• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] “La piccola aliena del pianeta 1p36” di Roberta Zoli, recensione di Emma Fenu

La-piccola-aliena-del-pianeta-1p36-Roberta-Zoli-recensione

La piccola aliena del pianeta 1p36, di Roberta Zoli, illustrazioni di Vania Bellosi, Homeless Book, 2017. Una favola per siblings, genitori, educatori, un aiuto per tutte le famiglie in cui è atterrato un bimbo con disabilità.

Questa favola racconta di alieni.
Hanno la pelle verde fluorescente? No. Hanno le antenne lunghe come le farfalle? No.
Eppure sono proprio alieni, in fuga da un pianeta bellissimo dove nuotavano felici in un mare blu, ancora più blu di quello che noi conosciamo.
Se ne dovettero andare a causa dei crommi, dei tipacci terribili.
Fra questi una, la piccola Francesca, decise di giungere in Italia.
Certo, non è facile per gli alieni vivere come bambini terrestri: nel pianeta 1p36 ci si muove solo nell’acqua, il peso del corpo è leggerissimo e non c’è bisogno di parlare. Ci vuole bene e basta! Ad aggiungersi a ciò, Francesca deve combattere con due crommi dispettosissimi: mister E, che vive nella sua testa, e la signorina Arit, che vive nel suo cuore.

La-piccola-aliena-del-pianeta-1p36-Roberta-Zoli

La favolaLa piccola aliena del pianeta 1p36”, scritta da Roberta Zoli e illustrata con magia da Vania Bellosi, racconta in metafora un percorso umano, genitoriale e educativo di particolare intensità.
L’autrice è mamma di una bimba affetta dalla sindrome da delezione 1p36, un’anomalia cromosomica che, nella sua piccola, si manifesta soprattutto con l’epilessia e l’aritmia cardiaca, identificati nel testo rispettivamente come mister E e la signorina Arit.
Attraverso un procedimento narrativo ancestrale, che crea un mito delle origini e un successivo avvenimento che interviene a rompere la perfezione dello status quo, ad opera di antagonisti, si pongono le basi di una elaborazione della propria condizione di madre e padre che conduce ad un approccio sereno e consapevole con la diversità dei propri figli e con la diversità in generale.
Come gli dei invidiosi separarono gli androgini, come il serpente spinse Adamo ed Eva alla cacciata dall’Eden, come gli arbusti di baobab spinsero il Piccolo Principe alla ricerca di una pecora… Ogni avventura, in tal caso mascherata da favola, inizia con un’esigenza imposta di cambiamento, che comporta una κρίσις e si protrae attraverso il superamento di prove.
Coadiuvati dagli aiutanti, in questo contesto i medici, gli antagonisti, ossia le varie patologie, vengono arginate e il protagonista diventa indiscusso eroe. E, se ci pensiamo bene, un eroe mitico non è forse un ibrido fra dio e uomo, quindi, un diverso e un alieno?

La-piccola-aliena-del-pianeta-1p36-Roberta-Zoli

La piccola aliena del pianeta 1p36

Quando nasce un figlio, porta con sé le aspettative e i sogni creati durante la gravidanza. 
Quando scopri che il figlio è un piccolo alieno, ti tocca cancellare tutto e riscrivere aspettative e sogni, che non sono peggiori o migliori, semplicemente alieni. 
A dover ridisegnare scenari fatti ad occhi aperti non sono soltanto i genitori ma pure fratellini e sorelline, anche loro da mesi in (im)paziente attesa. 
Questa favola vuol essere un aiuto per tutte le famiglie in cui è atterrato un bimbo con disabilità.


di Roberta Zoli | Homeless Book | Narrativa non fiction
ISBN 9788832760019 | cartaceo 11,70€




di Emma Fenu
Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Laureata in Lettere e Filosofia, ha, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrive per lavoro e per passione.
Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena, Abel Books.
Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità, Echos Edizioni.
Le dee del miele, Milena Edizioni.
Il segreto delle Principesse, Milena Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...