure diverse, non so decidere. Rimando.
Dopo cena giro per la casa silenziosa e capisco i drogati, i fumatori senza sigarette.
Guardo la libreria e vedo "L'Uomo senza qualità”, di Robert Musil. Ricordo, Ulrich, il protagonista, un uomo ricco, intellettuale, aristocratico. Deve cambiare abitazione e dunque deve pure arredarla. Da pignolo com'è, incomincia a studiare tutto ciò che riguarda il tema arredamento, dall'inizio dei tempi. Diventa così esperto, ha così tante notizie che alla fine non sa decidere, chiama un architetto e si fa arredare la nuova casa...
Sullo stesso scaffale, altre mie letture: "Il Blu che non è un colore" di Tamara Marcelli, poesie si, ma anche testo teatrale, e pensieri su scritti emozionanti; "Dimmi chi sono" di Vilma Venturi, un giallo, che sembra partire dal racconto della sua vita di tutti i giorni; "Un errore di gioventù" di Elena Genero Santoro, varie storie che si intrecciano, i cinefili mi capiranno se dico che ne uscirebbe bene un film diretto da Alejandro González Iñárritu; "Volevo un marito nero" di Valentina Gerini, racconto da leggere tutto d’un fiato, leggero ma non banale, antirazzista già dal titolo, e dio sa quanto ce n’è bisogno in questi giorni; "Fuga dal destino" di Antonio Traficante, thriller per palati raffinati, intrigante; "Alla fine dei sogni" di Stefania Trapani, amicizia ai massimi livelli, tra sogno e realtà; "Non tutto è come sembra" di Ornella Nalon, gli ammiratori del commissario Montalbano possono conoscere l’amabile Maresciallo Colucci; "Con la mia valigia gialla", di Stefania Bergo, diario di viaggio in Africa che ti farà vivere la sua storia intensamente anche senza spostarti dal divano.

Ma, perché leggere un esordiente?
A parte i nomi noti, o i classici che tutti abbiamo in libreria, oggi c'é un mondo di autori emergenti interessanti, ma anche esordienti validi, appassionanti, e che vale la pena di scoprire.
Direi una bugia se affermassi che sono tutti bravi, mi è capitato di abbandonare romanzi dopo essere arrivato a metà, anche se avevo una grande voglia di scoprire qualcosa; ma non c'era niente, pagine e pagine, di parole messe in fila con maestria, ma vuote.
Alcuni sconosciuti al grande pubblico, invece, sono veri talenti con interessanti storie da raccontare. Magari in libreria non li troviamo, vediamo i soliti noti, grandi nomi che ci danno sicurezza, una lettura senza pieghe che riconosciamo subito, sappiamo che non ci deluderanno, ma forse nemmeno ci sorprenderanno. Ma noi lettori di oggi abbiamo una cosa in più, siamo assidui frequentatori di internet, e siamo fortunati perché è quasi tutto lì dentro:  il "mondo nuovo" degli autori esordienti ed emergenti è alla portata della nostra curiosità.
Insomma, le due ore senza TV, la sera, possono aprire a tutti un mondo di letture, io ho addirittura iniziato a scrivere, diamoci da fare. Come ho detto prima, non è bene leggere tutto o scegliere a caso, molte opere sono tempo perso e il tempo va usato bene. Ma, amici lettori, ce n’è per tutti i gusti e tornando all'inizio di questo mio pensare: mi si è rotta la televisione, davvero una bella notizia.



Angelo Gavagnin
Ho lavorato al Porto di Venezia, un lavoro che mi lasciava periodi di libertà che ho usato per viaggiare in Thailandia, Malesia, Sri Lanca, ma anche Cuba e Santo Domingo. Sono stato varie volte in India. Ho conosciuto il Maestro Indiano Osho e ho assistito alla sua cremazione tra canti e balli. Sono diventato papà all'età nella quale di solito si diventa nonni e così sono finiti i viaggi e mi è venuta voglia di scrivere.
Non sono nato e mi sento molto bene, Youprint.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO