• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Renata Morbidelli: "Il sogno dell'isola" di Tamara Marcelli

Il libro "Il sogno dell'Isola" di Tamara Marcelli è un vortice di emozioni che avvolge, sorprende e travolge il lettore dalla prima all'ultima pagina. 
Tara, la protagonista, non è una donna facile. Convive, da sempre, con le sue paure e i suoi demoni interiori che celano un profondo desiderio di essere amata così com'è: fragile e imperfetta
Nell'ambiente di lavoro, trova il primo dei suoi angeli, a mio parere il più importante: Laurence. Il suo incondizionato amore, insieme a quello delle sue piccole stelle Leon e Toby, la rendono più forte, o meglio, fanno sì che la protagonista inizi, non senza ricadute e resistenze, a prendere coscienza di sé. 
Inizia, così, il suo viaggio interiore che la porterà alla propria rinascita personale che avverrà anche, e soprattutto, grazie le sue due piccole Stelle, i suoi bimbi dei sogni
Con la sua sensibilità, la protagonista riesce a “vedere”, in una specie di visioni oniriche i suoi futuri figli: bellissimi e con due occhioni azzurri che la guardano con amore. La strana certezza che quei due bimbi un giorno saranno tra le sue braccia, la rendono una guerriera. Affronterà ogni rischio con coraggio e straordinario amore, appoggiata sempre dall'inseparabile Laurence, per poter stringere al petto quei due bambini che le appaiono in sogno e che le danno la forza ancor prima di aver la certezza di essere incinta. 
In ogni frase del romanzo, la scrittrice ci porta a vivere, come se fossimo accanto alla protagonista, ogni emozione (bella o brutta che sia), ogni respiro, lacrima, sorriso, sogno, paura e speranza. Il cuore ci si stringe a ogni ecografia ed esame a cui Tara si sottopone. Ogni dolore, fisico o emotivo, della protagonista diventa anche il nostro. La stessa cosa accade per le gioie e le speranze. 
Insomma, “Il sogno dell'Isola” è un vero e proprio turbine emotivo che trascina e coinvolge il lettore dalla prima all'ultima frase. Brava, Tamara Marcelli!


Questa e' la storia di due stelle e di un sogno.
La gioia, la disperazione riversate in queste pagine. Mentre nel mondo reale appare imperturbabile. Tante emozioni, talvolta contrastanti, ma la certezza che solo una e' rimasta nell'anima, fissa, indelebile: la vita chiede di essere vissuta.
"Ciò che non uccide, fortifica" , sembra il principio ispiratore di questo romanzo.
È la storia di Tara, la protagonista instabile e romantica, perennemente inquieta, innamorata della Vita, dell'amore e dell'arte. Il suo incontro con un Poeta, con un Musicista e con Laurence, l'uomo che diventerà il suo alter ego e la salverà dall'autodistruzione.
I temi: L'amore, L'Arte.. Il rapporto conflittuale con il cibo. Un bambino a tutti i costi, un forum di donne, l'amore per gli animali, Il rapporto conflittuale madre-figlia, le stelle, la neve, il sogno...
Ogni capitolo si apre con una frase, una poesia o una canzone che introducono il tema affrontato. Espressioni significative nella vita della protagonista ed emblematiche del suo mondo interiore. Rappresentano una sorta di colonna sonora.
Questo romanzo non è semplicemente il racconto di una storia d'amore, in tutte le sue accezioni, ma piuttosto quello di una vita che si interseca con molte altre. Una vita vissuta intensamente, spesso con dolore, osservata e scandagliato nelle sue molteplici sfumature.
È la storia di un sogno che, una volta raggiunto, chiude il cerchio e rivive, tra sfigurandosi, nella vita di nuovi occhi verdi.

di Tamara Marcelli | Montag | Romanzo
ISBN 978-88-68920-97-5 | cartaceo 16,00€ Acquista 



Renata Morbidelli
Fin da giovanissima, mi sono cimenta, solo come diletto personale, nella composizione di poesie. L'incontro con i poemi epici di Omero, le leggende del circuito arturiano e di altri personaggi della letteratura britannica suscitano in me un crescente interesse.
Il cavaliere di fuoco, Narcissus Selfpublished.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...