• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Promozione Zerounoundici] Ebook a 0,99€ per tutto il mese di giugno: "Gli angeli del bar di fronte" di Elena Genero Santoro

"Gli angeli del bar di fronte" di Elena Genero Santoro, Zerounoundici Edizioni, Mainstream, 2014 >> more info

Per tutto il mese di giugno sarà possibile scaricare "Gli angeli del bar di fronte" da tutti gli store online a soli 0,99€. Senza dimenticare la possibilità di acquistare una copia della versione cartacea con altri volumi del pacchetto promozionale Donne violate, insieme a "Splendi più che puoi" di Sara Rattaro (con autografo), "Io ci sono" di Lucia Annibali e "Mille splendidi soli" di Khaled Hosseini.


Per chi fosse interessato al pacchetto "Donne violate", contattare gliscrittoridellaportaaccanto@gmail.com PRIMA di effettuare il pagamento. Grazie!

Il tema trattato nel tuo libro è sempre molto attuale, si parla di immigrazione e sei riuscita a farlo attraverso le vicende di due protagoniste femminili: Chiara, la ragazza italiana e Paula la ragazza rumena. In questo modo il lettore percepisce molto chiaramente i due punti di vista, quello degli italiani e quello degli stranieri. 
Esatto, in questo libro ho contrapposto le voci di due ragazze quasi coetanee che, pur non conoscendosi all’inizio del romanzo, hanno qualcosa in comune: un amore per lo studio, un’ambizione di “elevarsi” a una condizione migliore e, contemporaneamente, una situazione familiare disagiata che le costringe a dover lavorare per auto-mantenersi. Chiara è la cameriera del Bar di Fronte e Paula fa la badante ad un anziano non autosufficiente. Accomunate dalla lotta per la sopravvivenza sono però separate dalla loro origine [...]. Entrambe credono nella legalità, entrambe perseguono il rispetto delle regole, con la differenza che Chiara desidererebbe trasparenza solo da parte di Vic, mentre la candida e ingenua Paula (soprannominata Biancaneve) deve destreggiarsi tra consuetudini ben poco legali che rischieranno di stritolarla e rovinarle la vita.

Vic è il protagonista maschile attorno al quale ruota l’intero romanzo. Personaggio ambiguo, che aiuterà Chiara, ma al contempo amico di quattro brutti ceffi rumeni perdigiorno, che si ubriacano al Bar di Fronte e ne combinano di cotte e di crude.
Vic mi ha letteralmente rovinato il sonno per mesi e mesi! Perché renderlo ambiguo, al contempo gentile con Chiara ma mascalzone per quanto riguardava i suoi “affari” non è stato per niente semplice. Vic è cortese ma freddo e distaccato, quasi lo stereotipo del piemontese “falso e cortese”, pur essendo rumeno. La sua storia è complicata, lui è nato in Romania ma è vissuto sempre a Torino, quindi anche il suo background è ambiguo o per lo meno ibrido. [...] Un personaggio pieno di contraddizioni, frutto di una infanzia difficile e di traumi che lo hanno condotto a frequentare cattive persone. Insomma, Vic mi ha fatto impazzire perché è evidente che nasconde qualcosa, ma questo qualcosa non deve essere svelato se non da un certo punto in poi. [...]

Dall'intervista con Silvia Pattarini: Elena Genero Santoro racconta "Gli angeli del bar di fronte".

Da quel punto potevo vedere la tutta sala, tutti i commensali intenti a ingozzarsi e a svaccarsi sulle sedie. Potevo osservare l’enorme spaccatura tra italiani e rumeni. Ripensai a quando Vic mi aveva proposto di fingermi la sua donna, dopo che gli avevo detto a muso duro che mai e poi mai avrei cercato lavoro al McDonald’s. A cosa mi aveva portato tutto ciò? Ora ero più vicina che mai a Istrate e a Constantin, erano lì, i miei assalitori, a pochi metri da me. Anziché prenderne le distanze, mi ero invischiata definitivamente con i loro casini, che oltretutto non avevo ancora ben capito quali fossero. Eppure non avevo paura. C’era Vic con me. E forse aveva ragione Noemi, per una volta ci aveva beccato, avevo davvero la sindrome di Stoccolma, perché l’idea di essere lì con lui, anziché con Luigi, mi faceva stare bene. 
Vic, che mi aveva seguito quando mi ero alzata, ora era dietro di me, al punto che quando arretrai di un passo per far spazio a una signora che voleva passare, la mia schiena nuda trovò il suo petto, o meglio, il tessuto della sua giacca. Io, anziché allontanarmi da lui, gli rimasi appoggiata sperando che non fosse lui a prendere le distanze da me. Non lo fece, anzi, fu lì che accadde ciò che avevo smesso di aspettare. 

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO