• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[GiroGiroTondo] Le recensioni di Liliana Sghettini: narrativa per l'infanzia 7+ "Bandiera" di Mario Lodi (con tard. francese e inglese)


Mario Lodi era un uomo, un riferimento, un maestro. Nato nel 1922 a cavallo dei due conflitti mondiali, ha speso la sua vita per migliorare l'esistenza umana. Impegnato fin da giovanissimo in diverse attività culturali per i più giovani, viene nominato maestro di ruolo a soli 24 anni.
Egli aveva capito che per avere un futuro migliore occorreva partire dai bambini, dall'infanzia.
“Volevo fare il falegname” diceva in una delle sue ultime interviste, ma avrebbe potuto fare solo l'insegnante, lui era un maestro di vita.
Era una persona che osservava i bambini, li ascoltava e li lasciava liberi di esprimersi cogliedone pensieri, emozioni ed iniziative.
Oggi cari lettori vorrei parlarvi di “una favola vera perché nasce dalla realtà della natura, che i bambini osservano da quando sono nati.”
Si tratta di un lavoro interamente realizzato con gli alunni della scuola di Vho di Piadena ed è forse insieme con “Cipì” il libro più conosciuto del maestro Lodi. Sto parlando di “Bandiera” di Einaudi Edizioni.



BANDIERA
di Mario Lodi
Einaudi
ASIN B01AV2YBGU
cartaceo 6,72€  Acquista

Narrativa per ragazzi età consigliata 7+

“C'era una volta un ramo che guardava verso il ruscello e proprio sulla punta del ramo c'era una foglia che, chissà perché, non stava mai ferma”.

Con questa descrizione viene presentata Capriola, figlia allegra e simpatica del grande ciliegio che, un bel mattino di primavera, inizia a svegliarsi.
Ma chi è Capriola? È una semplice foglia? Certo che no, Capriola è come una “bambina” vitale, allegra, curiosa e un po' birichina. È l'emblema dell'energia, innata in ogni bambino; l'energia intesa come movimento fisico ma anche fervore intellettuale; l'energia intesa come espressione del sé attraverso le esperienze quotidiane.
Capriola è amica del vento anche se lui a volte la “schiaffeggia”, è sua amica perché insieme vivono fantastiche avventure.
Capriola però non è la sola figlia del ciliegio, ci sono anche le sue sorelle, ognuna con delle caratteristiche ben precise proprio come accade in ogni normale famiglia. C'è Ombretta la più timida e riservata che, non a caso, occupa un posticino discreto sull'albero, quasi nascosto, ma vicino al cuore di suo padre. Un giorno riesce a percepire uno strano sospiro, coglie un ritmo diverso nel battito del suo cuore e capisce che per qualche motivo lui è preoccupato. C'è poi Solemio, dal nome quantomai esplicativo, che adora essere baciata dal sole, ne è addirittura innamorata e da “persona innamorata” teme un prolungato distacco dal suo amato, “Palla di fuoco”. Amicastella invece è amante del buio e paziente attende l'arrivo della notte per conversare con Stella, la sua migliore amica. C'è infine Bandiera, la forte e caparbia Bandiera che sventola riscaldata dal sole o baciata dalla luna. Bandiera che vibra dolcemente per il vento marzolino e si agita sotto la fredda tramontana, ma testarda resiste. Resiste perchè vuole sapere cosa c'è dopo...
Com'è la vita di tutte queste foglie sul loro albero padre? Cosa le accomuna e cosa le distingue? Ce n'è forse qualcuna che, per qualche motivo, sarà protagonista della storia?
Cari lettori, grandi e piccini, lo scoprirete leggendo questa meravigliosa storia del maestro Mario Lodi che, come in tutti i suoi libri, regala preziosi momenti di riflessione, di apprendimento ma anche piacere nel poter vivere in prima persona le stesse emozioni dei suoi personaggi.
Buona lettura!



trad. di Ilaria Biondi
Ilaria Biondi, si laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Bologna. Durante il Dottorato di Ricerca in Letterature Comparate vive per lunghi periodi in Francia, dove approfondisce la conoscenza della lingua francese. Si occupa di traduzione letteraria e critica della traduzione, di letteratura francese e belga (in lingua francese) e letteratura tedesca dell’Ottocento. È appassionata di letteratura fantastica , science-fiction, letteratura al femminile, di viaggio, per l’infanzia e poesia.
Raymond Radiguet. Giovinezza perduta, eterna giovinezza, Delta Editrice.

Mario Lodi était un homme, un repère, un maître. Né en 1922 dans l’entre-deux-guerres, il a passé toute sa vie à améliorer l’existence humaine.
Engagé depuis son plus jeune âge dans de différentes activités culturelles pour les plus jeunes, il est recruté comme professeur des écoles titulaire quand il n’a que 24 ans.
Il avait compris que pour construire un avenir meilleur il fallait commencer par les enfants, par l’enfance.
“J’aurais voulu être un menuisier” disait-il dans une de ses dernières interviews, mais il n’aurait pu être qu’un maître, comme il était un maître de vie et de pensée.
Il était une personne qui observait les enfants, les écoutait et les laissait libres de s’exprimer en comprenant leurs pensées, émotions et initiatives.
Chers lecteurs, aujourd’hui je voudrais vous parler d’ “une fable véritable parce qu’elle naît de la réalité de la nature, que les enfants observent dès leur naissance.”
Ils’agit d’un projet entièrement réalisé avec les élèves de l’école de Vho de Piadena et c’est peut-être, avec “Cipì”, le livre le plus connu du maître Lodi.
Je parle là de “Bandiera” (“Drapeau”) publié par Einaudi Edizioni.

“Il était une fois une branche qui regardait vers le ruisseau et juste au sommet de la branche il y avait une feuille qui, on ne sait pas pourquoi, bougeait tout le temps.”

C’est par cette description qu’on présente Capriola (Culbute), la fille gaie et sympathique du grande cerisier qui, un beau matin de printemps, commence à se réveiller.
Mais qui est-ce Capriola? Est-ce une simple feuille? Bien sûr que non, Capriola est comme une “jeune fille”: pleine de vie, gaie, curieuse et un peu espiègle.
Elle est l’emblème de l’énergie, aptitude naturelle à chaque enfant; énergie comme mouvement physique mais aussi comme ferveur intellectuelle; énergie comme expression de soi à travers les expériences quotidiennes.
Capriola est l’amie du vent, même si quelquefois il la “gifle”. C’est son amie parce qu’ils vivent ensemble des aventures merveilleuses.
Mais Capriola n’est pas la seule fille du cerisier, il ya ses sœurs aussi, chacune desquelles a des qualités particulières, exactement comme il se passe dans toute famille normale.
Il y a Ombretta (Petiteombre), la plus timide et réservée des sœurs, celle qui, non sans raison, occupe une petite place discrète sur l’arbre, presque cachée, mais toute proche du cœur de son père.
Un jour elle arrive à apercevoir un soupir étrange, elle saisit un rythme différent dans son coeur qui bat et elle comprend par là qu’il est inquiet …
Il y après Solemio (Monsoleil), au nom très explicatif, qui adore être embrassée par le soleil, elle en est même amoureuse et, en tant que “personne amoureuse” elle craint une séparation prolongée de son chéri, “Palla di fuoco” (Boule de feu).
Amicastella (Amieétoile) aime par contre l’obscurité et elle attend patiemment la tombée de la nuit pour bavarder avec Stella (Étoile), sa meilleure amie.
Il y a enfin Bandiera (Drapeau), le drapeau fort et têtu qui flotte tout en étant rechauffé par le soleil ou embrassé par la lune. Bandiera vibre tendrement à cause du vent de mars et s’agite sous le vent froid hivernal, mais résiste, résiste obstinément, pour savoir ce qu’il y a après …
Elle est comment la vie de toutes ces feuilles sur l’arbre-père? Qu’ont-elles en commun et qu’est-ce qui les différencie? Y en a-t-il peut-être quelques-unes qui, pour quelques raisons, deviendront les protagonistes de l’histoire?
Chers lecteurs, grands et petits, vous allez le découvrir en lisant cette histoire merveilleuse du maître Mario Lodi qui, comme dans tous ses autres livres, nous offre des moments précieux de réflexions et d’apprentissage mais aussi le plaisir de pouvoir vivre en première personne les mêmes émotions que ses personnages.
Bonne lecture!



