• Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Anteprima: Samantha Macchia racconta "Ali in gabbia"



ALI IN GABBIA
di Samantha Macchia
Lettere Animate
Romance
ASIN B00Z8MBURC
ebook 1,99 € | Amazon

Anna, dolce e appassionata trentenne che non crede nell'amore fiabesco e sconvolgente,è sposata con Edoardo, cinquantenne stimato chirurgo, potente e dispotico. La loro vita matrimoniale corre sui binari prestabiliti da Edoardo, senza che Anna trovi il coraggio di guardarsi dentro e ribellarsi all'opprimente volontà del marito, permettendogli di annullarla completamente come donna. L'incontro casuale con Giacomo, affascinante proprietario di un bar, le svelerà finalmente il vero volto dell'amore e le darà la forza di affrontare la realtà e di ritrovare se stessa.


Raccontaci qualcosa di te: chi è Samantha nella vita di tutti i giorni? Come concilia una vita molto impegnata di lavoratrice full-time, di moglie e di mamma con l’attività della scrittura?
Prima di tutto, grazie Elena per l’ospitalità sul tuo blog. Conciliare tutto in effetti non è facile, cerco di farlo nel migliore dei modi, rubando qua e là qualche momento per scrivere, ma cercando di non far mancare nulla alla famiglia … spero di riuscirci.

Questo è il primo romanzo che pubblichi?
Si, Ali in Gabbia è il mio primo romanzo. Pubblicato qualche mese fa con un servizio di “self publishing”, adesso è stato ripubblicato con una nuova veste grazie al sostegno della casa editrice Lettere Animate.

Veniamo al libro. Com’è nata l’idea? Ci stavi pensando da molto tempo o c’è stata un’ “illuminazione”?
In realtà sono una lettrice onnivora e accanita fin dalla tenera età e proprio da piccola, mi piaceva scrivere poesie o racconti che però si sono persi negli anni. Avevo poi abbandonato la scrittura perché troppo “presa” dalla vita di tutti i giorni che assorbiva, come per tutti noi, tutte le mie energie.
Circa due anni fa il romanzo è nato assolutamente per caso, in una calda giornata estiva al mare, da una frase che non so come ha iniziato a girarmi in testa e che poi è l’incipit del romanzo “Anna ascoltava pigramente lo scrosciare della pioggia sui tetti”. Da questa prima frase si è sviluppata la storia.

Ci racconti di che cosa parla? A quale genere appartiene? Si può dire che sposa il filone sentimentale con la denuncia sociale?
Anna, dolce e appassionata trentenne che non crede nell'amore fiabesco e sconvolgente, è sposata con Edoardo, cinquantenne stimato chirurgo, potente e dispotico. La loro vita matrimoniale corre sui binari prestabiliti da Edoardo, senza che Anna trovi il coraggio di guardarsi dentro e ribellarsi all'opprimente volontà del marito, permettendogli di annullarla completamente come donna.
L'incontro casuale con Giacomo, affascinante proprietario di un bar, le svelerà finalmente il vero volto dell'amore e le darà la forza di affrontare la realtà e di ritrovare se stessa.
Anna dovrà essere pronta ad ammettere segreti inconfessabili come gli episodi di violenza del marito che mano a mano si fanno sempre più frequenti.
Il crescente sentimento per Giacomo sarà quello che le darà la forza per lottare e superare prove durissime e macchinazioni impensabili che la porteranno a chiedersi chi è davvero l’uomo con cui ha trascorso gli ultimi quattro anni e che non è disposto a lasciarla andare tanto facilmente.
E’ sicuramente un libro pieno di romanticismo, che tocca le corde delicate della violenza sulle donne. Senza la presunzione di assumere il ruolo di denuncia sociale, fa riflettere su questo attualissimo problema.

Qual è il target a cui ti rivolgi? Che tipo di lettori ambisci a conquistare?
Probabilmente si rivolge in particolar modo ad un pubblico femminile, anche se i risvolti misteriosi legati al personaggio di Edoardo rasentano in qualche modo il genere “giallo”, interessando quindi anche un pubblico maschile.

Quanto ti ha coinvolto intimamente la stesura di questo romanzo? C’è qualcosa di autobiografico?
Il libro mi ha coinvolto tantissimo. E’ impossibile non “fare il tifo” per Anna e Giacomo e non disprezzare il comportamento di Edoardo.
Anna, mi rispecchia in alcuni particolari: è una lettrice accanita, ama tanto i libri che il suo sogno è aprire una piccola libreria con angolo del tè, è innamorata di Parigi e della Provenza.
Il resto della storia, invece, è pura fantasia.

Per scrivere questo libro hai dovuto svolgere delle ricerche?
Alcune ricerche sui traumi da incidente, perché nel libro se ne verificano un paio.

C’è qualche messaggio particolare che speri di comunicare attraverso questo romanzo?
Ripeto, senza avere la pretesa di essere da esempio per le donne che si ritrovano nella stessa situazione di Anna, spero che arrivi il messaggio che nessuna di noi dovrebbe mai nella vita farsi annullare dalla prepotenza e dalla volontà di altri.
Il rispetto per gli altri per me è un valore assoluto. Non sopporto nessun tipo di prevaricazione, sia che si parli di episodi gravi come le violenze di cui parlo nel libro, sia semplicemente di mancanza di rispetto verso le opinioni altrui.
Credo fermamente che una maggior tolleranza renderebbe questo mondo più vivibile.

Il finale chi l’ha deciso? Tu o i tuoi personaggi?
In realtà dopo aver buttato giù una scaletta della storia, mi sono sorpresa a vederla continuamente stravolta dalle pieghe che prendevano le varie situazioni.
Vale lo stesso per il finale che, credo, non risulti così “scontato” e che non vi racconterò!
Grazie mille Elena, e buoni libri a tutti voi.

Grazie a te per essere stata con noi. In bocca al lupo per il tuo libro!
Se hai un libro in uscita o vuoi presentarlo nel nostro Caffè Letterario, Contattaci


di Elena Genero Santoro
Ama viaggiare e conoscere persone che vivono in altri Paesi. Lettrice feroce e onnivora, scrive da quando aveva quattordici anni.
Perché ne sono innamorata, Montag
L’occasione di una vita, ebook Lettere Animate
Un errore di gioventù, 0111 Edizioni
Gli Angeli del Bar di Fronte, 0111 Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO