• Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Blog tour + Contest] “Ancients – Il Grande Freddo” di Luigi Viagrande (III tappa)

Blogtour-Contest-Ancients-Il-Grande-Freddo-Luigi-Viagrande

Blog tour  in otto tappe, dal 6 al 16 marzo:  Ancients – Il Grande Freddo, il romanzo di fantascienza di Luigi Viagrande, presentazione di contenuti inediti e giveaway finale con in palio un ebook e un cartaceo.

Gli scrittori della porta accanto partecipano a un Blog Tour interessante, organizzato dalla casa editrice Nativi Digitali, otto tappe per presentarvi contenuti originali in anteprima di "Ancients – Il Grande Freddo", il nuovo romanzo di fantascienza di Luigi Viagrande. Il tour è associato a un giveaway finale, con un libro cartaceo + un ebook del romanzo in premio. Per partecipare è necessario compilare il form ( a Rafflecopter giveaway) a fondo post.

Le tappe del Blog Tour "Ancients – Il Grande Freddo" sono le seguenti:

10 marzo Gli scrittori della porta accanto
11 marzo My Secret Diary


Ancients-Il-grande-freddo

Ancients – Il grande freddo 

Autore: Luigi Claudio Viagrande 
Editore: autopubblicato 
Data di uscita: 04/11/2016 
Genere: Fantascienza, Avventura
Pagine: 440 
Ebook: in offerta fino al 16 marzo a 0.99€ >> Amazon 

In un mondo devastato da un virus letale, Liam Cooper è un ragazzo di appena 27 anni che vive un'esistenza mediocre ma al riparo dal virus all'interno della città-cupola di Nuova Yermo. La sua vita cambierà quando il professor Graham, leader della congrega dei Sapienti, decide di trasferirlo nella prestigiosa Università di Pahrump, luogo dove si formano le menti che, in un futuro ancora distante e incerto, riusciranno a debellare il virus dalla faccia della terra. Per sempre. Qui Liam viene a conoscenza di una inquietante verità; il virus sta rapidamente conducendo il globo verso un tragico epilogo. Il processo non è irreversibile e Liam affronterà un viaggio crudele e pericoloso nell'estremo tentativo di salvare le poche persone ancora in vita. Conoscerà un mondo dominato dalla malvagità e dalla crudeltà dell'uomo e scoprirà che la verità è ancora più agghiacciante di quanto sembri. Fuori c'è ben altro, una realtà più oscura e terribile del virus stesso. 

Quando la folla si placò, le acclamazioni scemarono in un leggero brusio. Hoober riprese la parola: «So che il professore ha qualcosa da dirci, e per questo io ringrazio e onoro e cedo la parola.»
Centinaia di occhi adoranti si posarono su Graham. Lui fece un passo avanti e chinò il capo. Liam lo contemplò stranito. Per istanti che sembrarono eterni, Graham non si mosse e Liam si domandò da quanto tempo stava regnando il silenzio. Poi, il professore sollevò il capo.
«Credo di non avere motivo di spiegarvi l’importanza e l’efficacia di un polo scientifico in questa città», fece una pausa. «Che uno solo di voi abbia il coraggio di rinnegare la mia conoscenza e l’efficacia della cupola che io ho progettato, e che ormai da anni vi protegge», li provocò. «Se quest’uomo, o donna, esistesse e fosse qui presente, lo inviterei a farsi avanti.»
Nessuno si mosse; alcuni si guardarono l’un l’altro, disorientati. Graham guardò i volti in prima fila. Quando fu sicuro che nessuno avrebbe protestato – ma Liam pensò che lo avesse già previsto – continuò: «Così sia; ringrazio e onoro, perché il dubbio non è ammesso in questo momento storico. Se qualcuno dubitasse del mio operato, non potrei mettere i miei ragazzi nelle vostre mani. Commetterei un errore. La vostra fiducia è la vostra salvezza; dite grazie di questo.»
Una donna tra le ultime file scoppiò a piangere. Graham la ignorò. «I miei studenti arriveranno in un paio di giorni. Accoglieteli. Amateli. Lavoreranno per voi, e voi ascolterete le loro richieste. Esorto ogni uomo e donna presenti a vedere in quei ragazzi un’estensione della mia persona e del mio sapere. Così ho deciso e vi dico grazie.»
Hoober si fece avanti e sorrise timidamente. «Professore, possiamo sperare anche in un aiuto... finanziario, da parte dell’università?»
A quel punto, Graham lo rimproverò come si fa con un bambino che ha appena combinato una marachella. «La tua domanda non mi sorprende, sindaco. Ti ho dato molte prove eppure continui a dubitare; la tua città è più degna di te della mia considerazione. Si dice che l’altruismo non ti appartenga e, a quanto vedo, nemmeno l’arguzia. Non sono forse miei i generatori elettrici che ti proteggono, Martin?»
Hoober chinò il capo. Era costernato e Liam se ne compiacque. Dopotutto, pensò, il professore non è così male.
«Professore», balbettò il sindaco, «la prego di...»
«Non tentare di sedurmi con le tue lusinghe, sindaco», lo bloccò il professore. «E non temere per i tuoi averi. Questo ti dico: se ne avessi bisogno non te li chiederei nemmeno. Io ti ho condotto alla sorgente d’acqua pura alla quale attingi ogni giorno della tua vita. Ti ho preso per mano e ti ho mostrato le meraviglie della scienza. E ancora dubiti?»
La folla era ammutolita e incredula. Liam sorrideva entusiasta: avrebbe voluto applaudire e gridare al professore di continuare, di non fermarsi, di farlo nero. Graham non era come lo aveva immaginato, ma Hoober gli stava decisamente antipatico. Vederlo deriso a quel modo lo riempiva di gioia. Hoober aprì la bocca e Graham alzò una mano.
«Il laboratorio verrà rifornito di ogni attrezzatura», affermò. «E questo è quanto. Non offendere più la mia intelligenza con la tua falsa modestia.»

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO