• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Il sogno dell'isola" di Tamara Marcelli, recensione di Tiziana Viganò

Il-sogno-dell-isola-Tamara-Marcelli-recensione

Il sogno dell'isola, di Tamara Marcelli, Montag, 2016. Un bel ritratto femminile: dalla guerra con se stessa alla fatica di trovare quella pace che ci ispira riflessioni potenti.

Un diario intimo, un monologo interiore che solo in alcuni tratti pare perdere le redini del razionale quando le emozioni emergono come schiuma e rapidamente si sgonfiano, così come le onde del mare.
Un’isola che c’è o non c’è; una visione o un luogo virtuale o una vera terra; o forse sogni, desideri, ideali, valori. Oppure il
Lungo le pagine del romanzo a poco a poco tutti gli elementi prendono forma e si ordinano. Li accompagnano musica e poesia che risuonano nell’anima di Tara, la protagonista, e si riverberano tra le pagine, vibrando, battendo il ritmo delle parole.
Il personaggio, dapprima portato dal vento turbolento delle esperienze e dei fallimenti, veri o presunti, dagli incontri, costruisce la sua vita in mezzo a contrasti e contraddizioni. Cade, si fa male, inseguita da un male di vivere che se ne andrà nel momento in cui, aiutata da un amore vero e solido, riuscirà a prendere contatto con parti di sé rinnegate, accettarle, farle emergere per quello che sono nella loro positività… Altre esperienze, progetti, l’esperienza della maternità che si fa largo con prepotenza, nonostante le prime dure prove, la lotta per far nascere “il bambino dei sogni”, per trovare in lui una stabilità mai provata prima: la maturità.
E’ la storia di una donna moderna che si legge senza pause, condividendone l’inquietudine, le lotte e la capacità di rinascere sempre, con caparbia determinatezza, con molta forza sotto l’apparente fragilità, aiutata e guidata dall’Arte.
Tamara Marcelli ci regala un bel ritratto femminile: dalla guerra con se stessa alla fatica di trovare quella pace che ci ispira riflessioni potenti. Consigliatissimo, da leggere!

Il-sogno-dell-isola

Il sogno dell'isola

Questa e' la storia di due stelle e di un sogno.
La gioia, la disperazione riversate in queste pagine. Mentre nel mondo reale appare imperturbabile. Tante emozioni, talvolta contrastanti, ma la certezza che solo una e' rimasta nell'anima, fissa, indelebile: la vita chiede di essere vissuta.
"Ciò che non uccide, fortifica", sembra il principio ispiratore di questo romanzo.
È la storia di Tara, la protagonista instabile e romantica, perennemente inquieta, innamorata della Vita, dell'amore e dell'arte. Il suo incontro con un Poeta, con un Musicista e con Laurence, l'uomo che diventerà il suo alter ego e la salverà dall'autodistruzione.
I temi: L'amore, L'Arte, Il rapporto conflittuale con il cibo. Un bambino a tutti i costi, un forum di donne, l'amore per gli animali, Il rapporto conflittuale madre-figlia, le stelle, la neve, il sogno...
Ogni capitolo si apre con una frase, una poesia o una canzone che introducono il tema affrontato. Espressioni significative nella vita della protagonista ed emblematiche del suo mondo interiore. Rappresentano una sorta di colonna sonora.
Questo romanzo non è semplicemente il racconto di una storia d'amore, in tutte le sue accezioni, ma piuttosto quello di una vita che si interseca con molte altre. Una vita vissuta intensamente, spesso con dolore, osservata e scandagliato nelle sue molteplici sfumature.
È la storia di un sogno che, una volta raggiunto, chiude il cerchio e rivive, tra sfigurandosi, nella vita di nuovi occhi. 

di Tamara Marcelli | Montag | Narrativa
ISBN 978-88-68920-97-5 | cartaceo 16,00€ | ebook 2,99€


Tiziana Viganò
Le idee migliori per scrivere, gli incipit e i finali si insinuano nella mia mente in quell’ora del mattino che precede di poco il risveglio, come nella nebbia, mentre sono ben sveglia quando in cucina mi diverto a inventare ai fornelli e sperimentare intrugli con erbe e spezie. Viaggiare è la mia passione e il mondo delle donne sta al centro dei miei interessi di scrittrice.
Milano in 100 parole, Giulio Perrone Editore.
Come le donne, PM Edizioni.
Sinfonia nera in quattro tempi, Youcanprint.
L'onda lnga del Titanic, Macchione.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...