• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Anteprima: Aldo Parisi racconta "La Nuova Era", nell'intervista di Elena Genero Santoro

LA NUOVA ERA  
di Aldo Parisi
Selfpublishing
Romanzo
ISBN 9788891148841
ebook 1,99€ | Acquista 
cartaceo 15,00€ | Acquista

Simone Allegretti è giovane ma si è macchiato di un tremendo delitto. Ha ucciso un vampiro, suo amico, per pietà. Anziché essere ucciso dal maestro dell'amico, viene introdotto in una società occulta, frutto di un patto tra uomini e vampiri e ne diverrà custode, nel perenne dilemma di chi sia vera preda e chi sia vero predatore.
 Tra attentati, giochi politici e realtà alternative, l'onorevole Allegretti dovrà combattere contro un'ombra che minaccia l'intera umanità. La depravazione e la degenerazione del potere.
Perché il potere logora. È giunta la Nuova Era.


L'autore racconta...


Raccontaci qualcosa di te: chi è Aldo Parisi nella vita di tutti i giorni?
Una persona con cui scambiare sempre due chiacchiere, una persona che si interessa alle cose della vita, una persona a cui piace informarsi, leggere e scrivere. Certo la scrittura non è un hobby, ma una passione, una bellissima sensazione che scorre tra le dita. Come la vita. Per il resto la quotidianità di Aldo è casa, lavoro, famiglia e amici, come tutti.

Questo è il primo romanzo che pubblichi?
Sì ed è grazie ad una cara amica che mi ha spinto a partecipare ad uno dei più importanti premi letterari (se non il più importante) di questo genere. Lei ha avuto fiducia nel romanzo e in me così mi sono messo in gioco arrivando tra i primissimi finalisti su oltre 500 opere. Era la prima volta che partecipavo ad un concorso, che mi mettevo in gioco, anche se ho già scritto altri due romanzi e una raccolta di racconti.

Veniamo al libro, “La Nuova Era”. Com’è nata l’idea?
In dieci secondi. Ecco come è nata. E' stata come una visione. Io volevo parlare della nostra società, dell'indecifrabile limite che c'è tra bene e male, volevo dire la mia opinione sulla deriva sociale e umana nella quale stiamo sguazzando senza rendercene conto o quasi. In realtà la “visione” del libro “La Nuova Era” era soltanto una parte, perché la storia si snoderà su tre livelli. In sostanza la visione di questo libro è stata solo di tre secondi.

E’ un horror, thriller, con elementi fantasy. Ci racconti di che cosa parla?
E' tutto questo, ma è soprattutto fantapolitica il cui genere sta uscendo piano piano, basti pensare a film come Attacco al potere o al telefilm House of Cards. Il protagonista è un antieroe, un uomo comune, di bassa estrazione sociale, con il solo pregio di avere avuto pietà della condizione vampiresca di un amico, arrivando ad ucciderlo per porre fine alla sua miserabile condizione. Ciò aprirà al protagonista, Simone, una strada inimmaginabile e senza ritorno, portandolo a contatto con istituzioni pubbliche, umani, ed occulte, vampiri, fuse, confuse e di volta in volta in contrasto per il mantenimento del potere, dalle quali ben presto se ne discosterà andandone in completo contrasto, anche e soprattutto a causa delle sue scelte, dettate da nobile animo ma pericolose per l'ordine precostituito da umani e vampiri. Il potere non lo perdonerà e il protagonista ne verrà estromesso, portando il romanzo ad un drammatico finale.

Qual è il target a cui ti rivolgi? Che tipo di lettori ambisci a conquistare?
Sicuramente è un romanzo particolare ed è rivolto perlopiù ad un pubblico maschile, anche se ci sono continui rimandi a sentimenti come amore, famiglia, amicizia. Piacerà sicuramente a chi ama e a chi odia la politica, a chi ama i personaggi lacerati tra bene e male, a chi ama vampiri nettamente diversi da quelli letti e visti negli ultimi anni. Lo consiglio a chi piace l'azione e a chi vede l'apocalisse in questi tempi così incerti per l'umanità e la nostra società. Età: dai 16 anni fino a quando gli occhi sono in grado di leggere. Non siate timorosi, non è il solito libro sui vampiri. Anzi.

Quanto ti ha coinvolto intimamente la stesura di questo romanzo? C’è qualcosa di autobiografico?
A parte una estrema critica alla società moderna sempre più orientata al relativismo, i personaggi del libro vivono di vita propria. A volte sono semplici comparse, come avviene per tante persone nella nostra vita, a volte invece ricoprono ruoli importanti e decisivi, come la moglie, il marito, il fratello o l'amico intimo. Di autobiografico potrei dire che sono un vampiro, ma la realtà è che siamo un po' tutti vampiri ed umani e che viviamo cercando di soddisfare la nostra sete di interesse.

Per scrivere questo libro hai dovuto svolgere delle ricerche?
Adoro questa domanda. E' la più bella e stimolante che mi hanno fatto! C’è una parte del libro per la quale ho studiato libri di medicina per capire l’azione di virus e batteri. Ma non solo. Ad esempio le location sono molto importanti e il protagonista si muove tra l’alta Versilia, Roma, uno sperduto paesino croato chiamato Knin, il White Sands National Park a La Cruces/Alamogordo, New Mexico, e New York negli Stati Uniti. E’ importante studiare e svolgere ricerche, soprattutto per romanzi come quello che ho scritto, perché a mio avviso le ricerche stimolano la fantasia e ci permettono di dare un senso reale all’opera. Uno scrittore non può scrivere qualcosa senza che abbia studiato ogni parte del suo romanzo.

Il tuo libro è anche fantapolitico. C’è qualche messaggio particolare che speri di comunicare attraverso questo romanzo? I personaggi e le situazioni sono emblemi di qualcosa?
Certo, anche se questo messaggio si annida, direi quasi subdolo, tra complotti ed azione. Questo romanzo è una critica a questa nostra società globale: in nome del potere i nostri politici ci vogliono più stupidi, senza istruzione, chiusi in noi stessi e con interessi futili che appaiono primari e non lo sono, perché così è più facile per loro plasmarci e manovrarci. Il problema arriva quando tutto il potere rischia di accentrarsi in una persona o in un gruppo elitario di persone che non hanno a cuore la collettività. Quello è il primo passo verso la conseguenza di un potere relativista, ovvero lo scoppio di conflitti violenti e potenzialmente autodistruttivi per l’umanità.

Il finale chi l’ha deciso? Tu o i tuoi personaggi?
Decisamente io. La scena finale è stata “progettata” volutamente in un teatro, visto come una rappresentazione della realtà. Il protagonista rimane intrappolato in una situazione che è causa altrui, che vive ma subisce e dalla quale cercherà in tutti i modi di uscirne.

Grazie per essere stato con noi, Aldo. In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri.
Grazie a voi!
Elena Genero Santoro
Ama viaggiare e conoscere persone che vivono in altri Paesi. Lettrice feroce e onnivora, scrive da quando aveva quattordici anni.
Perché ne sono innamorata, Montag
L’occasione di una vita, ebook Lettere Animate
Un errore di gioventù, 0111 Edizioni
Gli Angeli del Bar di Fronte, 0111 Edizioni.
Il tesoro dentro, 0111 Edizioni.


About Elena Genero Santoro

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO