• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] "You" di Alisa Grey, recensione di Giulia Mastrantoni

You-Alisa-Grey-recensione

You, di Alisa Grey, Selfpublished, 2017. Una storia d’amore romantica, un intreccio di voci e sentimenti che l’orgoglio tiene a bada, ma che finiscono per sovrapporsi e creare malintesi, intrighi e finali felici.

Non è la prima volta che leggo qualcosa di Alisa Grey ("Dear Juliet", recensione), anzi, credo di aver letto quasi tutte le sue pubblicazioni. Il suo stile è inconfondibile e il suo amore per l’arte è sempre un tratto distintivo delle storie che inventa. Quello che mi lascia sempre perplessa, nei suoi libri, però, è il fatto che si concludano: a voi non capita mai di esservi abituati a convivere con un certo personaggio e sentirvi spiazzati, quando dovete salutarlo? Ecco, con i romanzi di Alisa Grey mi capita spesso. “E ora che faccio, senza Alison?” mi sono chiesta chiudendo il Kindle.
Tra tutti i romanzi che ho letto di questa amica e autrice, questo è quello più ’contemporaneo’, quello in cui Boston e New York prendono vita davanti ai miei occhi in tutta la loro effervescente dinamicità. Una storia romantica, fatta di donne indipendenti e di fidanzati da cui è meglio stare alla larga, che ci conclude come tutti i romanzi di Alisa: con una nota di speranza e felicità che è contagiosa.
Alison ha conseguito il suo dottorato ad Harvard, rimanendo poi in ambito accademico e collezionando successi. Persino la sua vita sentimentale va piuttosto bene: certo, Cole non è un amore viscerale e profondo, ma è comunque un uomo affidabile che vuole sposarla.
Però l’incidente che ha ucciso i genitori della ragazza qualche anno addietro torna a bussare alla porta, con una novità inaspettata: Alison ha una sorella. Giorgia, una ragazza sveglia e dolce, lega immediatamente con la sua sorella maggiore e inizia una scoperta della loro famiglia perduta che fa rivivere a entrambe un’epoca oramai svanita.
Nel frattempo, Cole cede alla tentazione: Susan era così carina, con i suoi capelli biondi, che resistere era diventato davvero troppo difficile. Peccato, però, che le gravidanze inaspettate potrebbero mettersi in mezzo alle scappatelle segrete da un momento all’altro... E se poi le scappatelle vengono anche scoperte, beh, allora rimane proprio poco da fare, se non preparare i bagagli e dire addio a Alison.
La ragazza, nel frattempo, è entrata nel mondo di Giorgia, che la presenta a Drake, un artista che non conosce l’amore, né la gentilezza. Bellissimo, sfuggente e circondato da donne che servono solo a divertirsi per un paio d’ore, Drake è il genere di uomo dal quale stare alla larga non solo è una buona idea, ma addirittura un imperativo. Il suo amico, Brett, è chiaramente innamorato di Giorgia, la quale ricambia e si lascia convincere tra mille esitazioni a trascorrere un weekend insieme a lui. Ma lasciare Drake da solo per un fine settimana non è un’idea brillante...
Una storia d’amore che si vuole romantica, ma realista. Un intreccio di voci e sentimenti che l’orgoglio tiene a bada, ma che finiscono per sovrapporsi tra loro e creare un insieme di malintesi, intrighi e finali felici.

You

You

Quattro anime diverse, quattro prospettive, quattro diversi caratteri che intrecciandosi daranno vita a un'unica storia.
Ambiziosa, riservata e con un fidanzato perfetto, Alison è ossessionata dal passato. In particolare dal passato della famiglia che non ha più. Tuttavia a soli ventisei anni il suo futuro sembra già lastricato di successi: una laurea in linguaggio e letteratura romantica con una specializzazione in storia medioevale, un incarico prestigioso all’Università di Harvard, un matrimonio felice con Cole... o almeno così sembra, sino a quando non apre la porta sbagliata.
E poi c’è Giorgia, una ragazza molto più matura dei suoi diciotto anni, con una madre sciocca ed invadente, un lavoro da cameriera in un Grill di una piccola città di mare e cosa ancor più importante, è la sorella di Alison. Sarà proprio grazie a lei che Alison conoscerà Drake.
Lui invece è il classico cattivo ragazzo, tutto fascino e sregolatezza. Artista ribelle, pieno di piercing e tatuaggi, è la persona più orgogliosa, arrogante e insopportabile che Alison abbia mai conosciuto. Eppure nonostante la sua ritrosia, riesce ad accendere in lei una passione incontrollabile, che, contro ogni previsione, sembra reciproca.
Ma quello che nascerà tra Alison e Drake è l’inizio di amicizia difficile o la storia di un amore vero?

di Alisa Grey | Selfpublished | Romance
ISBN 978-1520674001 | ebook 0,99€ | cartaceo 9,50€


Giulia Mastrantoni
Da quattro anni collaboro all’inserto Scuola del Messaggero Veneto, scrivo per il mash up online SugarPulp e per la rivista dell’Università di Trieste Sconfinare.
Dopo aver trascorso un periodo in Inghilterra, ho iniziato un periodo di studi in Canada, ma, dovunque sia, scrivo.
Misteri di una notte d’estate, ed. Montag.
One Little Girl – From Italy to Canada, eBook selfpublished.
Veronica è mia, Pensi Edizioni.
La forma del sole, StreetLib collana gli scrittori della porta accanto.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!