• Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Caffè letterario] Le interviste di Silvia Pattarini: un caffè con Gerardo Monaco

Oggi il nostro caffè letterario è ben lieto di presentarvi un volto nuovo della letteratura italiana: è con noi Gerardo Monaco. Conosciamolo meglio!

Ciao Gerardo, e grazie per avermi concesso questa intervista. Per rompere il ghiaccio, visto che ci troviamo in un caffè letterario virtuale, permettimi di offrirti virtualmente un caffè, un the, una tisana, una bibita fresca o…  cosa preferisci?
Ciao Silvia. Da buon campano direi che un bel caffè sia l’aggregante migliore. Pertanto, proporrei di estendere l’invito a tutti gli amici del blog. Lascia però che sia io ad offrire…

Bene ora che abbiamo rotto il ghiaccio raccontami qualcosa di te. Chi è Gerardo nella vita di tutti i giorni?
Gerardo è un ragazzino di quarant’anni anagrafici e venticinque biologici, cronicamente affetto dalla sindrome di Peter Pan. Di giorno, reprime la sua vena artistica esercitando la professione di avvocato; di sera, le concede libero sfogo lavorando come musicista nel settore dell’animazione e dell’intrattenimento.  

Com’ è nata la tua passione per la scrittura?
Nel mio caso, non parlerei di passione per la scrittura, quanto piuttosto di attitudine alla scrittura. Come detto, svolgo una professione che è fatta essenzialmente di scrittura, sebbene strettamente legata ai tecnicismi ed alle esigenze del linguaggio giuridico. Tuttavia, nel confronto giornaliero con i colleghi, l’apprezzamento sistematico per i miei elaborati ha fatto sì che nascesse in me una piccola presunzione: se mai fosse saltata fuori una storia interessante da raccontare, probabilmente non avrei avuto difficoltà a metterla nero su bianco. La storia è arrivata nel 2011 e con essa, a dire il vero, tutte le difficoltà che probabilmente avevo sottovalutato. Non è un caso che abbia impiegato circa tre anni per completare il mio lavoro.

Per un esordiente il percorso da seguire prima di giungere all’ambito traguardo della pubblicazione non è affatto semplice, talvolta può rivelarsi tortuoso e complicato. Raccontaci la tua esperienza.
Personalmente, ho intrapreso la stesura del romanzo da profano. Intendo dire: non avevo conoscenze specifiche legate al mondo dell’editoria. Chiaramente, terminato il lavoro, sono emersi tutti quegli interrogativi che mi hanno indotto ad acquisire una serie di informazioni. Soprattutto attraverso internet, ho appreso che esiste una distinzione sostanziale tra grandi editori e piccoli o micro editori e che i grandi editori, di regola, non prestano particolare attenzione agli autori esordienti. Ho scoperto che tra i piccoli editori alcuni chiedono contributi economici agli autori, ai fini della pubblicazione. Per ragioni etiche e di portafoglio ho preferito puntare sui piccoli editori cosiddetti “free”. Alla fine, fra le proposte ricevute, ho scelto quella più confacente alle mie aspettative.



Il terzo seme del Diavolo
di Gerardo Monaco
Alter Ego Edizioni
Horror
ISBN 978-8893330138 
cartaceo 13,00€ Acquista

Veniamo al libro: a che genere appartiene, è un romanzo o un saggio e a che target di pubblico ti rivolgi?
Il terzo seme del Diavolo” è senz’altro un romanzo horror. Tuttavia, considero la classificazione di genere un fattore puramente commerciale. Non a caso, gli addetti ai lavori, che hanno avuto la possibilità di valutare l’opera prima ancora che diventasse un libro, hanno concordato sul fatto che il romanzo rappresenti in realtà una contaminazione di generi letterari differenti, inedita a suo modo, ma evidentemente efficace nell’economia della storia. Per cui ritengo che il target di lettura sia decisamente trasversale.

Il terzo seme del Diavolo è la tua prima fatica letteraria. Hai dovuto svolgere delle ricerche? Come ti sei documento in proposito?
Sebbene il titolo dell’opera contenga un chiaro riferimento alla figura del Demonio, il romanzo non intende assumere una dimensione satanica e non rivela poteri evocativi da parte mia. Il Diavolo è inteso da un punto di vista strettamente religioso, quale icona delle forze del male in contrapposizione alle forze del bene, la cui icona non può che essere Dio. Alla fine, mi sono ritrovato quasi involontariamente  a parlare di martirio e di apostasia, di libero arbitrio e capacità di discernimento; d’altro canto, essendo un agnostico dichiarato, ho dovuto approfondire delle tematiche non proprio familiari. Sintetizzando al massimo, potrei dire che “Il terzo seme del Diavolo” è un romanzo horror a sfondo religioso scritto da un non credente, il che rende l’idea del tempo che ho dovuto dedicare allo studio di argomenti per me assolutamente nuovi.

Come intendi impostare la promozione del tuo libro: ti impegni personalmente in presentazioni presso librerie, biblioteche e centri culturali , preferisci il web o, tutte le soluzioni possibili?
Partiamo da un presupposto: se calibriamo le aspettative su quella che è la dimensione dell’autore allora possiamo accontentarci delle classiche 200 copie, quelle che si vendono tra parenti, amici e conoscenti. Se si ha l’aspirazione di fare lo scrittore i numeri devono essere ben diversi, per cui la prima esigenza da soddisfare è senz’altro la visibilità. Il web da questo punto di vista è fondamentale, soprattutto se associato alla figura dei cosiddetti “influencer”.  I grandi numeri si fanno a partire dal momento in cui un libro cominci a vendersi da solo. È altrettanto vero che la spinta iniziale va data lavorando “porta a porta”. Per questo, sono aperto a qualsiasi iniziativa promozionale. 

Gerardo preferisce leggere alla vecchia maniera, sfogliando le pagine e annusando il profumo dei libri, oppure si è lasciata affascinare dalle innovative tecnologie e  legge gli ebook?
Come detto precedentemente, tra le mie tante occupazioni c’è la musica. Una differenza fondamentale tra la musica e la scrittura sta nel fatto che, con l’avvento delle nuove tecnologie, la musica ha perso il suo supporto. Non si parla più di nastro, vinile o cd, ma semplicemente di file. La scrittura fortunatamente non è rimasta vittima di analoga tragedia: il libro, prima d’essere letto va toccato. L’amante della lettura desidera avere costantemente un libro sul comodino, in borsa, piuttosto che in valigia.

Incuriosisci i nostri lettori raccontandoci, in sintesi, i punti di forza del tuo libro, ma senza svelare troppo!
La storia si svolge in un contesto familiare allargato, lungo un arco temporale di almeno vent’anni. Evelyna, il personaggio protagonista, appartiene all’ultima delle tre generazioni coinvolte e definisce, nella sua caratterizzazione, la maschera della cosiddetta “teen detective”, ossia l’adolescente dedita ad un’attività di indagine finalizzate a dare spiegazioni ad una serie di eventi funesti, alcuni attuali, altri risalenti ai tempi passati. Non manca un pizzico di esoterismo, dal momento che il racconto viaggia lungo un doppio binario, tra realtà empirica e dimensione sovrannaturale, trovando il punto di congiunzione nel personaggio di Corinne, la medium che aiuta Evelyna nelle sue ricerche. Tre o quattro capitoli sono dedicati alla storia d’amore fra Aron e Julia, i genitori di Evelyna, il cui racconto, avulso dal contesto horror, appassiona finanche il lettore più sentimentale.

La domanda che non ti ha mai rivolto nessuno: fatti la domanda e datti la risposta.
La domanda è: chi vorresti che leggesse il tuo libro?
La risposta è: mia madre, che purtroppo è mancata durante la stesura del romanzo ed alla quale l’opera è dedicata.

Hai ancora qualche sogno nel cassetto da realizzare?
Certamente. Il sogno è quello di vedere pubblicato il secondo romanzo, peraltro già ultimato. Ma perché ciò avvenga è necessario guadagnare credibilità con la mia prima opera.

Allora il bocca al lupo anche per il secondo romanzo!
Dove possiamo trovare il tuo libro?
La distribuzione in libreria non è ancora capillare, anche se da questo punto di vista la casa editrice Alter Ego Edizioni sta facendo il massimo, nei limiti delle proprie possibilità. Il sito internet dell’editore  si avvale in ogni caso di una sezione dedicata agli acquisti, da cui è assolutamente facile formalizzare l’ordine. Il libro arriva a casa in 24/48 ore al massimo; c’è possibilità di pagarlo in contrassegno, per chi è poco avvezzo all’uso della carta di credito e per ordini cumulativi (almeno due copie) si risparmiano le spese di spedizione. Inoltre, il libro può essere acquistato sui principali bookstore on line, tra cui Amazon ed IBS.

Gerardo ti ringrazio tantissimo per essere stata con noi e, a nome de Gli scrittori della porta accanto ti faccio i complimenti per il tuo libro, augurandoti che sia un vero successo! In bocca al lupo per i tuoi progetti futuri!                                                                                                         



Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO