• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Come morire su Marte" di Francesca Vivian Salatino, recensione di Ornella Nalon

Come-morire-su-Marte-Francesca-Vivian-Salatino-recensione

Come morire su Marte, di Francesca Vivian Salatino, Self Published, 2016. Una squadra di coloni sbarca su Marte per renderlo abitabile e portarvi la vita. Ma nessuno si aspetta che arrivi anche la morte. 

Una storia di fantascienza che ci proietta in un futuro piuttosto prossimo, quella raccontata nel romanzo breve “Come morire su Marte”. 
Forse perché il pianeta Terra si sta sovraffollando e oltretutto auto-distruggendo, è iniziata la colonizzazione di Marte. Sul pianeta rosso, con il solo biglietto di andata, sono state inviate alcune coppie di persone che hanno il compito di creare un ambiente simile a quello terrestre. Queste dovranno alacremente impegnarsi a sciogliere il ghiaccio presente nel suolo per consentire ai corsi d'acqua di irrigare le piantagioni che via, via andranno a creare, in modo che l'ossigeno prodotto contribuisca a rendere respirabile l'aria.
Nel frattempo, vivono in piccoli alloggi pressurizzati, tutti tra loro comunicanti e si nutrono dei vegetali che coltivano.
Altro loro compito è quello di prolificare, così da gettare le basi per una generazione marziana
Le selezioni effettuate dal comitato della fondazione Mars 40 sono state scrupolosamente eseguite tra un numero di volontari coraggiosi e innovatori. Inizialmente, la scelta cade  solo su quattro persone: due donne e due uomini. Si crede possa bastare, ma uno degli uomini ha mentito sul suo orientamento sessuale e, essendo gay, non potrà adempiere al dovere della procreazione.
È così che, sovvertendo i piani iniziali, da terra si decide di inviare, in più riprese, ancora qualche coppia. In totale, le persone che si trovano a vivere assieme diventarono dodici. Tutte loro sono convinte che troveranno una realtà stimolante, ma allo stesso tempo tranquilla e semplice, di certo molto lontana dall'esistenza terrestre, stressante, caotica e violenta che hanno lasciato.
Tuttavia, si rendono conto presto che non è propriamente così; la violenza compare anche su Marte e assume la forma di un omicidio.
Tra i coloni si insinua il timore e la diffidenza oltre che una più o meno pronunciata forma depressiva riconducibile alla nostalgia di ciò che hanno per sempre perso.


Questo libro mi ha dato la conferma della validità di Francesca Vivian Salatino come autrice.

Mi ha fatto scoprire, in lei, una predisposizione alla componente psicologica che, nell'opera precedente non aveva carattere di prevalenza. Invece, è indubbio che la trama di questo romanzo, più che dall'azione, sia movimentata dalle elaborazioni mentali ed emotive dei personaggi e dalle loro elucubrazioni. Francesca ha dimostrato buone capacità di immaginazione e di analisi del comportamento umano.
In qualche punto, questo romanzo mi ha fatto venire in mente un film, anche se decisamente più cruento, che ho visto qualche anno fa: The Experiment diretto da Paul Scheuring. In entrambe le trame vengono evidenziate le debolezze, che talune volte sfociano nella cattiveria o anche nella crudeltà, intrinseche nell'essere umano, che tanto più si evidenziano quanto più si è in assenza di regole o di opportuni controlli. 
Una piccola nota dolente la devo sottolineare: la brevità. Premetto che non amo i romanzi troppo lunghi poiché, il più delle volte, peccano di ripetizioni e di eccessi descrittivi, ma a mio avviso, in questo caso, il testo necessitava di ulteriori approfondimenti nell'individuazione dell'assassino, nonostante mi renda conto che la finalità non fosse quella di scrivere un giallo. 
Ciò nonostante, Come morire su Marte” è una lettura interessante che stimola diverse considerazioni.


Come morire su Marte

La trama, benché di fantasia, si ispira ad ud un progetto reale e a breve termine: l’invio di un numero limitato di persone su Marte. Lo scopo è di colonizzare il pianeta rosso.
I coloni non sono astronauti professionisti, bensì persone normali, selezionate fra migliaia di candidati e poi opportunamente addestrate.
Il biglietto è di sola andata.
Gli esperti del progetto hanno calcolato tutto, tranne l'eventualità che uno dei coloni possa compiere un delitto. 
Questo breve romanzo prova a ipotizzare cosa accadrebbe se uno dei coloni commettesse un omicidio. Non ci sono strumenti per svolgere indagini. Non c'è una prigione. E nessuno aveva pensato di dover costruire un cimitero così presto.
Il finale è insolito.

di Francesca Vivian Salatino | Self Published | Fantascienza
ASIN B01MS2DS84 | ebook 0,99€


Ornella Nalon
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie.
Quattro sentieri variopinti”, Arduino Sacco Editore
Oltre i Confini del Mondo”, 0111 Edizioni
Ad ali spiegate”, Edizioni Montag
Non tutto è come sembra”, da 0111 Edizioni.

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO