• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

"Evoluzione storico culturale del crimine organizzato in Sardegna" di Tamara Marcelli


Tamara Marcelli

Dopo la maturità conseguita al Liceo Classico, ha studiato Lettere e Tecniche dello Spettacolo e ha conseguito la Laurea in Psicologia Giuridica.
Scrive poesie, romanzi, testi teatrali, articoli e saggi. Ha studiato canto e recitazione per oltre dieci anni e ha lavorato come attrice in alcuni importanti Teatri di Roma e del Lazio. Artista poliedrica, decisamente eccentrica, un’ amante dell’arte in tutte le sue forme. Si definisce una sognatrice folle.


Evoluzione storico culturale
del crimine organizzato in Sardegna


Editore:  Albatros Il Filo
Genere: Saggio professionale
ISBN: 978-88-567-6917-3

Costo Cartaceo: 16,50€
IBS 
Amazon 
LaFeltrinelli
In Mondadori 
contatta l'autore per ricevere copie autografate

"La felicità consiste nel poter dire ogni sera: non sono stata vile."
Questa frase del premio Nobel Grazia Deledda, grande esempio di donna nuorese, racchiude il senso profondo del vero spirito sardo, quello ancora immutato nei secoli, legato a valori fondamentali, come il rispetto e l'onore, e alla forza della tradizione. Tutto, ogni aspetto della società sarda ruota intorno a questi cardini. Ed è proprio partendo da questa peculiarità che l'autrice di questo saggio decisamente multisfaccettato, scandaglia i vari aspetti del crimine organizzato in Sardegna. Ma lo fa in modo nuovo e particolare. Orientando lo sguardo da diverse angolature. Dopo un escursus storico, imprescindibile per l'analisi criminogenetica del fenomeno, vengono affrontati alcuni reati specifici, osservandoli dall'interno poiché altrimenti non sarebbe possibile comprenderli. Analizzando gli aspetti tecnici, delineando il profilo psicologico del militante e affrontando la complessa realtà della vittimologia, l'autrice, innamorata di quest'isola, delinea un quadro socio-culturale complesso e ricco di sfumature senza tempo, a tratti poetico. Perché quest'isola è un mondo a parte, come la definì Lawrence ” non assomiglia a nessun luogo, essa sta fuori, sta fuori dal cerchio della civiltà…un mondo fuori dal tempo.


... dello stesso autore

Titolo:  IL BLU CHE NON È UN COLORE
Editore:  Montag
Genere: Poesia | Teatro
ISBN: 978-88-68920-21-0


Titolo: IL SOGNO DELL'ISOLA
Editore:  Montag
Genere: Romanzo
ISBN: 978-88-68920-97-5


    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento o ci offri un caffè? Grazie!

Breaking News

Dal nostro archivio

La Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze, per dire basta alle spose bambine, una rivoluzione (arancione) necessaria, di Stefania Bergo

Oggi si celebra in tutto il mondo la V Giornata Internazionale delle bambine e delle ragazze . Una giornata di sensibilizzazione, per il d...