• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Intervista all'autore emergente Un caffè con Alessandra Rinaldi



La rubrica del martedì, curata dalle autrici Silvia Pattarini ed Elena Genero Santoro
per farvi conoscere gli scrittori esordienti italiani, le nuove promesse del panorama letterario. 
Se sei un autore emergente Contattaci per un'intervista personalizzata. 

L'INTERVISTA


Ciao Alessandra, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una bibita fresca o… cosa preferisci?
Sono una fanatica delle tisane. A metà mattina non può mancare la mia tisana alla melissa e alla sera non rinuncio quasi mai alla tisana allo zenzero. Però, appena sveglia, ho assolutamente bisogno di un caffè. La discesa dal letto per me è attuabile solo con il caffè. Amo molto viaggiare e mi adatto facilmente a tutti i tipi di alimentazione, ma, anche all’estero, non posso rinunciare al caffè mattutino, per cui viaggio sempre con la mia caffettiera e il mio pacco di caffè.

Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Alessandra nella vita di tutti i giorni?
Una persona normalissima, con un marito, una figlia e un lavoro. Come tutti, cerco di destreggiarmi tra i mille impegni, cerco faticosamente di fare coincidere tutto al meglio e, ancora più faticosamente, provo a ritagliarmi alcuni spazi per me, che riempio volentieri scrivendo.


Come è nata la tua passione per la scrittura? Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
La passione per la scrittura c’è sempre stata. È esplosa da ragazza, quando mi sono accorta che mi piaceva imprimere i miei pensieri su carta (ancora si scriveva con foglio e penna). Ho iniziato scrivendo lettere alle mie amiche, ho continuato con bigliettini al ragazzo che mi piaceva, ho iniziato poi a scrivere raccontini brevissimi che ho ancora nel cassetto. Fino ad arrivare al “Diario di Alessia”; mettere nero su bianco quello che mi era successo, è stato terapeutico per superare un periodo buio, mi ha aiutato ad analizzare me stessa, i miei sentimenti. Stilando il “diario” ho trovato la forza per affrontare la vita e il futuro.
Non ritengo di avere uno stile di scrittura, ne sarei molto onorata, ma per il momento, il mio linguaggio è quello parlato, comune, immediato, molto informale e quotidiano. Non mi reputo una scrittrice (magari!!!!), ho solo provato a trasmettere a qualcuno le emozioni e i sentimenti che ho provato ritrovando, per caso, il “diario di Alessia”. Prima di quel momento non avevo mai preso in considerazione l’ipotesi di scrivere per un eventuale pubblico e non so nemmeno se ne ho le capacità.

Quali sono i generi letterari che preferisci leggere e quali, invece, preferisci scrivere?
In questo periodo adoro i gialli psicologici di Carrisi, ma per quanto concerne la lettura, vado a periodi. Alterno classici di Hugo e Tolstoj a Ken Follet e Clara Sanchez. Da parte mia, preferisco scrivere romanzi d’amore (spesso banali), che nascono da fatti quotidiani o da frasi che mi vengono riferite, se c’è qualcosa che mi colpisce o che mi emoziona, inizio a pensarci e ci costruisco sopra una storia, ripeto, molte volte anche banale.

Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato: come sei approdata alla tua pubblicazione? Raccontaci la tua esperienza.
Quando ho avuto l’idea di scrivere “La Tua Storia” per il pubblico, ho fatto leggere le bozze a una mia cara amica, che mi ha spronato a continuare. In un primo momento ho inviato il racconto a tante case editrici, il più delle volte senza ricevere risposta. In concomitanza all’invio del manoscritto però , mi sono resa conto che potevo migliorare il risultato facendo un mio personale editing più approfondito. Ho iniziato così una fase di lavoro che è durata mesi, per valutare attentamente ogni singola parola ed, eventualmente, sostituirla con una più appropriata. Alla fine ho ricominciato a inviare il “nuovo”manoscritto e, dopo qualche mese, mi è arrivata la risposta positiva di Lettere Animate, che non finirò mai di ringraziare.

La pubblicazione del proprio libro o ebook è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Poi finalmente il sogno è diventato realtà:ora cosa ti aspetti? Lo vedi come un obiettivo raggiunto o come un punto di partenza per nuovi progetti?
La pubblicazione è stata la realizzazione di un sogno, ma nemmeno questo termine è esatto. Ancora adesso, mi sembra di vivere in un sogno, in un mondo irreale: io, donna di casa, moglie, mamma, con un manoscritto pubblicato! Non mi sembra reale nemmeno ora! Questo è un punto di partenza importante, mi sprona ad andare avanti, a credere un pochino di più in quello che faccio, a darmi la speranza che quello che ho da dire, interessi anche ad altre persone.

Raccontami in breve la trama, incuriosisci i nostri lettori ma senza svelare troppo!
È un racconto autobiografico che narra di un matrimonio finito tragicamente per la scomparsa del protagonista. Vengono alternati brani tratti dal “Diario di Alessia” a racconti in tempo reale del decorso della malattia. Sottolineo sempre il fatto che, pur essendo un racconto drammatico, ha un risvolto di speranza e di positività verso il futuro. >> Recensione di Ornella Nalon

La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
Ti rispondo molto sinceramente: quando ho ricevuto la proposta da Lettere Animate, che in quel periodo pubblicava solo e-book, il mio primo pensiero è stato di rifiuto. Non sono più giovanissima e la mia idea di libro è sempre stata quello della carta da sfogliare, da toccare, da annusare. Grazie a Lettere Animate ho iniziato a esplorare un mondo a me sconosciuto: mi sono accorta che ero in errore. Rimanendo comunque amante del libro cartaceo, ho capito che, anche forse per il momento storico che stiamo attraversando e per la crisi nella quale siamo coinvolti, gli e-book possono costituire il nostro futuro. Innanzi tutto perché i costi sono più bassi, ma sopra ogni cosa, perché in questo modo, possiamo scaricare un maggiore numero di romanzi, senza intasare i nostri scaffali, le nostre valigie delle ferie e possiamo avere il nostro e-book a disposizione in qualsiasi momento. Chi, al giorno d’oggi, esce senza telefono cellulare?

La domanda che non ti ha mai rivolto nessuno: fatti la domanda e datti la risposta.
Il tuo libro, è un modo per trovare un posto a quello che non riesci a mettere via e o è stato solo il pretesto per attingere a qualcosa che ormai è relegato nel passato e a cui non si pensa più?
Io non smetterò mai di ringraziare il destino per la seconda possibilità che mi e’ stata offerta. Ovviamente non dimenticherò mai tutto quello che è narrato ne “La Tua Storia” ma Ligabue canta: "ho messo via un po’ di cose, ma non mi spiego mai perché, io non riesco a metter via te…" e questa frase è dedicatissima al mio attuale compagno, senza di lui io non sarei quella che sono.

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso, nuove pubblicazioni o ambizioni particolari? Prima della pubblicazione de “La Tua Storia” avevo iniziato a scrivere un racconto, su una vicenda che era successa a me e a mia cugina non tantissimo tempo fa, riprendendo però alcuni spunti dal mio passato. La mia idea è che dovrebbe essere un romanzo d’amore, però abbastanza ironico, niente a che vedere con il precedente. Vedremo se riuscirò a tirare fuori qualcosa di carino.

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Ovviamente presso tutti gli store che vendono E-book, come ad esempio Amazon, oltre allo store di Lettere Animate, naturalmente.



Alessandra ti ringrazio tantissimo per essere stata con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!





Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO