• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[I luoghi dei libri] La Sardegna segreta delle Dee di miele e sangue di Emma Fenu, di Ilaria Biondi

sardegna

La Sardegna segreta de "Le Dee del miele" di Emma Fenu: isola Madre di profumi, colori, terra, miele e sangue.

Cielo cucito col profumo di fuoco dei pomodori.
Terra dal ventre bruciante di nuovi germogli palpitanti, custodita dal fiato di lacrima della salsedine.
Tana di memorie cullate dal vento, che abbraccia la danza odorosa del mirto, della menta e del limone.
Firmamento di miele e luna, che cola sul grembo riarso dei campi il latte sacro dorato. Seme turgido e succoso, promessa di nuova vita.
Terra fecondata da sterco e sangue. Terra ingravidata dalle labbra incandescenti del sole.
Nell’aria scivolano i bisbigli segreti dei neonati, gli echi misteriosi delle anime di lana, le bocche amaramente avide delle sulvule, le ali di polvere delle janas, il salmodiare lento di una preghiera.
Risuona il maestrale d’incantesimi atavici e di sacra magia.
Il crepuscolo spia le ciglia e i capelli di donne che intrecciano, sapienti, il canto antico delle Dee protettrici delle case e dei campi.
La notte si avvolge, caparbia, in uno scialle di panno nero. Annusa il pianto dolente di un neonato sotto le lenzuola melmose di pesante lino, mentre cosparge aroma di mandorle e petali di rose sul ventre gonfio della nuova madre.

Le-Dee-del-Miele

Le Dee del Miele

di Emma Fenu
Milena Edizioni
cartaceo 7,56€
ebook 1,99€

Isola che abita le pietre calcaree delle montagne, i fiumi assetati, i pascoli punteggiati di greggi, gli arbusti di corbezzolo, gli alberi maestosi d’ulivo, i tramonti scarlatti e il ventre schiumoso, umido e impudico del mare.
Isola che posa il frusciare segreto delle pieghe d’orbace nero della sua gonna sul capo delle Madri Eterne, pronunciando le formule arcane di un ciclo senza fine, accogliendo il fervore della fede e il tremore della superstizione.
Isola fiera, che affonda le mani nel lievito madre e nella pasta cruda delle treccine al miele, custoditi dalla pelle calda della terracotta.
Isola di memoria, che annoda i fili dei pensieri all’indomito telaio aureo del proprio passato, ricama sogni e desideri d’amore sui pizzi al tombolo, intreccia l’anima dei suoi figli al cordone ombelicale delle proprie radici.
Isola Madre, che sanguina segreti, profezie e rituali di ocra rossa.
Isola che accudisce il respiro, le memorie, il grembo innamorato di vita e il volto di luna di Caterina, Lisetta, Marianna ed Eva.
Isola che canta, con voce di sole e vento, di miele e sangue, la propria storia eterna.
Risuona, il suo acceso richiamo, nelle parole di estatica bellezza della scrittrice Emma Fenu, figlia nuova dell’antica Terra, custode del Dono che l’Isola elargisce alle Api Regine. Alle Donne.
Donne Madri, forti come Dee. Donne mamme, dolci come miele. Dee del miele.

ilaria-biondi

Ilaria Biondi
Laurea in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università di Bologna. Durante il Dottorato di Ricerca in Letterature Comparate vive per lunghi periodi in Francia. Si occupa di traduzione letteraria e critica della traduzione, di letteratura francese e belga (in lingua francese) e letteratura tedesca dell’Ottocento. È appassionata di letteratura fantastica , science-fiction, letteratura al femminile, di viaggio, per l’infanzia e poesia.
Raymond Radiguet. Giovinezza perduta, eterna giovinezza, Delta Editrice.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!