trad. di Rosaria Pepe
Si divide fra Napoli che adora e Sydney dove riesce a concentrarsi su ciò che ama, la scrittura. Viaggiatrice inquieta e avida di storie, dopo la Maturità classica ha conseguito la laurea in Lingue e Letterature Straniere, seguita negli anni da una seconda laurea in Scienze Infermieristiche. Questo le ha permesso di realizzare un sogno: viaggiare per conoscere, comprendere e donare. Le emozioni, le sensazioni e le storie si sono accumulate rendendo difficile il trattenerle.

Mario Lodi was a man, a landmark, a teacher. He was born in 1922, between the two world wars and he spent his life trying and improve human existence. At twenty four years old he was appointed tenured teacher. He believed that to create a better future, it was important to start from childhood. He was involved with a number of cultural activities for children.
In one of his last interview he said “I wanted to became a carpenter”, but he could only be a teacher, he was a life mentor. He used to observe children, he listened to them letting them express their feelings freely to capture their thoughts and emotions.
Today, dear readers, I would like to talk of  “..a true fairytale because it is born from nature which children observe”. It is a work entirely realized with the students of the Vho school of Piadena. Together with “Cipì”, they are the two most famous books of the teacher from Lodi. I am talking of “Flag” by Einaudi Publishing.

“Once upon a time, there was a branch that looked toward a creek. Just at the tip of it, there was a leaf which could never be still”. 

This description introduces Flip, the merry and friendly daughter of the big cherry tree which is waking up on a beautiful spring morning. Who is Flip? Is she a simple leaf? Surely not, Flip is a “girl” full of life, merry, curious and a bit of a rascal.
She is the symbol of the energy of every child, which is expressed through daily experiences. Flip is friends with the wind, although he “slaps” her at times. She is his friend because they live fantastic adventures together. Flip is not the only daughter of the cherry tree, there are also her sisters. Each one of them has her own traits just like in every other family.
There is “Little Shadow’, the most shy and reserved, who lives in a small, hidden place on the tree, but very close to his heart. One day, she feels a strange sigh, a different rhythm of his heart. She understands that he is troubled for something…
There is Mysun, which loves to be kissed by the sun. She is in love with him and is fearful of a long separation from her beloved “Ball of fire”. Friend of the star instead, loves darkness. She awaits the night to talk to Star, her best friend. Then there is Flag, the strong and hardheaded one that flutters in the sun or is kissed by the moon. She vibrates in the gentle wind and then shakes herself in the northerly wind. She is hardheaded and she holds on because she wants to know what there is next…
How is the life of all these leaves on their father tree? What are their similarities and their differences? Is there one of them which will become the main character of the story? Dear readers, young and old, you will discover it by reading this wonderful story by the Teacher of Lodi. He gives all of us precious moments and the desire to live the same emotions of the characters described in his books.
Happy reading!




Liliana Sghettini
Dottore Commercialista. Appassionata lettrice, si avvicina alla scrittura con alcune pubblicazioni di racconti brevi e scritti epistolari.
Impegnata nella scuola come rappresentante dei genitori, si interessa di pedagogia, didattica e psicologia.
Scrive recensioni, racconti, poesie e favole in compagnia di sua figlia, fonte inesauribile di ispirazione oltre che compagna di lettura.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...