• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Solo un assaggio: un estratto di "Volevo un marito nero" di Valentina Gerini | #3


La chiesa aveva sul retro una piccola stanza spoglia, dotata solo di una grande lavagna appesa al muro, che fungeva da scuola. Avemmo la fortuna di assistere a una lezione di inglese. Bambini di tutte le età, scalzi e seduti per terra, ripetevano come pappagalli le frasi che l'insegnante diceva loro. 
Visitammo anche qualche casa. Le signore, gentili e ospitali, ci facevano entrare e ci offrivano quella poca frutta che avevano appena raccolto. Le famiglie vivevano in capanne costruite con fango e legna, un tetto di foglie di palma essiccate le proteggeva dalle piogge. All'interno i letti erano ricavati da foglie di palma e paglia adagiate sul terreno battuto, la cucina era un semplice fuoco circondato da pietre. L'armadio era una sacca di tela attaccata al muro tramite dei legni. Non c'era acqua né elettricità. Un solo pozzo, distante qualche chilometro, forniva acqua potabile a questo villaggio e ad altri nelle vicinanze. 
Fu spiazzante vedere con quanto poco vivessero le persone di questi paesi, in quali condizioni fossero costrette a farlo, e paragonarlo al tenore di vita al quale noi siamo abituati. La realtà, nuda a cruda, che ti si para davanti agli occhi ti fa provare un immediato disagio e rifiuto della società, rifiuto di tutte le cose inutili alle quali noi siamo legati e cui pensiamo di non poter fare a meno. Purtroppo questo rifiuto spesso dura ben poco, il tempo di tornare alle proprie case e il tran tran della nostra vita ci fa dimenticare quasi tutto. 
Mi ripromisi che certo, non avrei potuto cambiare il mondo, ma avrei cercato di vivere con molto meno di quello a cui ero abituata e di trasmettere queste verità a chi mi stava vicino.


Titolo:  VOLEVO UN MARITO NERO
Editore:  0111 Edizioni
Genere: Romance
ISBN: 978-88-6307-616-5


About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...