• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

I papà che non ti aspetti, di Ornella Nalon

papà-padri

Come si è evoluta la figura del padre nella famiglia? Dal severo supervisore del rispetto delle regole, al tenero alleato, comprensivo e partecipe.

Se prendiamo in esame gli ultimi venti, trent’anni, siamo testimoni di quale progressiva mutazione abbia subito la famiglia occidentale. Dalla sua originaria funzione di carattere prettamente normativo, si è indirizzata verso un orientamento di ordine affettivo
I ruoli di tutti i suoi attori sono cambiati a partire dal figlio che non è più visto come un essere che ha soltanto bisogno di cure materiali ma anche e, soprattutto, come un individuo, con una propria personalità e sensibilità.
La mamma si è trasformata da semplice balia a educatrice/amica che insegna, come sempre, le regole di comportamento e i valori, ma in maniera meno autoritaria; è diventata più disposta al dialogo e al confronto e, ammettiamolo, anche alla tolleranza. 
Tuttavia, la figura che maggiormente è stata oggetto di sostanziali mutamenti, è quella del padre. Il suo modello severo, assolutistico, di garante e supervisore del rispetto delle regole, si è notevolmente addolcito, lasciando il posto a un alleato comprensivo, più disposto alla partecipazione e alla condivisione.
Sono finiti i tempi in cui la madre, incapace di imporsi ai figli, pronunciava la frase minacciosa: “stasera lo dirò a tuo padre”, convinta che servisse da deterrente alle loro monellerie. 

papà-alternativo-punk

Il padre attuale è più tenero e presente con il bimbo, non si sente più minacciato nella sua mascolinità mostrandogli i sentimenti che prova per lui, né interscambiandosi con la moglie in alcuni ruoli che precedentemente erano una sua esclusiva prerogativa.

Ci si potrebbe chiedere se, essendo così poco definiti i ruoli tra padre e madre, non possa sorgere il rischio di creare qualche scompenso formativo nel figlio. Personalmente non lo credo. Anche se la genitorialità viene espletata da entrambi i genitori, la loro differenza di genere implica necessariamente un diverso approccio con la prole.
Padre e madre hanno due modi diversi di relazionarsi ai figli, diverso è il linguaggio vocale e del corpo, differenti gli stimoli e i modelli di riferimento. Dunque, due figure distinte e complementari
Che poi, aldilà di ogni altra ragionevole e legittima considerazione, ritengo che gli aspetti più importanti nella mansione formativa di entrambi i genitori siano quelli dell’amore incondizionato e del buon esempio. 
A conclusione, auguro a tutti i papà di potere essere fieri di se stessi, un giorno, per avere cresciuto dei figli moralmente e intellettualmente onesti, perché solo così si potrà mettere in moto una catena generazionale che avrà la facoltà di far diventare il mondo un posto migliore.

padre fatherpapà

padre-papàpadre-tatuaggifather-tatoo



Ornella Nalon
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie.
Quattro sentieri variopinti”, Arduino Sacco Editore
Oltre i Confini del Mondo”, 0111 Edizioni
Ad ali spiegate”, Edizioni Montag
Non tutto è come sembra”, da 0111 Edizioni.

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...