• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Anteprima: Daniele Piervincenzi racconta "Green X"


GREEN X 
di Daniele Piervincenzi 
0111 Edizioni 
Distopico | Thriller
ISBN 978-88-6307-927-2 
cartaceo 15,00€ Acquista 

"È possibile salvare una generazione con una droga?” 
Questa è la domanda che assale la mente del Dottor Green, ideatore e divulgatore del Green X, una nuova droga creata al fine di azzerare le paure e le paranoie dell’umanità e stimolare le attività di concetto imprimendo così una decisiva accelerazione al progresso tecnologico, conducendola verso una pace duratura. Il protagonista, un cuoco ancor giovane ma già rimasto senza lavoro, viene coinvolto in modo piuttosto rocambolesco nelle operazioni di diffusione del Green-X; il suo incarico è quello di preparare il prodotto per la vendita al dettaglio e di gestirne lo spaccio. Accetta, un po’ per timore di eventuali ritorsioni, un po’ perché poco più che ventenne sta già prendendo atto che la vita non gli riserva nulla di buono. Grazie alle formidabili coperture delle quali l’organizzazione può godere e al suo senso pratico, riesce in breve a divenire un personaggio di spicco nell’ambiente dello spaccio, noto come “Muffin man”.

Raccontaci qualcosa di te: chi è Daniele Piervincenzi nella vita di tutti i giorni?
Daniele Piervincenzi nella vita di tutti i giorni è un attento osservatore del mondo che lo circonda ed è proprio dal quotidiano che crea le sue storie.

Questo è il primo romanzo che pubblichi?
Sì, ma conto di continuare a raccontare e raccontarmi.

Veniamo al libro “Green X”. Com’è nata l’idea?
Green X è l’insieme di molte idee ispirate dalla vita che ho vissuto negli anni passati.

È un fanta-thriller con una vena rocambolesca. Ci racconti di che cosa parla?
Attraverso una storia di fantasia, questo libro vuole raccontare il mondo dal punto di vista di un ragazzo che si trova a vivere in questi anni di confusione generazionale. Un mondo dove le giovani menti sono abbandonate al loro destino dai loro stessi familiari e dalla società. Non riescono a trovare il loro scopo. Il fulcro della storia si basa su una domanda: E’ possibile salvare una generazione attraverso una droga?

Qual è il target a cui ti rivolgi? Che tipo di lettori ambisci a conquistare?
Green X è per tutti coloro che hanno voglia di ascoltare una storia intrigante e ricca di colpi di scena.

Quanto ti ha coinvolto intimamente la stesura di questo romanzo? C’è qualcosa di autobiografico?
Green X è me ed io sono Green X.

Per scrivere questo libro hai dovuto svolgere delle ricerche? Il tuo lavoro in diversi ristoranti della capitale italiana quanto ti è servito come spunto?
Sì, per alcuni “effetti collaterali da Green X” ho dovuto consultare dei neurologi per rendere più veritiera la storia. Lo studio e l’attenzione a ciò che le persone mangiano è sicuramente un ottimo strumento per sapere chi sono e trovare tra di loro lo spunto adeguato alla stesura dei profili psicologici dei miei personaggi.

C’è qualche messaggio particolare che speri di comunicare attraverso questo romanzo?
Chiunque leggerà questo libro e si ritroverà in qualche modo a pensare o agire come il protagonista conoscerà il messaggio che volevo comunicare mentre lo scrivevo.

Il finale chi l’ha deciso? Tu o i tuoi personaggi?
Il finale l’ho deciso io ed il protagonista, l’abbiamo saputo alla fine del primo capitolo come sarebbe andata a finire.

Grazie per essere stato con noi, Daniele. In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri.



di Elena Genero Santoro Ama viaggiare e conoscere persone che vivono in altri Paesi. Lettrice feroce e onnivora, scrive da quando aveva quattordici anni.
Perché ne sono innamorata, Montag
L’occasione di una vita, ebook Lettere Animate
Un errore di gioventù, 0111 Edizioni
Gli Angeli del Bar di Fronte, 0111 Edizioni.
Il tesoro dentro, 0111 Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...