• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Nubi, spettri e mulini a vento" di Marina Atzori, recensione di Silvia Pattarini

Nubi-spettri-e-mulini-a-vento-Marina-Atzori-recensione

Nubi, spettri e mulini a vento, di Marina Atzori, Edizioni Esordienti E-book, 2016. Una raccolta dal linguaggio semplice e diretto, un vento di ricordi, tumulto di emozioni. Il grido salvifico della poesia.

Le poesie contenute nella nuova silloge di Marina Atzori “Nubi, spettri e mulini a vento, sembrano scaturire da un profondo tormento interiore. Si avverte quasi la necessità, per la poetessa, di dare voce al tumulto di emozioni che nascono dal profondo, quasi fosse un grido salvifico, perché la poesia vera “salva”, quando la vita ti chiama in causa e vivere diventa improvvisamente difficile. 
Il senso di inquietudine si avverte già dai primi versi:
Nubi dietro e davanti al cielo
Nubi dentro e fuori dal cuore…
Ebbene, la Atzori in questo libro sconvolge e dissesta la sicurezza del nostro vivere il presente, con la forza delle sue parole potenti - altre volte con parole fragili - la poesia è il mezzo per aprire in noi un varco emotivo, nel quale non vorremmo mai entrare per paura di vedere la realtà, magari scoprire la fragilità di un amore effimero.
In te io mi perdo
questo è il vero

L’autrice unisce prosa e poesia armonicamente, in un susseguirsi intenso e appassionante. 

Cattura lo sguardo, imprigiona l’attenzione, incastra la mente in un andirivieni di emozioni che non lasciano scampo.
Il tempo si veste di ricordi indelebili, lontani ma ancora impressi, marchiati a fuoco vivo. Una sinfonia di versi che ipnotizza il lettore, sorpreso, travolto dall’urto delle "Onde increspate a sbattere come porte"…
In alcune liriche, pregne di umanità e sentimento, ho trovato un esplicito richiamo all’attualità:
[...] perché il silenzio urla nel fondale piange negli abissi l’eco del dolore bussa la vita non risponde
Come non leggere in questi versi l’immenso dolore, le tragedie dei migranti.
Versi liberi, molto apprezzabili per la chiarezza espressiva e nell’afflato poetico, rendono la lettura piacevole e assolutamente gradevole.
Consigliato in particolare agli amanti della poesia, ma anche a chi vuole prendersi una pausa dalla narrativa e riflettere su alcune sfumature della vita.

Nubi-spettri-e-mulini-a-vento

Nubi, spettri e mulini a vento

Nubi, Spettri e Mulini a vento” è una raccolta poetica dal linguaggio semplice e diretto, frutto di un'approfondita ricerca stilistica e dello sforzo dell'Autrice di scavarsi dentro per giungere alla consapevolezza di sé, delle difficoltà in cui si sente immersa, della rabbia e delle frustrazioni, degli attacchi del vento – un vento fatto anche di ricordi – che la vita ci costringe tutti a subire. Tutto questo, come pietra che ci portiamo dentro, necessita dello scalpello di un poeta per emergere, prendere forma e farsi arte. È l'arte che purifica e fortifica e ci dà quella consapevolezza di noi in cui possiamo attingere il coraggio di vivere. È questo anche il valore della poesia, che parte dall'esperienza che un poeta ci sa trasmettere, per diventare parte della nostra personale esperienza di lettori.



di Marina Atzori | Edizioni Esordienti E-book | poesie
ASIN B01MXGN25M | ebook 0,99€ Acquista

Silvia Pattarini
Diplomata in ragioneria, ama scrivere racconti e componimenti poetici, alcuni dei quali compaiono in diverse antologie. Partecipa a concorsi letterari di poesia, prosa e premi letterari per narrativa edita.
Biglietto di terza classe,  0111Edizioni.
La mitica 500 blu,  Lettere Animate.

About Silvia Pattarini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!