• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Blog tour + Contest] “Into The Sun” di Annabelle Lee (IV tappa)

Buon giorno amici lettori!
Gli scrittori della porta accanto partecipano a un Blog Tour interessante, organizzato dalla casa editrice Nativi Digitali, sette tappe per presentarvi contenuti originali in anteprima di "Into the sun", il nuovo romanzo di Annabelle Lee. Il tour è associato ad un giveaway finale, con tre copie dell'ebook in palio. Per partecipare è necessario compilare il form Rafflecopter giveaway) a fondo post e lasciare un commento a questo post, rispondendo alle domande poste ai lettori.

Le tappe del Blog Tour "Into the sun" sono le seguenti:

giovedì 16: Estratto Gratuito - I Perché lo dice Krilli
venerdì 17: Playlist/Canzoni citate nel romanzo - Lo stupendo mondo dei libri
sabato 18: Presentazione dei personaggi - Toglietemi tutto ma non i miei libri
domenica 19: "Gioca con me", domande ai lettori - Gli scrittori della porta accanto
lunedì 20: Estratto Gratuito 2 - Nativi Digitali Edizioni
martedì 21: Intervista all'autrice - Le storie di Erielle
mercoledì 22: Estrazione e annuncio dei vincitori - Pagina Facebook “Jade d'Angelo


INTO THE SUN
Autrice: Annabelle Lee
Editore: Selfpublished
Data di uscita: 24 giugno 2016 
Genere: Romanzo Contemporaneo, Romance
Ebook: 4.99€, in offerta di lancio a 2.99€
(in vendita sulle maggiori librerie online)
Lunghezza: 250 pagine (circa)
Ebook su Amazon: Acquista (attivo dal 21 giugno)

Se una cosa è troppo bella per essere vera, allora forse non lo è. Già, le avvisaglie c’erano tutte. Eppure la bella e disincantata Jade ha deciso di andare avanti lo stesso, lasciandosi ammaliare da Sebastian, il tenebroso uomo che sembra avere il mondo ai suoi piedi. Dopotutto, è divertente giocare quando non si ha nulla da perdere, avrà pensato la smaliziata donna, pronta a ridefinire i ruoli in quello che è il classico gioco del gatto col topo. In un’assolata e moderna Los Angeles, fra dimore da favola e situazioni sopra le righe, Jade vive la sua storia con leggerezza, certa degli inesistenti happy-end. Ma non ha fatto i conti col potere persuasivo di Sebastian che, forte del suo misterioso carisma, la incatena a se in un vortice di emozioni a cui Jade non riesce a dire di no, pur percependo la china pericolosa su cui sta scivolando. E se tutti siamo alla ricerca della felicità, fin dove ci si può spingere per trovarla? E qual è il prezzo da pagare? Se una cosa è troppo bella per essere vera, allora non può mai esserlo?

Gioca coi personaggi

1) Jade, la protagonista del libro, viene sorpresa a fare il bagno nella sontuosa piscina di una proprietà privata. Per perdonarle l’intrusione, il proprietario, un fascinoso Adone che gira armato, le chiede di ritornare in serata per un drink a casa sua. Tu cosa faresti a posto di Jade?
a. Non ci penso proprio. La gente armata non promette nulla di buono.
b. Direi di sì per poi, una volta fuori dalla proprietà, non farmi più vedere.
c. Perché no? Un drink in questo posto da favola? Porto anche la mia miglior amica!
d. Oh, sì! Non so resistere alle tentazioni! E poi,ho una pistola anch’io.

2) Sebastian invita Jade a un esclusivo Galà per Artisti Emergenti a Los Angeles. Lei è indecisa sull’outfit: da una parte vorrebbe far colpo su Sebastian, dall’altra essere all’altezza della situazione. Tu cosa indosseresti per una serata così?
a. Un micro tubino nero con una scollatura da urlo; dopotutto, tette e gambe in vista hanno sempre il loro perché.
b. Un romantico abito da principessa, per sentirmi la regina della festa.
c. Un completo maschile in chiave sexy: non devo dimostrare niente a nessuno!
d. Ma un paio di jeans skinny e un topo crop, ovviamente! Instagram docet!

3) Nel corso del Galà, Jade viene avvicinata da un biondo stratosferico con due occhi talmente azzurri da poterci tranquillamente annegare. Suadente come un angelo, lo sconosciuto avvisa la ragazza che Sebastian, l’uomo per cui lei ha perso la testa, non è quello che sembra. Sapendo che indagare al riguardo metterebbe a rischio la tua storia, come ti comporteresti?
a. Eh no, bello mio! Patti chiari, amicizia lunga: passato, presente e intenzioni future, voglio sapere tutto io! Altrimenti, ciao.
b. Adoro vivere di sogni. Nessuno osi svegliarmi, dunque!
c. Approfondisco la conoscenza con l’angelo biondo. Si sa: du’s megl che uan!

4) Jade viene coinvolta in un improbabile rapimento messo in atto dall’angelo biondo (di nome Raphäel). Dopo averla fatta sistemare in una delle mille stanza della sua villa da sogno, Raphäel, comportandosi come nulla fosse, le indica dei favolosi abiti da sera presi apposta per lei, con la richiesta di indossarne uno per cena. Sequestrata e portata in un posto a te sconosciuto, cosa faresti?
a. Controllerei immediatamente le vie di fuga, valutando i rischi di un’evasione. Ma non prima di aver provato tutti gli Elie Saab dell’armadio.
b. Opto per l’utilizzo della più pericolosa delle armi: la seduzione. E per fare questo, gli abiti da sera sono superflui. Gli abiti in generale sono superflui.
c. Indosso l’abito più bello di tutto l’armadio e, per essere ancora più sensuale, mi butto una sciarpa di seta sulle spalle e scendo per cena. A pasto finito, mi alzo e mi avvicino per sussurrargli da dietro le spalle quanto io abbia gradito la serata. Poi, lo strangolo con la sciarpa di seta.
d. Ma chi se ne frega dei vestiti da favola? Basta che si mangia!

5) Nell’epilogo, Jade percepisce l’inevitabilità del finale doloroso. Che canzone sceglieresti per accompagnare la tua tristezza/disperazione?



About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...