• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Intervista all'autore emergente Un caffè con Giuseppe Pozzi


Oggi il nostro caffè letterario è ben lieto di presentarvi un volto nuovo della letteratura italiana: è con noi Giuseppe Pozzi. Conosciamolo meglio!

Ciao Giuseppe, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una bibita fresca o… cosa preferisci?
Ciao Silvia, un saluto a tutti i lettori di Gli scrittori della porta accanto, sono io che devo ringraziarti per questa intervista. A me va benissimo un caffè, grazie.

Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Giuseppe nella vita di tutti i giorni?
Una persona inserita nella routine di tutti i giorni, attualmente sono un dipendente dello stato. I compleanni sono arrivati a 52 e se non cambiano le condizioni, tra due anni mi ritroverò a girare in pantofole per casa tutto il giorno. Nel mio cammino si sono succedute diverse vicende, un matrimonio non riuscito, due figli che adoro e una nipotina che il caso ha voluto, nascesse nello stesso giorno e mese in cui sono nato io. Dopo anni di solitudine, adesso convivo con una persona speciale.

Come è nata la tua passione per la scrittura? Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
Non la definirei una passione, in quanto sono così emergente che la mia opera inizialmente non aveva copertina, solo il titolo e il contenuto. Una volta che la mia compagna l’ha letta, mi ha consigliato di pubblicarla. Attualmente le critiche ricevute sono tutte positive, anche se ritengo siano comunque costruttive, anche quelle negative. I libri che ho letto non hanno un unico autore, anche i temi trattati sono vari, partendo dalla scienza astronomica, fino alla fantasia pura.

Quali sono i generi letterari che preferisci leggere e quali, invece, preferisci scrivere?
Come anticipato prima, i temi che ho letto e che continuerò a leggere spaziano molto. Prima di acquistare un libro, cerco di sentire le emozioni che potrei ricevere leggendolo. Se un libro tratta la coltura, ad esempio, astronomia; natura; evoluzione; religioni; costruzioni; ecc, memorizzo i particolari, più è particolareggiato il contenuto e più ne estrapolo il significato. Nei romanzi invece, cerco il personaggio principale e mi immedesimo in esso, viaggiando con la mente nelle vicende che deve affrontare. I generi che vorrei scrivere sono quelli dei romanzi, avventura; romantico; fantasy.

Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato: come sei approdata alla tua pubblicazione? Ci racconti la tua esperienza?
Purtroppo hai ragione, scrivere non vuole dire pubblicare. Una volta approvata l’opera dalla mia compagna, ho cominciato il travaglio delle editorie, come risultato ho ricevuto lo zero assoluto, quindi ho cambiato le carte in tavola. Se nessuno vuole investire su di me, lo faccio io. Può sembrare azzardato, ma un libro chiuso nel cassetto, è come una montagna di fogli sporchi. Quindi ho fatto la ricerca in rete ed ho trovato un sistema per stamparlo e pubblicarlo. Autoproduzione e auto pubblicazione, dopo questo passo ho cominciato a girare per le librerie a proporre la mia opera, trovando la disponibilità dei librai, così sono riuscito, nel mio piccolo, ad avere il libro in vetrina.

La pubblicazione del proprio libro o ebook è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Poi finalmente il sogno è diventato realtà:ora cosa ti aspetti? Lo vedi come un obiettivo raggiunto o come un punto di partenza per nuovi progetti?
Dalla mia prima pubblicazione, mi aspetto che i lettori inizino a conoscermi, non credo di diventare famoso. I sogni in questo ramo restano tali, però se ogni mia pubblicazione riceve parecchie richieste, già sarà un successo. Sono abituato a vedere il raggiungimento di un obbiettivo, come il punto di partenza per il prossimo, per questo, in cantiere ne ho altri da portare a termine.

Raccontami in breve la trama, incuriosisci i nostri lettori, per favore...
La quotidianità di un pensionato, normalmente è noiosa, sempre le stesse faccende da sbrigare, trascorrendo il tempo senza dare un motivo alla giornata. Karl un giorno interrompe la monotonia, non per sua volontà, l’arrivo di una misteriosa lettera, un pacco senza mittente, una telefonata da un commilitone, sono l’inizio di una movimentata sequenza di eventi, sorprese, enigmi, viaggiando oltre i confini geografici, tra il passato ed il presente. Per arrivare al punto esatto dove le sorprese non mancano. La vita è piena di sorprese e il destino a volte, è più crudele del previsto.
>>segnalazione, more info

La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
La rivoluzione digitale è il frutto di una corsa indiscriminata verso il guadagno immediato, però utilizzando i sistemi informatici per scopi diversi dal guadagno, è senza dubbio una soluzione che trasforma la vita in modo migliore. L’e-Book è un sistema di guadagno immediato, perché non avendo la stampa su carta, azzera i tempi di stampa e di spedizione, eliminando i costi di produzione. Ha anche il lato positivo, permettere a persone con disabilità di leggere, che diversamente non riuscirebbero a farlo.

La domanda che non ti ha mai rivolto nessuno: fatti la domanda e datti la risposta.
Giuseppe, perché a 52 anni hai cominciato a scrivere?
Perché finalmente ho trovato la tranquillità interiore, la mente libera da pensieri fatti di preoccupazione. Forse perché in un’altra vita ero uno scrittore, o solo perché mi è arrivata la voglia di esternare le emozioni che provo leggendo un libro.

Progetti per il futuro: ci sono nuovi lavori in corso, nuove pubblicazioni o ambizioni particolari?
Attualmente ci sono altri lavori in corso con tematiche diverse tra loro. Se il libro “Lo scrigno della morte” avrà un discreto successo, potrebbe diventare una serie.

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Lo scrigno della morte” può acquistato nelle librerie di Sondrio ( eventualmente prenotabile se non è disponibile ) o comunque in tutte le librerie comunicando il titolo o ISBN 9781326324186.
Tramite una richiesta al mio indirizzo di posta elettronica giuseppe63pozzi @ gmail.com o visitando il sito www.wspi.it.

Giuseppe ti ringrazio tantissimo per essere stato con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!
Ringrazio voi per avermi concesso questa opportunità di farmi conoscere.





La rubrica, curata dalle autrici Silvia Pattarini ed Elena Genero Santoro, per farvi conoscere le nuove promesse del panorama letterario.
Se sei un autore emergente Contattaci per un'intervista personalizzata. 






Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO