• Il sogno dell'isola, Tamara Marcelli - Gli scrittori della porta accanto
  • Ponsacco-Los Angeles Sulle tracce di Bruce Springsteen, Valentina Gerini (Mainstream) - Gli scrittori della porta accanto
  • Con la mia valigia gialla, Stefania Bergo (Memoir) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Volevo un marito nero, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • La notte delle stelle cadenti, Valentina Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Perchè ne sono innamorata, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Chiaroscuro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • L'appetito vien leggendo - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Diventa realtà, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Immagina di aver sognato, Elena Genero Santoro, Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il cielo d Inghilterra, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Il sogno di Giulia, Claudia Gerini (Romance) - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Una felicità leggera leggera, Loriana Lucciarini - Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Il salotto di Emma] “La Santa piccola”, innocenza e scandalo come premesse di rivoluzione, di Emma Fenu

santa-piccola-recensione

La Santa piccola, di Vincenzo Restivo, Milena edizioni, 2017. Mario, Lino e Assia: diciassette anni, tre realtà differenti, in una Napoli dove la violenza è l’unica alternativa di sopravvivenza.

Oggi nel mio salotto è presente un uomo di carne, ossa e sangue. L’immaginazione rende tutto possibile, quindi invito Vincenzo Restivo, scrittore classe 1982, a sedersi accanto a me, sul divano, e ad assaggiare i famosi biscotti che non preparo io, ma che si materializzano con la sola forza del pensiero.
«Benvenuto Vincenzo, mi raccomando: non ti distrarre. Se dubiterai della magia del luogo ti ritroverai seduto per terra e con in mano solo aria! Ho appena concluso la lettura del tuo ultimo romanzo, La Santa piccola”, edito da Milena nell’anno in corso. Un libro forte e tenero al contempo, ambientato a Napoli, nel quartiere di Forcella, in cui la purezza di tre adolescenti e di una bambina viene messa a dura prova da una società corrotta.»

La-Santa-piccola

La Santa piccola

di Vincenzo Restivo
Milena Edizioni
EAN 9788898377954
ebook 2,99€

«Ti porrò domande atipiche, che permetteranno, però, di cogliere l’essenza del tuo libro e di conoscere la tua fucina letteraria. Iniziamo, dunque. Caro Vincenzo: scrivere è un atto di denuncia o di rivoluzione?»
«Grazie, Emma, per avermi invitato nel tuo salotto virtuale. Chi denuncia, in qualche modo, fa rivoluzione e la scrittura è lo strumento più adeguato a tali fini. Da lusofonista so bene quanto la scrittura abbia rappresentato questo binomio imprescindibile, come con i Boletins de Propaganda e Informação negli anni del dominio Salazarista in Portogallo quando a un negro non era permesso di rapportarsi alla cultura, e alle “Novas cartas portuguesas”, libro provocatorio e per questo di denuncia e rivoluzione, scritto da tre donne che del loro corpo ne fecero strumento di potere e riscatto, in risposta a una realtà troppo maschilista, misogina, claustrale.
Le mie storie denunciano sempre qualcosa. Che facciano anche rivoluzione, beh me lo auguro, ma in quel caso vorrà dire essere riuscito a fare della letteratura strumento di massa. Purtroppo, oggigiorno, il mezzo visivo riesce lì dove le parole scritte non bastano. Siamo più portati a un messaggio diretto, sintetico, immediato e al potere dei libri pochi ancora ci credono.»
«Che differenza c'è fra sesso e amore se si hanno 17 anni come i tuoi protagonisti?»
«A diciassette anni, amore e sesso sono un iperbato, una confusione. Difficilmente si riesce a scindere e spesso si cade nel tranello dell’abbaglio. Un bacio a diciassette anni è qualcosa di più di un bacio e, se si arriva al sesso, la situazione si complica ulteriormente. “Io a Lino me lo voglio sposare” dice Assia, che con Lino ci fa sesso regolarmente “e gli voglio anche dare dei figli, a Lino”. E chi può mettere in dubbio il sentimento? Chi può dire che due ragazzini non possano amarsi come due adulti in questo marasma che tutto confonde, anche le cose più pure?»
« Cosa è l'innocenza?»
«L’innocente è chi non è ancora volontariamente compromesso dalla cultura del plagio, del dolore, del ricatto. L’innocente è chi mantiene ferme le sue posizioni nonostante la degradazione che la realtà impone. Fare sesso non ti rende meno innocente di chi sesso non lo fa. E vale lo stesso per chi, per sopravvivere, è costretto a difendersi, in un modo o nell’altro. L’imposizione della corruzione non può né deve intaccare l’innocenza. E spesso è sempre questione di priorità e valori soggettivi
«Cosa è, invece, lo scandalo
«È vergogna, pura e sporca vergogna. La frattura di un equilibrio di facciata fedelmente costruito. E lo scandalo, l’intralcio, l’inciampo, serve a rivelare il marchingegno, le quinte macchinose, la nudità concreta che fa sempre male. Ed è indispensabile.»
«Grazie Vincenzo. L’incantesimo continua… sta per essere servito il tè.»

Emma-Fenu

Emma Fenu
Nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vive, felicemente, a Copenhagen, dopo aver trascorso un periodo in Medio Oriente. Laureata in Lettere e Filosofia, ha, in seguito, conseguito un Dottorato in Storia delle Arti. Scrive per lavoro e per passione.
Mito e devozione nella figura di Maria Maddalena, Abel Books.
Vite di Madri. Storie di ordinaria anormalità, Echos Edizioni.
Le dee del miele, Milena Edizioni.
Il segreto delle principesse, Milena Edizioni.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!


Novità editoriali

LIBRERIA GLI SCRITTORI DELLA PORTA ACCANTO