• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Scassy" di Fabio Girometta: il viaggio, tra fantasia e realtà, di un papà quarantenne

Scassy

di Fabio Girometta
Giovanelli Edizioni
Narrativa per l'infanzia
ISBN 978-88-99705-69-5
cartaceo 9,35€ | Acquista
ebook 4,99€ | Acquista

Mirko è un papà quarantenne che vive serenamente la quotidianità famigliare assieme alla compagna Elisa ed alla figlia Giulia di nove anni. Un bel giorno il titolare della Leccornia, l’azienda di dolciumi per la quale lavora, gli propone una sfida. Inizierà per Mirko un viaggio, tra fantasia e realtà, che lo porterà a scoprire luoghi sconosciuti, ben al di là dei confini della sua immaginazione, oltre a confrontarsi con personaggi stravaganti, come un Mago un po’ ciarlatano, una Duchessa dai modi raffinati, una rigida ed intransigente direttrice di orfanotrofio. Tutta la famiglia sarà coinvolta nella sfida che vedrà rafforzare la loro unione e li condurrà a scoprire in quali forme bizzarre ed imprevedibili l’amore riesce a manifestarsi; persino attraverso Scassy, una vecchia e malandata automobile in principio destinata alla demolizione.

Al libro è stato riconosciuto nel mese di Novembre 2016 il Premio "Libri per ragazzi" sezione Narrativa al Premio Internazionale "Michelangelo Buonarroti II edizione", Città di Seravezza .

La strada comincia ad inerpicarsi lungo la collina e Giulia, dall’interno del bus, percepisce l’espandersi dei riflessi color bronzo misto al rosso tenue dei castagni che costeggiano la strada. Ciò infonde in lei un senso di serenità e di calma come se il tempo si stesse fermando.

L'AUTORE


Classe 1972. Nasce nella provincia lombarda ma cresce nelle “corti” della periferia di Milano.
Consegue la Maturità tecnica a pieni voti, per poi proseguire gli studi universitari in Informatica. Al fine di mantenersi, entra nel mondo del lavoro, dove sperimenta impieghi di ogni genere: dall’operaio tipografico al custode di condomini, dall’addetto alle pulizie all’installatore di apparati hardware.
Il titolo universitario conseguito gli consente di diventare ingegnere del software presso una grande realtà industriale italiana. Vive con moglie e figlia nell’hinterland milanese.
Scassy è il suo scritto di esordio. Una fiaba moderna pensata per i bambini: un tributo all’importanza e ai valori della famiglia, tradizionale e non.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

Breaking News

Dal nostro archivio

La Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, per dire basta alle spose bambine, una rivoluzione (arancione) necessaria, di Stefania Bergo

Oggi si celebra in tutto il mondo la V Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze . Una giornata di sensibilizzazione, per il d...