• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Libri] Collana "Turisti per caso book" di Syusy Blady e Patrizio Roversi, recensione di Andrea Pistoia

turisti-per-caso-book

Turisti per caso book, a cura di Syusy Blady e Patrizio Roversi, Edizioni Master. Una collana di libri tascabili dedicati ad alcuni itinerari, che raccolgono storie di viaggio scritte direttamente da turisti che hanno visitato quei luoghi. 

Essendo essenzialmente un vagabondo, ma soprattutto un uomo che alla prima occasione buona prepara le valigie e parte per lidi lontani, era naturale che non solo comprassi le riviste di ‘Turisti per caso’ ma anche un paio di libricini della collana ‘Turisti per caso book.
Nello specifico, mi sono appena letto quello sull’Egitto (ma la mia analisi vale per tutti i volumi dato che sono stati strutturati nel medesimo modo). Ecco una recensione a freddo (e critica) del volume in questione.
Cosa contengono questi book tascabili? Sostanzialmente i diari di viaggio di coloro che hanno pubblicato le loro esperienze sul sito turistipercaso.it (e di conseguenza sulla rivista mensile che trovate in edicola), impreziositi da alcune pagine con foto della nazione trattata e da brevi didascalie. Sporadicamente si trovano anche commenti della redazione con consigli mirati su usi e costumi del luogo, cibi da provare, escursioni da non perdere ed informazioni di carattere generale.
Personalmente, essendo una persona che prima di andare in un posto s’informa in modo approfondito per non trovare spiacevoli sorprese, considero questi volumetti interessanti e ricchi di spunti: in fondo, chi più di coloro che ci sono stati possono dare dritte mirate, oneste e non di parte? Senza contare che a volte danno informazioni difficili da reperire su internet in quanto troppo specifiche e singolari (anche solo il consigliare un ristorantino di periferia appena aperto dove fanno delle ottime pietanze).
Sono libretti di poco più di centoventi pagine con una decina di viaggi ma che offrono comunque un quadro generale di dove andare, cosa vedere e provare. In sostanza, al di là che fare un copia/incolla di diari di viaggi redatti da altri è proprio un ‘vinci facile’, vale la pena spendere dal sito 3,90€ (tra l’altro non è chiaro come ordinarli dato che, parrebbe, non vi è più la disponibilità) o 7,99€ in edicola? Dipende. Obiettivamente, se escludiamo le sporadiche, quasi inesistenti, dritte della redazione, per il resto una persona incline al risparmio potrebbe tranquillamente andare sul loro sito e leggersi gratis gli stessi diari. Tradotto: ottenere le stesse informazioni a prezzo zero navigando su internet potrebbe demotivare chi cerca un onesto rapporto qualità/prezzo.
Non solo, ma chi si preparerà a un viaggio fai-da-te non si accontenterà certamente di qualche sintetico diario di viaggio ma farà ricerche approfondite (e, in tal caso, non comprerebbe neppure il volume ma farebbe direttamente tutto online).
Tanto meno le foto sono fonte di valore aggiuntivo all’opera: non che non siano belle ma semplicemente sono facilmente rintracciabili facendo una breve ricerca sul web.
Diciamo che questi volumetti sono una piacevole soluzione per chi non ha dimestichezza o non ha voglia di fare ricerche su internet ma cerca comunque qualche spunto da chi ha visitato certe città e nazioni. Ed è anche un buon punto d’inizio per chi vuole avere informazioni su un luogo attraverso una lettura leggera, evitando quei tomi ricchi di informazioni inutili per il lettore occasionale. Perché restano comunque dei diari scritti da persone comuni in un linguaggio chiaro e diretto, senza fronzoli o frasi ad effetto. E questo è il suo punto di forza.

turisti-per-caso-book

Turisti per caso book

Dopo il grande successo di ‘Turisti per Caso Magazine’, la rivista di viaggi più venduta in edicola, Edizioni Master S.p.A. presenta i ‘Turisti per Caso Book’, una collana di libri tascabili per aiutare i lettori nella scelta della vacanza e nella preparazione al viaggio.
Unica nel settore, la nuova collana, brand extension del magazine, ne eredita il concept editoriale originale e innovativo.
Si tratta, infatti, di libri che raccolgono i racconti appassionati di tanti viaggiatori esperti riguardo una determinata meta o località, pensati per trasmettere a chi legge emozioni in presa diretta e, al contempo, stimolare la scelta e la preparazione della vacanza.



a cura di Syusy Blady e Patrizio Roversi | Edizioni Master
Guida turistica, Diario di viaggio | carteceo 3,90€ 

Andrea-Pistoia

Andrea Pistoia
Nasco in una solare giornata di luglio a Vigevano. A dodici anni scoppia l’amore per la letteratura. Affronto la scuola come un condannato a morte. In compenso la mia cultura extra-scolastica cresce esponenzialmente. Dopo due anni vissuti a Londra, torno in Italia come blogger, giornalista, recensore di fumetti e sceneggiatore di un fumetto online per una nota casa editrice. Chitarrista dei ‘Panama Road’, direttore editoriale di una fanzine online.
Ancora e mai più (nelle mutande),

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!