• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Segnalazione autori emergenti "Il primo sigillo"


Segnalazioni autori emergenti
IL PRIMO SIGILLO 
di Alessio Vincenti | Sito web 
Zerounoundici Edizioni | Acquista 
Epic | Fantasy
ISBN   978-88-6307-815-2 
ebook 6,99€ | Amazon 
cartaceo 15,70€ 

Pau ha perso la donna che ama. Non può cambiare il passato, ma può cambiare universo.
Evan è diventato re di Castillion troppo presto, e la sua inadeguatezza potrebbe portare il regno alla rovina.
Calros è il consigliere del re e membro della Fratellanza della Verità, ma ha visto crollare davanti a sé i valori secondo i quali ha vissuto tutta una vita.
Sander è un semplice contadino.
Yvae è venuto a cercare risposte nel regno, ma ha trovato solo ostilità.
Chaya è stata rapita, e non sa il perché.
Questi e altri personaggi inizieranno un viaggio inaspettato che li porterà verso un unico luogo in un preciso momento.
Ma se su Gaian non esistono né le profezie né il destino, cosa li ha riuniti?
E perché?
Il Sentiero è lungo, e inizia qui…

{
Pau era sospeso in un nulla assoluto. Aveva gli occhi aperti ma non vedeva. Non c’era alcun rumore da sentire, nemmeno il suo respiro. Il suo corpo non aveva peso, fluttuava in un non spazio né caldo né freddo. Anche il tempo non aveva significato. Si trovava in quel luogo da pochi microsecondi, o forse da alcuni millenni.
Non era una sensazione sgradevole, anzi. In quell’ambiente non avevano significato nemmeno le preoccupazioni, gli scopi. Nemmeno il dolore. In quel momento Pau sarebbe voluto rimanere lì per sempre. E forse così sarebbe stato.
Poi fu bruscamente strappato da quello strano, rassicurante grembo quantistico. Il suo corpo era ancora nel vuoto, ma questa volta l’implacabile morsa della gravità lo teneva ben saldo. Percepì di stare cadendo e qualcosa di verde lo colpì. Sentì un forte dolore al braccio sinistro e impattò violentemente a terra. Tutta l’aria gli uscì dai polmoni e faticò non poco a rientrarci. Era sdraiato sulla schiena in mezzo a un ampio prato, e riuscì a mettere a fuoco l’albero attraverso parte del quale era rovinosamente caduto. Lo scienziato nella sua testa iniziò a lavorare nonostante quello che Pau aveva appena passato, in lui c’era una parte analitica che sembrava dotata di volontà propria. Perché era arrivato a tre metri dal suolo se era partito da terra? O per qualche motivo in quel punto di quella realtà era stata scavata una buca, o la differenza quantistica tra il suo mondo e questo aveva una sorta di corrispondenza spaziale. Era, per così dire, sceso di un universo. Subito prima di svenire si pose la domanda più ovvia, ma che come al solito lo scienziato lasciava per ultima: che accidenti ci faceva un prato con un albero nel polo industriale di Madrid?
Svenne.
Sveglio di nuovo. Il braccio gli faceva malissimo, ma non si era ancora deciso a muovere un muscolo per dargli un’occhiata. Sopra di lui sempre l’albero, ma anche qualcos’altro. Mise a fuoco. Due facce. Due facce di bambini che lo osservavano con palese curiosità. Era giunto il momento di provare ad alzarsi, ma quando iniziò a muoversi i bambini si allontanarono, spaventati.
«Aspettate...» disse, ma i due avevano preso a correre, chiamando a
gran voce qualcuno. Stavano scappando verso una casa poco distante. Pau tentò di chiamarli di nuovo, ma la testa gli girò così forte da farlo crollare in ginocchio e svenne ancora.
Si riprese e riuscì a tirarsi su. Era passato poco tempo a giudicare dal fatto che i due bambini stavano tornando verso di lui in compagnia di un uomo, evidentemente il padre. La cosa strana era che l’uomo brandiva un forcone.
“Un frutteto nel centro di Madrid e un uomo con un forcone. Dove diavolo sono finito?”.
}



L'AUTORE
Vivo in Toscana, con mia moglie e i miei due figli. Sono un cuoco, ed è la prima volta che mi addentro nei meandri dell’editoria con intenti da autore e non da lettore. Leggo libri in quantità industriale, principalmente fantasy per quanto riguarda la narrativa. Posso vantare nel genere una libreria di decine di saghe, che si traducono in più di un centinaio di libri. Va da sé che non avrei potuto scrivere narrativa di altro tipo. I molti viaggi, le esperienze di vita e lavorative e il diventare padre hanno influito sulla decisione di sedersi davanti alla tastiera. Da bibliofilo incallito ho sempre attribuito una sacralità ai libri che mi ha bloccato dal tentare l’”impresa scrittura” finché non mi fossi sentito veramente pronto. Ammesso che lo si possa mai essere, naturalmente. Credo sia necessaria una brevissima lista dei libri che amo e di quelli che non sopporto, giusto per darvi un’idea di chi sono “letterariamente” e, di conseguenza, che tipo di libro ho tentato di scrivere.
Amo: Stephen Donaldson, nello specifico la saga di Thomas Covenant. Ursula K. LeGuin, per aver scritto una saga epica in 600 pagine. Glen Cook, la saga della Compagnia Nera.
Odio: tutti i libri in cui un/a giovane ragazza/o scopre di avere un grande potere ma che non controlla e che, guarda caso, è proprio il potere che serviva per salvare il mondo. Ogni riferimento ai vari Paolini, Troisi etc è voluto. I libri in genere in cui la logica e il nesso di causalità sono ignorati per questioni di trama, e anche quelli in cui la magia è il deus ex machina che risolve sempre tutto a costo
zero.



Contattaci per segnalare il tuo libro.  

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO