• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Poesia & Musica] L'editoriale di Ornella Nalon: Francesco Guccini, dignità artistica e poetico realismo nella musica leggera



I MITI DELLA MUSICA
Francesco Guccini 
14 giugno 1940
Folk | Beat | Musica d'autore

25 Album
7 Live
2 Raccolte
di Ornella Nalon

E’ ritenuto uno degli esponenti di spicco tra i cantautori italiani e anche il simbolo di tre generazioni. Oltre a questo, è scrittore, autore di fumetti e non ha disdegnato nemmeno il cinema, in qualità di autore di colonne sonore e in veste di attore. Come se non bastasse, si occupa di teatro, di lessicologia, dialettologia, etimologia, lessicografia e traduzione. “Dio è morto” è il titolo di una delle sue canzoni più famose. 
A questo punto, sono certa che si sia alzato un coro: grande Francesco Guccini!

Vorrei, prima di soffermarmi su di lui, riportare il brano finale del testo della canzone che ho appena citato, perché, anche se risalenti al 1965, sembrano scritte ai giorni nostri. Sono le stesse che userei io, come messaggio di speranza, in un clima che si sta facendo sempre più pregno di violenza e fanatismo, non ultimi, il tragico evento del 13 novembre a Parigi, il cui eco degli spari rimbomba ancora nella mia mente.



“Ma penso
che questa mia generazione è preparata
a un mondo nuovo e a una speranza appena nata,
ad un futuro che ha già in mano,
a una rivolta senza armi,
perchè noi tutti ormai sappiamo
che se dio muore è per tre giorni e poi risorge,
in ciò che noi crediamo dio è risorto,
in ciò che noi vogliamo dio è risorto,
nel mondo che faremo dio è risorto...”



Ma torniamo al nostro eclettico personaggio i cui testi, graffianti e schietti, non sono nient’altro che il riflesso della sua personalità. La diversità dei temi trattati, che spaziano dall’amicizia, alla solidarietà e all’esistenzialismo, in prevalenza generate da riflessioni autobiografiche, sino ad arrivare a considerazioni politiche e sociali, rappresentano l’animo di un cantautore con la “C” maiuscola, ben radicato nella realtà contemporanea ma con un occhio al passato.
Da quasi cinquant’anni, riesce a mettere d’accordo pubblico e critica, tanto da consacrare la sua carriera tra le più folgoranti e ininterrotte del nostro panorama musicale d’autore. Non a caso, risulta essere tra i più premiati dal Club “ Tenco”, prestigioso organismo che si propone “di valorizzare la canzone d’autore, ricercando, anche nella musica leggera, dignità artistica e poetico realismo".
Tra l’altro, il Club stesso, ha voluto omaggiare proprio Francesco Guccini, dedicandogli le tre serate di rappresentazione, svoltesi a San Remo dal 22 al 24 di Ottobre di quest’anno.

Autore di ben 25 album, di cui “Folk beat” ha costituito il suo esordio nel 1967 e “L’ultima thule”, invece, sembra determinare il suo addio alla carriera musicale. Un addio in grande stile, dal momento che la sua opera ha conseguito ben due dischi di platino per aver venduto oltre 120.000 copie.
Pare che Guccini non abbia davvero più voglia di scrivere testi per canzoni e che abbia pronunciato proprio queste parole: “scrivo ancora, ma canzoni non me ne vengono più, non ho più voglia, quello che avevo da dire l’ho già detto”.
Ai suoi fedeli fans non resta che consolarsi con l’uscita di un’opera monumentale che raccoglie materiale inedito, riscoperto, duetti, grandi successi, spezzoni e live di tutta la sua carriera. E sarà, senz’altro, un bell’accontentarsi. Infatti, proprio oggi, esce un cofanetto in due versioni: deluxe e super deluxe. La prima è composta da quattro cd, mentre la seconda da 10 cd e un libro, scritto dallo stesso Guccini, con foto e note introduttive ai brani.
Nel super delux, cinque cd contengono il “meglio in studio” tra cui si trova il brano “Allora il mondo finirà” tratto dalle registrazioni del suo primo album e un’altra versione della famosissima “Eskimo”, registrata nel 1978. Quattro cd propongono il “meglio live”, canzoni inedite tratte dai suoi concerti tenuti dal 1974 al 2010. Infine, un cd è composto di assolute rarità come i due brani strumentali, per la prima volta su supporto digitale.

Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto 
ISBN 9788804658061
2015
Mondadori  | Acquista
cartaceo 15,00€
ebook 6,99€ | Amazon

Se poi di Francesco Guccini amate tutto, ma proprio tutto quello che fa, perché non leggere anche i suoi libri? Pure nel campo letterario non se la cava male, anzì, le sue pubblicazioni hanno raggiunto dei traguardi di tutto rispetto, poiché, siano testi di canzoni o romanzi, è innegabile che sappia scrivere. Il suo stile ironico e poetico, il suo linguaggio a volte popolare altre aulico, i temi trattati, quasi sempre legati al suo passato che è anche il nostro, di persone normali e umili, rendono i testi non sempre facili ma sicuramente coinvolgenti.
Avete già letto tutto di lui? Non vi sarà sfuggito, magari, la sua ultima pubblicazione dei primi di novembre, mese ricco e produttivo, a quanto sembra? Un matrimonio, un funerale, per non parlar del gatto, edito da Mondadori, è una raccolta di racconti, ancora una volta legati ai suoi ricordi, vere e proprie istantanee, beffarde e sagaci, sospese tra il nostro passato prossimo e la leggenda.




Ornella Nalon
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie.
Quattro sentieri variopinti”, Arduino Sacco Editore
Oltre i Confini del Mondo”, 0111 Edizioni
Ad ali spiegate”, Edizioni Montag
Non tutto è come sembra”, da 0111 Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO