• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Gianluca Santeramo: "Il Mondo Sopra" di Michael Franzoso

Quante volte, in vita, ci siamo ritrovati di fronte ai classici dilemmi dell'esistenza, senza cavarne un ragno da un buco? Quante volte, a fronte domande che hanno un senso profondo e di vera indagine, ci si ritrova in mano con i soliti preconcetti, già visti e rivisti, in cui pare che ogni risposta sia stata già data e non esiste possibilità di smentita?
Potrà mai una macchina, un freddo e nudo robot, essere un genitore o più generalmente un educatore? La risposta di petto, quella ormonale che parte dalle surrenali, dalla bile o dalla tiroide, ma di sicuro non dal cervello, è “no”, secco. Perché mai un robot dovrebbe poter sostituire un essere umano, vi chiederete?
La risposta è Cyman, un professore fatto di circuiti e programmi dall'aspetto familiare dell'R2-D2 di Guerre Stellari. Anzi: dovete sperare che sia così! Perché Cyman è la controparte di due genitori, due personaggi più attuali che futuribili, che semplicemente sono troppo occupati per essere educandi della loro creatura Meela, al punto da essere quasi delle mere comparse. Cyman è l'educatore come dovrebbe essere, difficile da spiegare in due parole, ma molto convincente, con un savoir faire da maggiordomo inglese. Cyman è il futuro secondo la vecchia scuola, un ossimoro (quasi) vivente.
Se non avete abbastanza carne al fuoco, potrete lanciarvi oltre l'ignoto, oltre le nubi di Didone, la città di Meela e Cyman. Un posto, quello, inaccessibile perché a causa di cataclismi di un lontano passato, si rischia l'incenerimento per mano della Stella Maggiore, una stella non troppo diversa da tutte le altre, solo troppo calda e vicina al pianeta. Le nuvole sono l'unico baluardo contro morte certa, radiazioni, atmosfera rarefatta.
Insomma: se si vuol vivere, bisogna lasciare da parte la curiosità e seguire ciò che la memoria collettiva ricorda, standosene ben al di sotto della perenne coltre di nubi che fanno da scudo. Nel buio. Illuminati solo dalla tecnologia, senza sorta di contatto con una natura che proprio non vi desidera e non mostra timidezza alcuna nel rinfacciarvelo costantemente. Ma sarà proprio così?
E poi c'è il dilemma dello straniero, quello strano essere che pare normale, ma... E' normale, si o no? C'è chi sostiene ch'è portatore sano di chissà quali microscopiche bestie disumane, nonostante non sposti una cinquantina di chili e non abbia nessuna speranza contro un intero esercito per controbattere l'eventuale minaccia...

Tre storie che sono una e che si intrecciano tra loro, come spaghetti nello stesso piatto. Ma in fondo “Il Mondo Sopra” parla di ragazzini lasciati in balia della tecnologia, sognando un giorno in cui potrà essere la loro salvezza, dal momento che visto che è la vera compagna degli adolescenti (basta uno sguardo in giro adesso!).
Il Mondo Sopra” parla della paura dell'ignoto, quello strano sentimento che neanche lo Shuttle e i satelliti sono riusciti ad abbattere, un ignoto che, spesso, si rivela molto più appetibile di quanto la paura stessa, le storielle da mercatini delle pulci e i falsi miti che si aggirano tra i media vogliano farci credere. E parla di un uomo che non è ancora pronto al futuro perché l'Umanità, in fondo, non esiste e non esisterà finché il colore della pelle o lo stile alternativo di vita potranno far gridare alla diversità.




Romanzo che mischia in dosi uguali fantascienza e avventura. 
Ambientato in un’epoca imprecisata, vede per protagonista una ragazza di nome Meela. Meela ha quattordici anni, due genitori spesso assenti (ricoprono cariche governative di un certo rilievo) e passa gran parte del suo tempo chattando o ascoltando le lezioni del suo insegnante-robot (il fedele e un po’ rompiscatole Cyman), al cui controllo tenta spesso di sfuggire. 
Meela infatti ha poca voglia di studiare e tanta voglia di vedere il mondo, conoscere nuova gente, compiere nuove esperienze. 
Di tanto in tanto alza lo sguardo e osserva il cielo plumbeo, ma non immagina lontanamente cosa nasconde, né la straordinaria avventura che l’attende al di là di quella coltre di nuvole…







di Michael Franzoso   | I Sognatori - StreetLib (II ed.) | Fantascienza 
ISBN 9786050416985 | cartaceo 7,90€  Amazon | ebook 2,99€ Amazon



Gianluca Santeramo
Allevato da un Commodore VIC 20 e da Goldrake, si è diplomato in Informatica Industriale nel lontano 1995. Non è mai riuscito a recidere il cordone ombelicale che lo lega alla fantascienza sin dalla più tenera età. Dopo aver corretto decine di bozze di scrittori in erba tra un capolinea e l’altro, si è messo anche a scrivere: da allora sono iniziati i guai….
Renè, Zerounoundici Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO