• Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[People] Lorenzo Talotti: recitare è un'arte, intervista di Giulia Mastrantoni


Lorenzo Talotti è un attore friulano poco più che ventenne che si sta impegnando per raggiungere Grandi Sogni. Laureato al DAMS dell’Università di Udine, ha svolto un tirocinio al Film Forum Festival, dove ci siamo incontrati e artisticamente innamorati l’uno dell’altra. Lorenzo sta attualmente studiando all’International Film Academy di Pescara e nel frattempo si dedica a progetti che...

Parliamo di un ragazzo che non si perde mai d'animo, che ha sempre il sorriso a 32 denti e che ce la mette tutta per raggiungere i suoi obiettivi. Qual è il suo segreto? Ma, soprattutto, con quali idoli è cresciuto questo ragazzo?
Più che i film, sono gli attori la mia fonte primaria di ispirazione: Eddie Redmayne, Jake Gyllenhaal, Ezra Miller... e molti altri. Senza dubbio River Phoenix con la sua magistrale interpretazione da coppa volpi per il film “Belli e Dannati” di Gus Van Sant mi ha segnato molto. Posso dirti che film del genere sono quelli che mi spronano di più ad andare avanti con la passione che vorrei diventasse a breve professione.

Recitare non è un lavoro. È un'arte. E, come tutte le arti, bisogna averla dentro, alimentarla con la dedizione e essere sempre pronti a mettersi in gioco. Come si fa a "crescere artisticamente"?
Crescere artisticamente... diciamo che ogni giorno si cresce artisticamente: si cresce osservando la realtà per cercare di portarla in scena (cinema o teatro che sia); si osservano situazioni ideali che possano dare l'input giusto per creare una storia; si osservano le persone stesse (come si muovono, come parlano, come si atteggiano al bar piuttosto che alla fermata della metro o in un ufficio postale, come sono vestite). Tutto ciò che ci circonda ci aiuta a crescere non solo come persone ma anche a livello artistico, attoriale o registico che sia. Senza ovviamente omettere la filmografia che il mondo del cinema ci sta fornendo dal tempo dei Lumière ad oggi, fonte primaria di crescita artistica.

Tre buoni motivi per amare cinema e teatro.
Cinema e Teatro si amano perché ci fanno ridere, piangere e vivere.
Sono due realtà, quale più fittizia quale meno, che vanno avanti a braccetto. Ad ogni modo sono le due che ci permettono di vivere una vita non nostra ma che alle volte desideriamo nostra, ecco perchè vanno amati: sono la rappresentazione su schermo di alcuni dei nostri sogni, o inconsci desideri.

Quali film ti ispirano e perché? Cosa ti colpisce, la musica, le immagini, i colori, le voci?
Penso che ogni film mi dia un impatto diverso. Alcuni possono essere privi di musica ed avere un impatto violento solo attraverso immagini, come mi è capitato guardando “Gerry” di Gus Van Sant. Ogni piccolo elemento all'interno di un film ha il suo valore, è la loro collaborazione reciproca a rendere un film speciale. Perciò, rispondendo alla tua domanda, credo sia l'unione di tutto che mi colpisca davvero.

Il tuo sogno è diventare un grande attore. E ce la stai mettendo tutta. Ma c'è un sogno specifico che stai coccolando? Ad esempio... Un film tutto tuo? O recitare con Jennifer Lawrence?
Personalmente sto coccolando tanti sogni e, adesso come adesso, purtroppo riesco a vedere più ostacoli che la luce alla fine del tunnel. Ma ad ogni modo, il sogno più grande è quello di poter recitare in lingua inglese e se proprio vogliamo, in un film diretto da Gus Van Sant, un regista singolare che mi ha catturato sin da subito. Poi certamente, ho i miei attori e le mie attrici preferiti e sognare un film insieme anche solo ad uno di loro mi mette già il sorriso sulle labbra. Non nego il mio voler raggiungere Jennifer Lawrence, attrice di grande personalità; Ma anche Jessica Chastain, se vogliamo, un'attrice potente, donna di grande stile e che si sta costruendo una carriera dignitosa scegliendosi film che le fanno onore.

Qui c'è la domanda cattiva... hai una super pagina Fb che parla di cinema. Hai iniziato un nuovo cortometraggio. Ti sei dedicato al doppiaggio. Il palco è la tua seconda casa. Quale di queste cose è quella che regala di nuovo i colori a una giornata in bianco e nero?
Ho capito per caso quanto potesse darmi un palco teatrale. Ho studiato profondamente prima di dedicarmi al lavoro cinematografico, ho preso una laurea, fatto sacrifici e ne sto facendo altrettanti, ma la cosa che mi porta il sorriso è la recitazione stessa: mi dai un copione e la mia mente elabora già la nuova vita che mi aspetterà sul set. Vivere vite di personaggi fittizi, dar loro una personalità, la propria storia da raccontare. Essere un attore personalmente può essere considerato anche un privilegio: da piccolo si sogna di essere un medico? Magari ti arriva una telefonata da Sonda Rhimes che ti offre un piccolo ruolo da chirurgo all'interno della serie tv di Grace Anatomy. Nel cinema l'attore può diventare chiunque: un insegnante, un drogato, il presidente degli stati uniti d'America, una donna, un robot, vivere nel 1800 e risvegliarsi nel 3000 di nuovo uomo. Questo è il bello di studiare recitazione, questo mi da gratificazioni: poter essere qualcuno al di fuori di me stesso creando nuove realtà.

Di giovani come lui, che abbiano voglia di mettersi in gioco e di farcela, ne servirebbero vogliono tanti. Tantissimi.
Un grande in bocca al lupo a questo attore meraviglioso! Hip hip hurrà!



Giulia Mastrantoni
Da quattro anni collaboro all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrivo per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare.
Dopo aver trascorso un periodo in Inghilterra, ho iniziato un periodo di studi in Canada, ma, dovunque sia, scrivo.
Misteri di una notte d’estate, ed. Montag.
One Little Girl – From Italy to Canada, eBook selfpublished.
Veronica è mia, Pensi Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO