• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Solo un assaggio: un estratto di "Malgré-Nous. Contro la nostra volontà" di Caroline Fabre-Rousseau, traduzione di Paola Casadei


"Malgré-Nous. Contro la nostra volontà" di Caroline Fabre-Rousseau, traduzione di Paola Casadei, Ensemble, saga familiare.

Thérèse piange, Jacques le batte dolcemente sulla spalla.
«Ti prego, chiama Paul, parlagli, digli che così mi uccide, che soffro troppo!»
«Lo farò, lo farò, calmati, calmati»
«Quando era piccolo, non voleva mai allontanarsi da me. Ti ricordi?»
«Non credi che possa essere a causa del maggio ’68? Da quando non ci sono più regole, tutti divorziano per un sì o per un no, le persone non hanno più pudore. Quando vedi tutti quelli che sfilano al Gay Pride!»
«Credi che Paul ci fosse?»
«Ma no, ma no. Quello che voglio dire è che non ha più bisogno di nascondersi, dato che è sostenuto da una comunità»
«Avrebbe dovuto continuare a tenerlo nascosto. Speriamo che almeno i suoi figli non lo scoprano mai. Bisogna fare di tutto perché non lo sappiano e che non lo diventino a loro volta. Ho fatto bene a riprendermi il ventaglio»
«Non ne sono certo. Gli hai messo una pulce nell’orecchio riprendendogli un regalo che gli avevi fatto. Sarebbe meglio che lo riavesse»
«Fallo tu allora! Io, in ogni caso, non faccio che degli errori, non ci so fare con i bambini. Basta vedere il risultato con Paul!»
«Smettila adesso, sembra che sia genetico. Tieni, guarda l’articolo che ho letto di recente: "Omosessualità: innata piuttosto che acquisita" (5 febbraio 2010) - Belgio. Un’equipe di ricercatori in neuro-endocrinologia dell’università di Liegi, condotta dal Prof. Balthazart, afferma che l’omosessualità ha delle radici genetiche. In occasione dell’uscita del suo libro sull’argomento , il Prof. Balthazart intende formulare un parere netto alla luce di uno studio approfondito. Il prof Balthazart afferma: “Si nasce omosessuali, non si sceglie di esserlo. Una parte dei fattori dell’omosessualità è genetica, è la parte che si conosce meno”. Tre tipi di fattori sarebbero implicati nell’orientamento sessuale: una parte genetica, una parte ormonale e una parte immunologica, legata a una “reazione immunitaria sviluppata dalla madre contro l’embrione di sesso maschile”. Degli studi suggeriscono che uno stress importante subito dalla madre può disequilibrare gli ormoni dell’embrione e influenzare in maniera duratura il suo orientamento sessuale. L’embrione sarebbe esposto a troppi ormoni maschili per le femmine e non abbastanza per i maschi. All’età adulta si svilupperebbero allora delle “caratteristiche comportamentali del sesso opposto”. Queste modificazioni ormonali potrebbero anche essere provocate artificialmente dopo la nascita. Ma il Prof. Balthazart insiste sull’assenza di fattori psicanalitici nell’omosessualità. A suo parere, dei fattori biologici determinano i comportamenti sessuali del bambino ben prima della nascita e qualunque sia il suo sesso [Jacques Balthazart, Biologie de l’homosexualité. On naît homosexuel, on ne choisit pas de l’être, Éditions Mardaga, 2010, ndr]».
«Vedi, non c’è alcun legame psicologico»
«Ma è terribile quello che dici!»
«Perché?»
«Significa che non c’è alcuna speranza di vederlo tornare normale!»
«Ma dovrebbe esserti di conforto sapere che non è affatto colpa tua»
«Per niente, e del resto non ci credo. Ammettiamo che io abbia subito uno choc durante la gravidanza, questo choc mi avrebbe trasformata e avrebbe modificato il mio modo di crescerlo. Sono certa che è il legame con la madre che conta».

Titolo:  MALGRÉ-NOUS. CONTRO LA NOSTRA VOLONTÀ
Editore:  Ensemble
Genere: Narrativa | Saga familiare
ISBN 978-8868811310

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO