• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Professione lettore] L'editoriale di Valentina Gerini: se son libri fioriranno, il maggio dei libri


Se son libri fioriranno. Così si apre Il maggio dei libri 2016 che, ancora una volta, si ripropone di invogliare alla lettura e favorire il diffondersi delle iniziative ad essa legate.

La primavera è arrivata da più di un mese ma è in maggio, generalmente, che si registra il vero e proprio risveglio dei sensi e della natura: molti sono i fiori che sbocciano, gli animali che fanno capolino, le persone che escono dalle loro case per trascorrere fuori, all'insegna della spensieratezza, gran parte del tempo e godere delle lunghe e assolate giornate che il mese offre. La primavera è uno dei soggetti più amati in ambito artistico e letterario (il quadro più famoso che le rende omaggio è quello di Sandro Botticelli, "Primavera", appunto); è vista come la stagione degli amori e in arte, oltre agli alberi in fiore, spesso compaiono anche cupido o immagini di coppie innamorate.
In primavera si colloca la Pasqua cristiana, che nella resurrezione di Cristo celebra la vittoria della vita sulla morte. Nell'epoca Romana coincideva con Flora, la divinità simbolo della fecondità della natura e protettrice delle donne in dolce attesa, per la quale si svolgevano le celebrazioni di Floralia, dal 28 aprile al 3 maggio. In Gran Bretagna il primo maggio si celebra May Day, l'arrivo della primavera e del bel tempo, con dei balli in costume durante i quali, nel medio evo, la più bella donna del villaggio diventava la Regina di Maggio.
Ecco, è proprio durante questa stagione di rinascita che si celebra anche Il maggio dei libri, giunto ormai alla sua sesta edizione. Non solo i fiori e gli amori sbocciano in primavera dunque. Anche i libri sbocciano e la voglia di leggere torna a farsi sentire. Questa campagna nazionale, nata nel 2011, ha come obiettivo quello di sottolineare il valore sociale della lettura nella crescita personale, culturale e civile.
Per partecipare a Il maggio dei Libri si può inserire la propria iniziativa accedendo alla banca dati del sito ilmaggiodelibri.it.
Migliaia le iniziative in tutta Italia: il Lazio in testa con 250 eventi dedicati alla lettura, seguito dalla Toscana con 227 eventi e la Puglia con 218. Incontri con gli autori, presentazioni, concorsi di poesia e scrittura, circoli di lettura e discussione. Per sapere cosa viene organizzato vicino a voi basta cliccare su questo link, scegliere la regione e la provincia di appartenenza ed ecco che si aprirà una lista di eventi e giornate dedicati alla lettura alle quali è possibile partecipare liberamente.
La campagna nazionale, promossa dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è diventata un appuntamento atteso: inizia il 23 aprile, Giornata mondiale UNESCO del libro e del diritto d’autore, e si conclude il 31 maggio. Assieme al claim istituzionale di questa edizione "Se son libri fioriranno" vi sono altri messaggi: "Se leggo vivo più di 7 vite", "Liberi di leggere" e "Il libro porta consiglio". Quattro slogan in tutto per diffondere l’amore per la lettura.

"Il libro esce dal suo contesto abituale e dilaga sul territorio: dalle grandi città ai piccoli centri, regioni, province, comuni, scuole, biblioteche, associazioni culturali, case editrici, librerie, circoli di lettori, promuoveranno iniziative per intercettare anche persone che di solito non leggono. Quest’anno Il Maggio dei libri suggerisce alcuni filoni chiave, che gli organizzatori che aderiscono alla campagna potranno seguire come linee guida per le loro iniziative. Il primo è ‘Shakespeare 400’, dedicato all’anniversario della morte del Bardo: ad aprile, infatti, ricorrono i 400 anni dalla morte di William Shakespeare, autore di 37 opere teatrali, 154 sonetti e vari altri poemi che hanno segnato per sempre la storia della letteratura mondiale. Il secondo riguarda la 'Libroterapia': la lettura di libri viene consigliata per migliorare la conoscenza di se stessi e contribuire all’elaborazione di un malessere interiore, grazie al meccanismo dell’immedesimazione nei personaggi e alla catarsi finale. Il terzo filone è costituito dalle ‘Little free library’, quelle casette in legno che invece di essere destinate agli uccellini custodiscono una manciata di libri in libera consultazione e che spuntano come per magia nelle strade o nei parchi per portare sul territorio e nei luoghi di passaggio quotidiano mini biblioteche gratuite. Quest’anno approdano anche al Maggio dei libri con il motto “Prendi un libro, porta un libro!” e speriamo che la primavera le faccia moltiplicare in tutta Italia. Per il quarto filone protagoniste di sempre saranno le biblioteche (www.biblioraising.it) e le scuole, da cui ci aspettiamo le sorprese più gradite attraverso le loro diverse iniziative.", si legge nel sito ufficiale di Il maggio dei libri, per il quale è stata creata anche una apposita applicazione per cellulari e tablet disponibile su App Store e Google Play.

Insomma, la lettura accresce non solo la cultura ma la persona stessa, nutre la mente e consente di vivere infinite vite e incredibili esperienze.
Nello spirito del maggio dei libri si collocano anche i nuovi Cofanetti degli scrittori, pacchetti regalo per voi lettori incalliti o per sensibilizzare alla lettura amici recidivi o semplicemente per un pensiero sicuramente gradito. Tanti generi letterari e temi narrativi, scrittori famosi o emergenti, libri nuovi con prezzi di copertina scontatissimi, vecchi libri ormai introvabili, pacchetti di riciclo letterario creativo, perchè "le storie che non conosci non sono mai di seconda mano". Ce n'è davvero per tutti i gusti! Tenete d'occhio il sito nei prossimi giorni, in arrivo tanti bellissimi libri!





Valentina Gerini
Dopo la maturità scientifica e uno studio approfondito della lingua inglese inizia a lavorare all’estero. Le sue più grandi passioni sono i viaggi e la scrittura. Dei viaggi ne ha fatto la sua professione, diventando accompagnatrice turistica; della scrittura il suo hobby, occupandosi degli articoli di copertina per un mensile dedicato alle storie di paese.
Volevo un marito nero, 0111Edizioni.
La notte delle stelle cadenti, Lettere Animate.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...