• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Professione lettore] "Totally Lost” riporta i fans sull'isola dei sopravvissuti, di Lara Zavatteri

lost-libro-book-totally-serie-tv

Totally Lost. Il libro definitivo sulla serie TV più amata, di Mauro De Marco: si ritorna sull'isola! Dalla serie TV, capace di mescolare reale, immaginario e soprannaturale, un libro per colmare il vuoto lasciato da un finale mai del tutto compreso.

Un gruppo di sopravvissuti ad un disastro aereo. Un'isola piena di misteri. Sparizioni mai spiegate, bestie dalla forza sovrumana, un gruppo di “altri” da cui stare attenti. Sì, l'avrete già capito, sto parlando proprio di “Lost”, la serie cult terminata ormai da qualche anno ma che è rimasta nel cuore dei suoi tanti fan. 
È uscito nel 2016 e ve lo segnalo,  "Totally Lost. Il libro definitivo sulla serie TV più amata" di Mauro De Marco, per tornare, almeno per qualche ora, sull'isola.
Per chi non avesse mai visto “Lost”, la storia è per l'appunto quella di un gruppo di persone precipitata su un'isola dopo un disastro aereo. Alcuni muoiono quasi subito, altri scompaiono, altri ancora sopravvivono fino alla fine. Con loro vivono creature micidiali e un gruppo di naufraghi arrivati molto prima, ovvero “gli altri” che continuamente tentano di ammazzare i naufraghi. Tra disastri vari, amicizie e amori, si arriva dall'isola ai giorni nostri, con un finale impossibile da immaginare e, in parte, anche da accettare.

Misteri irrisolti.

“Lost” è stata una serie incredibile per colpi di scena, ma purtroppo ha “regalato” un finale che in molti non hanno apprezzato, oltre a non aver spiegato molti misteri dell'isola stessa, dove si trovano a convivere i naufraghi dopo che il loro aereo è precipitato. Uno per tutti, qualcuno ha capito cosa fosse quella specie di orso gigantesco che usciva, di tanto in tanto, sull'isola? Non si è mai visto bene né si è capito perché non avesse fatto strage dei naufraghi fin da principio. Poi, l'assurdità del bottone da schiacciare ogni tot di tempo - in una delle ultime stagioni - per non saltare in aria, io francamente devo ancora capire se si trattasse di uno scherzo o meno.

Curiosità sulla serie TV.

Il ruolo di Jack, uno dei protagonisti assoluti della serie, fu offerto inizialmente all'attore Michael Keaton, che però lo rifiutò, ad oggi, come ha dichiarato lui stesso, sentendosi quasi in colpa per questa scelta. Il ruolo fu infatti assegnato a Matthew Fox (il fratello più grande della serie tv “Party of Five”, in italiano “Cinque in famiglia”) che per tutta la durata di “Lost” si è conteso la palma di “migliore” con l'altro protagonista per eccellenza, ovvero Sayer
Diversi attori sono poi ricomparsi in altre serie tv. Ad esempio uno dei naufraghi che muore quasi subito è il Damon di “The Vampire Diaries”, mentre uno degli “altri” dedito a mangiarsi conigli compare in “Person of interest”.
“Lost” resta una serie unica nel suo genere, capace di mescolare reale e immaginario, soprannaturale e vicende vere. Per tornare sull'isola, non vi resta che leggere il libro e scoprire tutti i suoi segreti. 

Totally-Lost

Totally Lost
Il libro definitivo sulla serie TV più amata

"Lost", la serie tv più innovativa della storia della tv, ha lasciato un grande vuoto dietro di sé, tra i suoi fan più entusiasti come tra gli scettici, tra quelli che hanno abbandonato la serie a metà e quelli che sono rimasti incollati fino alla fine e l'hanno amata oppure non hanno del tutto apprezzato il finale.
Comunque la pensiamo, tutti noi che ci siamo perduti con i personaggi sull'Isola, anche oggi, a distanza di tempo, non possiamo non riconoscere che i colpi di scena, i misteri e il pathos a cui "Lost" ci aveva abituato ci mancano.
Questo libro vuole accompagnare il lettore in un viaggio "definitivo" sull'Isola.

di Mauro De MarcoArea 51 Publishing | Fantasy
ISBN 978-8893311540 | cartaceo 12,67€ | ebook 2,99€


Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle, Un cane di nome Giuliano, Risparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Agata, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!