• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Recensione autori emergenti "Una sorella troppo speciale"

UNA SORELLA TROPPO SPECIALE  >> segnalazione 
di Claudia Bergamini | Blog 
Amazon Selfpubished  
Romance 
ASIN B00IOPSIHA  
ebook 4,20€ | Amazon  

Lakisha, una ragazza mora, attraente, spensierata e alquanto particolare. Cassandra, castana, tenace e con un’irrefrenabile passione per … i dolci.
Due ragazze apparentemente diverse ma accomunate da uno stretto legame di parentela. Due sorelle stravaganti, unite da un legame speciale, da una promessa indissolubile.
Cassandra è proprietaria di un negozio di pasticceria, nel quale lavora anche la sorella Lakisha, esuberante ragazza che non si può non amare. Tra pasticcini, clienti singolari e battibecchi bislacchi, le giornate in pasticceria passano lietamente fino a quando, nel dolce negozio, non approda un affascinante uomo misterioso. Capelli castani, occhi verde acqua, voce forte e limpida e mani calde e vigorose, ma quale sarà il suo nome? Chi sarà mai quello sconosciuto uomo perfetto che ha fatto battere forte il cuore di Cassandra? E l’affascinante Jack Blanche riuscirà a rubare il cuore di Cassandra, facendole dimenticare il travolgente uomo misterioso?
Questo è l’inizio di una storia lunga una vita, di una storia di due sorelle particolari, di un amore e di un legame che nessuno mai potrà spezzare.
A rendere tutto più diverte è il segreto che sta alla base di tutto: Cassandra e Lakisha non sono solo due personaggi di un semplice libro, sono due sorelle realmente esistite.

RECENSIONE

Un libro leggero, dalla scrittura molto semplice e lineare.
Una storia come tante che si ripete quasi in ogni famiglia. La storia di due sorelle: Cassy e Lakisha. Riflessiva, lavoratrice e matura la prima, impulsiva, disordinata, famelica ed egocentrica la seconda. Cassy è la sorella maggiore, spesso eclissata dalla più piccola proprio a causa di questo carattere esuberante che Lakisha si ritrova. E per quanto desideri di liberarsi della sorella, alla fine non ci riesce mai. E forse, in fondo, non lo vuole davvero. Perché una sorella è l'altra parte di te, l'altra faccia della tua medaglia, quella che conosce ogni tuo pregio e ogni tuo difetto e condividere la vita con lei alla fine è una sfida ma anche un grande piacere a cui non riesci a rinunciare.
Il romanzo, dai toni calmi, con molte descrizioni di luoghi e ambienti, acquista maggiore brio quando entra in gioco uno splendido uomo, affascinante e misterioso che farà girare la testa a Cassy...
Adatto a chi ama letture poco impegnative, ricche di descrizioni e dialoghi.




Valentina Gerini
Dopo la maturità scientifica e uno studio approfondito della lingua inglese inizia a lavorare all’estero. Le sue più grandi passioni sono i viaggi e la scrittura. Dei viaggi ne ha fatto la sua professione, diventando accompagnatrice turistica; della scrittura il suo hobby, occupandosi degli articoli di copertina per un mensile dedicato alle storie di paese.
Volevo un marito nero, 0111Edizioni.
La notte delle stelle cadenti, Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...