• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Solo un assaggio: un estratto di "Sinfonia nera in quattro tempi" di Tiziana Viganò | #1


Mentre la Hofer viva e Anna morta prendevano la via dell’ospedale, un compagno della Scientifica, sdraiato per terra, guardava e sorrideva a qualcosa nascosto sotto un cassettone antico con i piedini bassi.
“Adelio vieni qua, sei tu l’esperto di felini!!”
Il gattone stava completamente appiattito, con gli occhi rotondi, enormi e fosforescenti, i canini ben visibili e soffiava; appena vide anche Adelio cominciò ad allungare una zampa ben armata.
“Questo sì che è un testimone importante: e sarà più difficile che catturare l’assassino! Datemi un paio di guanti robusti” rise il maresciallo molto divertito: i gatti erano una sua passione.
Impiegò parecchio a stanare quel “Cuor di Leone” che, appena tirato fuori dal suo nascondiglio, come un fulmine scappò via terrorizzato dalla stanza in un turbine di pelo volante.
“Per fortuna abbiamo finito i rilievi! questo vuol dire contaminare la scena del delitto!” bofonchiò un carabiniere della Scientifica, ma continuò comunque a esaminare tutto, non ancora soddisfatto.
Adelio si asciugava il sudore provocato dalla caccia grossa e il sangue da un graffio che, nonostante le precauzioni, lo aveva raggiunto, e stava facendo il panegirico dei gatti a Totò:
“Che animali di carattere! è impossibile piegarli al nostro volere anche se noi siamo così grandi e grossi. Oddio, questo non è tanto piccolo, peserà almeno 12 chili, hai visto che esemplare? è uno splendido Maine Coon, pelliccia favolosa, come una piccola lince selvatica.”
“Maresciallo!” era l’ostinato tuta bianca della Scientifica “Guardi, ho trovato dei capelli in mezzo a quei peli: alcuni sembrano rossi come quelli della donna, ma uno è bianchissimo, lungo”.
[...]
Il funerale di Anna era stato allestito nella villa dei vicini dove si erano trasferiti Giorgio, Mauro e il gatto Gale, dato che la loro casa era ancora sotto sequestro: c’era stata una grande amicizia tra le due coppie.
Molte persone erano venute, amici, parenti, colleghi, conoscenti, gente comune. Il lavoro dei carabinieri non era facile in mezzo a quella folla: ognuno di loro si era prefissato obiettivi diversi e cercava di tenere tutto sotto controllo.
Mentre Totò tallonava il marito che se ne stava affranto in mezzo alla gente, Adelio era attentissimo a Paolo De’ Carli e alle mosse furtive e silenziose del gatto.
A un certo punto lo psichiatra cacciò un urlo e tutti puntarono gli occhi su di lui.
Rusconi non poté fare a meno di sorridere, perché, dal suo punto di vista, in pochi secondi era successa una cosa importantissima. Dopo aver studiato a lungo la sua preda, Gale si era avventato sulla gamba di Paolo, arrotolandosi, colpendo e affondando denti e artigli affilati come rasoi. Poi si era staccato ma era rimasto vicino alla vittima del suo agguato, col pelo ritto, mostrando il fianco in tutta la sua grandezza e soffiando come una tigre: faceva saltelli sulle quattro zampe in una pantomima che sembrava un po’ ridicola e un po’ spaventosa. Nessuno poteva aspettarselo, ma fece un altro agguato alla sua vittima e poi si dileguò con la velocità di un fulmine, lasciando tutti a bocca aperta, mentre Paolo urlava e sanguinava abbondantemente.
Totò si avvicinò subito all’amico con sguardo interrogativo:
“Non ti avevo detto che il gatto sarebbe stato il nostro miglior testimone?” fece Adelio soddisfatto.
Giorgio intanto si avvicinava alla vittima dell’agguato
“Non è mai successo...è nervoso perché da tanti giorni non sta nella sua casa” disse freddamente poi se ne andò via lasciando che Paolo, sanguinante e furente, se ne andasse solo come era venuto.
Le esequie continuarono dopo l’incidente.


Titolo:  SINFONIA NERA IN QUATTRO TEMPI
Editore:  0111 Edizioni
Genere: Racconti | Giallo psicologico | Noir
ISBN 978-88-6307-971-5

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...