• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "Enciclopedia della donna. Aggiornamento" di Valeria Parrella e "Io e lei. Confessioni della sclerosi multipla" di Fiamma Satta, recensione di Beatrice Rurini

Enciclopedia-donna-Aggiornamento-Valeria-Parrella-Confessioni-sclerosi-multipla-Fiamma-Satta-recensione

[Mini Book Review]

Enciclopedia della donna. Aggiornamento, di Valeria Parrella, Einaudi, 2017. Un racconto sfrontato e gioioso sull'arte piú antica del mondo: il sesso.

Quello che non troverete mai in una enciclopedia degli anni '60 che di per sé parrebbe onniscente. Sì, manca solo la voce aggiornata e ben spiegata che solo una donna che ha passato il '68 vorrebbe leggere: il sesso.
Che lo si voglia o no, a volte le spiegazioni sono necessarie. Devo dire che il nodo di presentarle è unico: scorrevole e sagace, ironico e un po' cinico, il romanzo si legge con facilità e agevolmente, come una vera enciclopedia, un capitolo tira l'altro, è leggero ma con piccole perle di "saggezza" e offre una visione molto disincantata del mondo sessuale femminile, con uno stile asciutto che comunque si adatta alla materia.
Unico difetto è dimostrare la veridicità del tutto. 
L'enciclopedia della donna, uscita negli anni Sessanta, che esponeva "tutto quello che una donna era tenuta a sapere" (eccetto il sesso), ce l'ho, è un lascito di mia suocera e devo dire che in effetti è piuttosto ampia e sinteticamente valida. 

Enciclopedia-della-donna-Aggiornamento-Valeria-Parrella
L'Enciclopedia della donna usci negli anni Sessanta, ed esponeva in modo chiaro e definitivo tutto quello che una donna era tenuta a sapere. Dall'alimentazione allo sport, dalle regole per essere un'impeccabile padrona di casa a quelle da imporre ai figli. Mancava (e manca tuttora) un solo argomento: la fica. Una dimenticanza non da poco, a cui Amanda - stimata docente di Architettura, napoletana, 53 anni e un sacco di cose da spiegare - si appresta a porre subito rimedio, raccontandola dalla A alla Z. 
Smontando le convenzioni, Valeria Parrella ci racconta i fatti come stanno: «Gli uomini non pensano davvero che le donne vogliono scopare, cioè che lo vogliono in assoluto, e non solo in quel momento e proprio perché ci sono loro». Una dichiarazione di libertà consegnata alle donne (e a chi le ama), un invito a prendersi ciò che vogliono in tutte le stanze aperte e chiuse della loro vita.

di Valeria Parrella | Einaudi | Saggio
ISBN 978-8806235529 | cartaceo 11,90€


Io e lei. Confessioni della sclerosi multipla, di Fiamma Satta, Mondadori, 2017. Un punto di vista spiazzante e anticonformista sulla malattia, un implacabile flusso di emozioni, uno sconvolgente romanzo d'amore.

Già voce radiofonica, di una dolcezza spiazzante, e blogger sul quotidiano Gazzetta dello Sport, Fiamma scrive la biografia della sua sclerosi multipla. Sappiamo già di che malattia si tratti, ma è sempre difficile accettarla, soprattutto da parte di coloro che per lo sport farebbero carte false.
Ma Fiamma fa di più: è la malattia che racconta se stessa, una voce fuori campo che cinicamente prende per i fondelli il buonismo che circonda la sua ospite. A partire dal compagno, che comunque non le dà quell'appoggio che lei desidera, fino alla sedia a rotelle che viene definita malignamente una Ferrari.
Cattiveria ed arroganza scoppiano in queste pagine, come la rabbia che ha dentro l'autrice, con parole crude ma fluide, in un flusso di emozioni in crescendo che spiazza.

Io-e-lei-Confessioni-della-sclerosi-multipla-Fiamma-Satta
A dire "Io" è una voce narrante del tutto inedita, la Sclerosi Multipla, capace di terrorizzare soltanto col suono del proprio nome, un "gorgoglio di consonanti scivolose". Egocentrica come una primadonna, dotata di un'ironia corrosiva, politicamente scorretta, determinata, ingombrante, irriverente, sguaiata, irascibile, maltratta tutto e tutti, a cominciare dai lettori, "uditorio miserrimo" al quale si confida. La sua vittima prediletta, però, è la "lei" del titolo, quella Miagentileospite, amatissima e disprezzata in ugual misura dall'inquietante narratrice: "Sono dentro di lei. Capite? Sono dentro di lei più di qualsiasi altro. E lei non dovrebbe dimenticarlo mai". Tutto in loro è simbiotico e opposto: gusti, passioni, inclinazioni, tendenze, idiosincrasie, consapevolezze, visioni del mondo e dell'amore, in particolare quello per Occhiazzurrogrigionebbia, altro personaggio del romanzo. Le due linee narrative, la malefica progressione della malattia e la storia d'amore, corrono parallele fino a incontrarsi nel sorprendente coup de théâtre finale.

di Fiamma Satta | Mondadori  | Narrativa
ISBN 978-8804674931 | cartaceo 14,45€ | ebook 8,99€

Beatrice-rurini

Beatrice Rurini
Del 1969, sono appassionata di lettura e musica sin da piccola. Ho conseguito la maturità magistrale (senza insegnare), studiato pianoforte e violoncello. Lavoro come restauratrice d'arte. Sono sposata con prole e, soffrendo d'insonnia, mi appoggio alla lettura per evitare di stare con le mani in mano.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!