• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Cosa accadrebbe se?" di Randal Munroe, recensione di Gianluca Santeramo

Cosa-accadrebbe-se-Randal-Munroe-recensione

Cosa accadrebbe se? Risposte scientifiche a domande ipotetiche assurde, di Randal Munroe, Bompiani, 2015. Ironia e rigore scientifico, dal creatore del popolarissimo fumetto online xkcd, risposte sorprendenti a domande improbabili.

La scienza è noiosa, dicono...
(Pausa | | )
È un concetto che non riesco a fare mio.
Il fatto è che anche il libro più comico del mondo fa ridere solo se si comincia a leggerlo e, allo stesso modo, la scienza può essere divertente solo se si inizia a giocarci in qualche modo.
A ben vedere il concetto stesso di scienza di per sé dice davvero poco: si tratta semplicemente di una branca di conoscenze trattate in maniera metodica e rigorosa, con lo scopo di portare a risposte oggettive (ergo: piano con la fantasia...) e con capacità predittive di efficacia migliore dell'astrologia. In poche parole, si studia la Natura per capire come funziona al di là delle apparenze e, una volta compresi tutta una serie di fenomeni, si passa il testimone alla tecnologia (altra branca di conoscenze bistrattata dalle masse) che può farne uso per inventare lo smartphone, il computer, la console per fare i giochini, l'automobile, la moto, il cinema, l'aereo per andare in vacanza, la nave da crociera, le medicine per stare in salute, il climatizzatore, il forno a microonde e tutte quelle cose molto cool che, in quanto tali, piacciono a tutti. Vale a dire che la scienza è una materia barbosa, ma ci piacciono tanto i suoi prodotti: la coerenza è un'arte...
Nella realtà dei fatti, com'è vero che esistono brani musicali che trattano tematiche molto impegnative e altri che usano la musica per fare comicità e satira (citerò "Elio e le storie tese" che bastano e avanzano per tutti!), così esistono libri di scienza applicata, veri e propri manuali, e libri di scienza divulgativa, che hanno lo scopo di trasmettere concetti, a volte di difficile comprensione, in modo discorsivo e non troppo accademico. Si tratta di quei generi di testi che un blogger dovrebbe leggere prima di lanciarsi in vere e proprie campagne contro fenomeni come le scie chimiche, le vaccinazioni oppure gli OGM, non dico per rendersi conto di quanto siano insensate queste forme di protesta proprio "a prescindere" (sarebbe chiedere troppo...), ma almeno per conoscere il proprio nemico, che non fa mai male in guerra...

Detto questo, per quanto stonato possa sembrare di primo acchito, è possibile fare della comicità con la scienza, mentre si impara anche qualcosa in modo anticonvenzionale.

Rispondendo, per esempio, a tutta una serie di domande estreme come:
Quando bisognerebbe avvicinarsi ad una supernova per ricevere una dose letale di radiazione di neutrini?
Se non siete appena riemersi dagli abissi della vostra scrivania a seguito di un lungo spasmo d'ilarità è perché non sapete cosa sono i neutrini, cioè non avete capito la barzelletta. 
Se non vi interessa l'astronomia, magari potreste essere curiosi di sapere se è proprio vera quella leggenda secondo cui ognuno di noi ha una sola anima gemella in tutto il mondo, oppure potreste essere curiosi di sapere cosa accadrebbe se il famoso bicchiere del pessimista/ottimista fosse letteralmente mezzo vuoto.
Tante, tantissime domande, una più strana dell'altra, cui il semplice fatto di dare una risposta con autentico rigore scientifico, conferisce una marcata nota di comicità.
Consigliato come lettura leggera alternativa.

Cosa-accadrebbe-se-Randal-Munroe

Cosa accadrebbe se?
Risposte scientifiche a domande ipotetiche assurde

Dal creatore del popolarissimo fumetto online xkcd, risposte sorprendenti a domande che probabilmente non avete mai pensato di fare.
Randall Munroe, con i suoi fumetti stilizzati sulla scienza, la tecnologia, il linguaggio e l’amore fornisce risposte dettagliate e documentate alle domande più strampalate, che spaziano dal semplicemente bizzarro all’assolutamente diabolico.
Cosa accadrebbe se facessi una nuotata in una piscina di combustibile nucleare esausto?
È possibile costruire uno zaino jet utilizzando delle mitragliatrici che sparino verso il basso?
E se New York venisse colpita da un terremoto di magnitudo 15 della scala Richter?
Cosa accadrebbe se il DNA di una persona svanisse?
Nel tentativo di trovare delle risposte, Munroe conduce simulazioni al computer, spulcia appunti di ricerca di progetti militari declassificati, si consulta con operatori di un reattore nucleare, misura con un cronometro il tempo delle scene di Star Wars, chiama sua madre e cerca su Google animali dall’aspetto inquietante. Le sue risposte sono perle di umorismo e illustrano in maniera accurata e divertente ogni cosa, a partire dalle vostre probabilità di incontrare l’anima gemella fino ai molti modi orribili in cui potreste morire costruendo una tavola periodica degli elementi.
Quando è Randall Munroe a guidarvi, la scienza diventa piuttosto strana molto in fretta. Lanciare una palla da baseball a velocità prossime a quelle della luce può radere al suolo interi isolati cittadini. Una mole di talpe può soffocare il pianeta sotto una coltre di carne. Yoda può impiegare la Forza per ricaricare la sua Smart elettrica. Un tripudio di informazioni istruttive per chiunque ami ragionare per ipotesi.

di Randal Munroe | Bompiani | Saggio umoristico, divulgazione scientifica
ISBN 978-8845279713 | cartaceo 17,85€ | ebook 6,99€

Gianluca-Santeramo

Gianluca Santeramo
Allevato da un Commodore VIC 20 e da Goldrake, si è diplomato in Informatica Industriale nel lontano 1995. Non è mai riuscito a recidere il cordone ombelicale che lo lega alla fantascienza sin dalla più tenera età. Dopo aver corretto decine di bozze di scrittori in erba tra un capolinea e l’altro, si è messo anche a scrivere: da allora sono iniziati i guai….
Renè, Zerounoundici Edizioni.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...