• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Poesia] Pay with a poem: la poesia come moneta di scambio nelle caffetterie, di Stefania Bergo

Pay-with-a-poem-#Paywithapoem

Pay with a poem: dal 2015, l'evento promosso dalla Julius Meinl, fondata nel 1911 a Vienna: una poesia in cambio di un caffè.

La Julius Meinl ha sede a Vicenza ma la storica casa madre si trova a Vienna, dove, nel 2012, ha festeggiato i 150 anni dalla fondazione.
La sua idea è molto semplice e al tempo stesso geniale: associare il caffè, la bevanda preferita dagli scrittori che trascorrono le notti alla stesura dei manoscritti, la bevanda che più diffusamente popola il nostro quotidiano, alla cultura, alla poesia per la precisione. E infatti, l'evento non poteva aver luogo che oggi, Giornata Mondiale della Poesia. L'iniziativa avviene in tutto il mondo ed è sempre più grande. Ogni anno vengono coinvolti sempre più paesi e caffetterie.
Ma come funziona? Semplice: basta pagare il proprio caffè Julius Meinl con una poesia.
Potete trovare la caffetteria che aderisce all'iniziativa più vicina a voi a questo link.
Noi sogniamo un posto dove il denaro venga sostituito dalle emozioni. Un mondo migliore. Per un giorno, stiamo cambiando la moneta di scambio nelle caffetterie in tutto il mondo. E un caffè o tè Julius Meinl verrà pagato con una vostra poesia.
#PoetryForChange
Gli argomenti sono liberi, non necessariamente legati al tema caffè. Ci si può far ispirare dalle cose più semplici o riversare, anche solo su un tovagliolino, un messaggio che da tempo ci portiamo nel cuore. Le poesie, poi, verranno raccolte e si darà seguito a un libro che riporterà le più significative, valutate da una commissione internazionale.
Non siamo tutti uguali. Abbiamo professioni e abitudini differenti. Viviamo in diversi luoghi del mondo e parliamo lingue diverse. Ma c’è una potente voce interiore che non può perdersi in alcuna traduzione. La voce dei nostri sentimenti.
Perché siamo tutti poeti nell’anima.
Per maggiori dettagli sull'evento: www.meinlcoffee.com.



Ogni anno, vengono designati degli ambasciatori di poesia nel mondo. 

  • 2016.
    Ambasciatore globale: il poeta Robert Montgomery.
  • 2017.
    Ambasciatore globale: il poeta Maxime Buchi, fondatore e direttore creativo della rivista culto e del negozio di tatuaggi Sang Bleu.
    Ambasciatore italiano: il poeta “pop”, scrittore e performer torinese Guido Catalano, cui si uniscono La Pina, speaker radiofonica tra le più amate, e l’artista calligrafo Luca Barcellona.
    Scopri come partecipare all'esclusivo party di Milano a Maggio, dove interpreteranno, con i loro diversi codici artistici, le poesie più belle raccolte il 21 marzo.

Anche il nostro Caffè Letterario, una moderna caffetteria densa di cultura, si unisce alla bella iniziativa. Lasciate quindi che vi offriamo qualche caffè (virtuale), pagandolo con poesia sonante.



Dolce sposa

Curve sinuose
Spuma nervosa
Piccole cascate
Limpide

Un punto rosa
In mezzo alla tempesta
Immobile
Sicuro

Quasi una certezza

Non c'è onda Non c'è vento che lo spaventa

Lì solo in mezzo a quel blu cangiante solo sotto quel grigio soffice

Tra attimi che durano un'eternità
Lì dove l'occhio rimane rapito
E si perde
Sognando

da "Il blu che non è un colore" di Tamara Marcelli


Arcobaleno

A noi ti rivelasti o arco!
sorriso di colori
nel cielo cinereo marzolino
Arcobaleno regnasti solenne,
inviolabile perfezione
Incendiasti gli animi spenti
a nuove speranze



Primo giorno di primavera

È inutile che pensi a parole
che t’arrechino gioia
quando sei tu coi tuoi sensi
gioia per me,
e la mia nostalgia vanta il conforto
dei pensieri suadenti per te.
Primo giorno di primavera ancora,
un’orchestra di colori e sensazioni nuova.



Quanto male

Quanto male procurano le mani,
lividi, escoriazioni
che cambiano forma e poi si rimarginano.

Quanto male procurano i gesti,
intangibili, apparentemente, squarciano l'anima
che mai potrà tornare come era.

Quanto male procurano i silenzi,
colmi di significato
ma cieco labirinto
per chi non sa orientarsi.

Quanto male..........



Flora

Leggera,
come la mite brezza di marzo,
poso i miei piedi nudi sulla terra.
M'accarezzano le caviglie i fiori
che sbocciano al mio passare
ed inebriano i miei sensi
i loro profumi.
È la vita che rinasce
e si riempie di colori.



In punta di piedi

Appari e scompari alla finestra del cuore.
Infinita dolcezza
di parole sussurrate.
Sorriso lontano
mi disseti con acqua di fiaba,
profumo di vita
in questa folle primavera.



Stilizzati Diaframmi

È lo specchio
che spinge
le mie dita
a sfiorare
la tua pelle
di nuvola.

Sorridi.

Leggera
come un velo
che si deposita
sotto i miei occhi.

Malizia.

È il riflesso
della tua anima sensuale
che mi fa assaporare
la carne,
due gocce di Eros
tra le due gambe.

Stilizzati Diaframmi
di voluttà riflesse.





Le porte del tempo

Asciugherà il tempo le mie lacrime?
O il suo insipido trascorrere
rinnoverà il mio dolore?
Quando il cuore
riuscirà finalmente a dormire
senza sussultare per indicibili incubi?
A ogni mio nuovo risveglio
crolla una parte d'anima
e i frammenti ai miei piedi
mi impediscono di camminare.
Formano una gelida muraglia,
una straziante fortezza
di specchi in frantumi.
Ed io, imprigionata,
non riesco a respirare
e a vedere oltre.
Ma... cosa c'è oltre?
Ancora specchi,
cocci freddi e taglienti,
polvere di sogni perduti
prima ancora di essere vissuti.



Stefania Bergo
Non ho mai avuto i piedi per terra e non sono mai stata cauta. Sono istintiva, impulsiva, passionale, testarda, sensibile. Scrivo libri, insegno, progetto ospedali e creo siti web. Mia figlia è tutto il mio mondo. Adoro viaggiare, ne ho bisogno. Potrei definirmi una zingara felice. Il mio secondo amore è l'Africa, quella che ho avuto la fortuna di conoscere e di cui racconto nel mio libro.
Con la mia valigia gialla, StreetLib - Collana Gli scrittori della porta accanto (seconda edizione).

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO