• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Caffè Letterario] Le interviste di Silvia Pattarini: un caffè con Elia Spinelli

Oggi il nostro caffè letterario è ben lieto di presentarvi un volto nuovo della letteratura italiana: è con noi Elia Spinelli. Conosciamolo meglio!

Ciao Elia, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una bibita fresca o…  cosa preferisci?
Grazie a te, Silvia.
Etciù! Forse è meglio una spremuta d’arancia, ho urgente bisogno di vitamina C.

Arance fresche di Sicilia per il nostro amico Elia! Et voilà. Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Elia nella vita di tutti i giorni?
È un consulente che va in giro per il centro e il sud Italia; che quando è a casa ama giocare con i suoi bambini di otto e sei anni, i quali spesso gli rimproverano di essere troppo immaturo; che coltiva passioni a breve scadenza (l’unica mia passione a tempo indeterminato è la lettura); che è uno sportivo passivo compulsivo, capace di estenuanti maratone televisive sdraiato sul divano ad assistere qualsiasi tipo di competizione: dal curling al nuoto sincronizzato, dal ciclismo al calcio. E ad agosto, per la gioia di mia moglie, ci sono le olimpiadi.       

Hai spirito di adattamento, difficile annoiarsi. Com'è nata la tua passione per la scrittura? Ci sono autori classici o molto noti che credi abbiamo influenzato, in qualche modo, il tuo stile?
Etciù! Scusami Silvia.
Sicuramente Francesco Totti, Rocco Hunt e Wiki Pedia. 
In misura minore: Hermann Hesse, Stephen King, Haruki Murakami, Louis-Ferdinand Céline, Franz Kafka, George R.R. Martin.
In realtà, il modo con cui ci si esprime, solo in parte è conseguenza di ciò che si è letto. Il resto è la risultante del proprio vissuto e del proprio modo di essere. Anche in un’opera fantastica (intesa come genere, non come qualità) come la mia, ci sono degli spunti autobiografici, riscontrabili solo da chi mi conosce molto bene.  

Sei troppo forte! Quali sono i generi letterari che preferisci leggere e quali, invece, preferisci scrivere?
Non leggo romance e raramente leggo autobiografici. Per il resto leggo un po’ di tutto, principalmente letteratura di genere, sci-fi, fantasy, thriller, horror, storico. Nel mio primo romanzo si mescolano tutte queste componenti. Non amo inventare dei personaggi e calarli nella nostra realtà, preferisco creare dei personaggi che si confrontino con dei contesti alternativi.   

Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato: come sei approdata alla tua pubblicazione? Raccontaci la tua esperienza.
Scrissi qualche pagina. Qualcuno le lesse e commentò: «È cosa buona.»
Scrissi il primo capitolo. Qualcuno lo lesse e commentò: «È cosa buona.»
Completai il romanzo. Qualcuno lo lesse e commentò: «È cosa buona.»
Cominciai anch’io a credere di aver fatto qualcosa di buono, così iniziai a consultare vari blog dove spiegavano come muoversi per la ricerca di un editore. Fu tutto relativamente semplice e veloce, dall’inizio della stesura del romanzo alla sua pubblicazione è trascorso meno di un anno. 
Ps.: quel “Qualcuno” è mia moglie Anna.  

Forse quel "Qualcuno" era un po' troppo di parte, però alla fine ha visto giusto! La pubblicazione del proprio libro o ebook  è il sogno nel cassetto di tutti gli esordienti. Poi finalmente il sogno è diventato realtà:ora cosa ti aspetti? Lo vedi come un obiettivo raggiunto o come un punto di partenza per nuovi progetti?
Come ti dicevo, le mie passioni sono a tempo. Per il momento ho completato il sequel de “Il Riparatore” e in cantiere ho una storia nuova appena iniziata.  Cercherò di portare a termine questa nuova storia, poi si vedrà.

Non vedo l'ora di leggere il sequel! Raccontami in breve la trama de "Il riparatore", incuriosisci i nostri lettori ma senza svelare troppo!
È un’originale versione dell’ancestrale quesito tra destino e libero arbitrio, tema affrontato con un’ironia cialtrona che tende ad alleggerire un atmosfera altrimenti troppo tetra. 
Queste sono le figure principali:
gli Scrittori, tracciano i destini, decidono le sorti dell’umanità;
i Blaster, persone che si rifiutano di seguire i tracciati segnati dagli Scrittori, rischiano di generare il Caos;
i Riparatori, ingaggiati dagli Scrittori per rendere inoffensivi i Blaster, sono dotati di un’incredibile longevità e del controllo totale del loro prana, con il quale possono curare qualsiasi male;
Vincenzo Innocenti è tra i Riparatori più devoti e fedeli agli Scrittori, ma la sua fedeltà verrà messa a dura prova quando…

Il tuo libro mi è piaciuto davvero tanto. Infatti ti ho lasciato la mia recensione.
La rivoluzione digitale e l’ e-book: cosa ne pensi di questo sistema innovativo di lettura, credi che rappresenti il futuro o è solo fumo negli occhi?
Francamente, non lo so. Personalmente amo l’odore della carta e leggere un romanzo su di un dispositivo elettronico non mi garba tanto. E poi vuoi mettere una serie di file archiviati in una cartella con una bella libreria stracolma di volumi?
Etciù! Silvia, c’è una farmacia nelle vicinanze?

Ti serve un antistaminico per il raffreddore, o allergia? Passiamo a una domanda più pertinente. La domanda che non ti ha mai rivolto nessuno: fatti la domanda e datti la risposta.
Elia, perché non hai cominciato a scrivere prima?
Che domanda sciocca! Evidentemente non ne avevo voglia. 

Dove possiamo trovare il tuo libro?
Per il cartaceo consiglio di rivolgersi direttamente al sito della CE: La versione digitale è disponibile in tutti gli store online >> more info



Elia, ti ringrazio tantissimo per essere stato con noi, sei davvero molto simpatico e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!
Silvia, grazie a te e a tutti Gli scrittori della porta accanto per lo spazio che mi avete concesso.                                                                                                        



Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO