• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Segnalazione autori emergenti "Prima che sia buio"


Contattaci per segnalare il tuo libro.  

Segnalazioni autori emergenti
TITOLO:PRIMA CHE SIA BUIO 
AUTORE: Marlene Tealdi | Twitter
CE: Lettere Animate
GENERE: Romance
ISBN:  978868822729
EBOOK: 1,99€ | Amazon - Kobo



Emma, insegnante di ventisei anni, è una ragazza semplice, dolce, sincera. Convive con la gemella Rebecca, una ragazza dalla forte personalità, esibizionista e sfacciata.
Matthew è il ricco figlio di una contessa inglese e di un imprenditore torinese, è cocainomane e alcolizzato. Ogni notte è per lui una festa, dove le donne sono degli oggetti e la realtà e il peso della famiglia sono solo delle ombre lontane.
Matthew incarna tutto ciò che fa ribrezzo a Emma, ma quando lo conosce – in un posto dove non andrebbe mai di propria volontà, mentre per Matthew è un’abitudine – decide di frequentarlo. Vede il buono che c’è in lui e per questo accetta anche i suoi lati negativi, ma soffre. Matthew tenterà di allontanarla, per non mettersi troppo in gioco e rischiare di innamorarsi.
Dopo due mesi di relazione, fra litigi e rappacificazioni, decidono di convivere, ma il ritrovarsi ad abitare con un’altra persona destabilizza Matthew. È confuso, si allontana da Emma per cercare di capire cosa vuole. Emma, a una festa, conosce un uomo. Matthew è geloso, pensa di lasciarla, ma quando lei ha un incidente tutto viene rimesso in discussione. Matthew sta per toccare il fondo e per Emma è arrivato il momento di decidere: tentare ancora una volta con Matthew o lasciarlo andare per sempre? 

{
Armeggiai col sintonizzatore TV, trovai un vecchio film sui gangster e lasciai lì. Emma si accoccolò, le cinsi le spalle e l’attirai a me: una coppietta perfetta.
− Scusami per lo schiaffo.
− Me lo sono meritato. Scusa tu.
− Matt… non sei l’inglese cattivo, sei l’inglese buono. − Alzò lo sguardo. Quello fu il Momento Perfetto Per Baciarla. Ci fissammo per un lungo istante. Avevo le labbra vicino al suo viso. Chiuse gli occhi, convinta di ricevere il bacio.
Che non le diedi.
Le passai piano la bocca sulla fronte e lei riaprì gli occhi.
− Forse è meglio rientrare. – disse.

}



Twitter | Goodreads


L'AUTORE
Il mio nome per intero è Marilena Cristina, anche se il secondo nome lo uso pochissimo, e sono nata a Bra, la città dello Slow Food, a luglio, sotto il segno del Leone.
Ho frequentato il liceo Artistico ad Alba e poi l’Università a Pisa, Conservazione dei Beni Culturali. Adesso sono sposata e vivo in Valle d’Aosta.
Sono una lettrice compulsiva, e credo di poter dire che amo la letteratura in ogni sua forma.
Se un libro mi ispira lo leggo, indipendentemente dal genere cui appartiene.
Prima che sia buio è il mio primo romanzo, ma ho scritto anche numerosi racconti, molti dei quali pubblicati in passato su svariate antologie di diversi Editori.
Oltre che a leggere e a scrivere, amo gli animali (in particolare i miei cani e i miei cavalli), il vino, la birra artigianale e dipingere meridiane.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...