• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Professione lettore] L'editoriale di Giulia Mastrantoni: 5 iniziative (più o meno) assurde o geniali per promuovere la lettura


Si sa che quando c’è la creatività, nulla è impossibile. Ed è attraverso iniziative creative e impensabili che in vari posti del mondo si è deciso di rilanciare la cultura. Vi raccontiamo di cinque iniziative volte a promuovere la lettura che ci hanno colpito.

Biblio-omogenizzati. Si tratta di libri in tutto e per tutto simili al cibo per bambini. "Melileggi" è la linea di omogenizzati edita dalla San Giorgio ragazzi di Pistoia. Gli ingredienti? «Un quantitativo calibrato di immagini - rigorosamente espresso in percentuale sull'etichetta del prodotto, succo del racconto concentrato, piacere all'ascolto e stimolo al sorriso». Leggere l'etichetta per credere.

Espresso Book Machine. L'Espresso Book Machine ha come obiettivo soprattutto la facilitazione alla fruizione. In che senso? Si tratta di una macchina che stampa e rilega volumi in pochi minuti. L'obiettivo è aiutare tutte quelle case editrici che non hanno dalla loro i grandi numeri. Infatti, i piccoli editori non hanno sempre vita facile nel rifornire le librerie con i libri all'interno del loro catalogo. Anche laddove è possibile effettuare un ordine, non è detto che il volume arrivi con celerità. Ecco, allora, che l'Espresso Book Machine svolge un lavoro prezioso quanto rapido: procurare libri. I database della Book Machine possono contenere anche 7 milioni di libri. Ci sono dieci Book Machine in Europa, di cui una al punto Mondadori in piazza Duomo a Milano.

A Buenos Aires. Lo scorso anno, a Buenos Aires, un teatro è stato riconvertito in libreria. Il Grand Splendid, in Santa Fe Avenue, ha un passato ricco di spettacoli, sia teatrali che di danza - è stato persino la sede di un'emittente radiofonica. Oggi è una libreria, rimodernata dall'architetto Fernando Manzone, che punta a divulgare la cultura letteraria e musicale. Invogliare a leggere grazie a un ambiente bellissimo e fiabesco si può.

A Stoccarda. La biblioteca di Stoccarda ha una stanza vuota per pensare. Riflettere su ciò che si è letto è fondamentale. A Stoccarda, tutti hanno la possibilità di raccogliersi nel silenzio e nell’ordine delle quattro pareti bianche che delimitano il cuore della biblioteca. In quello spazio, si può riflettere per quanto tempo si desidera su tutto ciò che si desidera.

Letture bendate. Bendarsi e abbandonarsi al piacere della lettura. Non ci avevate mai pensato? A buio si vedono suoni, voci e scenari che gli occhi non possono percepire. Ascoltare una voce che narra di posti lontani, di vicende intrigate e di personaggi più o meno simili a noi è terapeutico quanto rilassante. Si svolgono a Milano, dove Marcos y Marcos, promotore di eventi letterari, ha avuto quest’idea. E possono partecipare proprio tutti, dai bambini ai curiosi. Insomma, gettarsi nell’universo delle favole è più facile (e originale) che mai. Cosa aspettate?





Giulia Mastrantoni
Da quattro anni collaboro all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrivo per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare.
Dopo aver trascorso un periodo in Inghilterra, ho iniziato un periodo di studi in Canada, ma, dovunque sia, scrivo.
Misteri di una notte d’estate, ed. Montag.
One Little Girl – From Italy to Canada, eBook selfpublished.
Veronica è mia, Pensi Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...