• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Le recensioni di Ornella Nalon: "Volo di nascosto" di Alberto Bianchini

A volte, per rispondere alla regola del conformismo, ci si lascia trascinare dagli eventi con condiscendenza, senza opposizione alcuna. Infatti, fare parte di un gruppo, soprattutto quando si è poveri di solidi riferimenti di base, può ostacolare la formazione di una propria indentità caratteriale, inducendo all’emulazione o alla passiva condivisione.
Un po’, è questo ciò che è successo a Giorgio: allontanato dalla propria famiglia, nella delicata fase dell’adolescenza, si è legato a una compagnia di suoi coetanei dalla quale ha acquisto, e adottato come proprie, delle abitudini non propriamente raccomandabili. Eccede nel bere, fa uso di sostanze stupefacenti e partecipa ad azioni poco consone al senso civico. 
In una di queste, addirittura, una persona ha perso la vita e, seppur il suo coinvolgimento sia indiretto, Giorgio sa che potrebbe essere indagato e che, rimanere nella sua Bergamo, potrebbe diventare rischioso. Ciò nonostante, non è solo questo il motivo che gli farà mettere a punto un piano di fuga; egli sente anche un bisogno irrefrenabile di avventura oltre ad essersi prefissato una meta precisa per raggiungere un obiettivo da tanto agognato. Rubare un piccolo Cessna dal campo volo in cui, per diverso tempo, ha prestato la sua opera, si rivelerà un’impresa abbastanza facile, tuttavia, sa bene che la parte più difficile sarà affrontare il viaggio che ha programmato, disponendo solo delle modeste cognizioni di aviazione che è riuscito ad acquisire.
Inizia il suo “volo di nascosto”; un’avventura che gli riserverà delle prove al limite della resistenza umana, in cui, la necessità di soddisfare le esigenze primarie, gli trasmetterà una nuova scala di valori e la consapevolezza di saperle superare, alimenterà la sua autostima.
Il libro di Alberto Bianchini è di agevole lettura, grazie alla sua scrittura impeccabile, alle sue buoni doti descrittive, che non si limitano alle ambientazioni geografiche, ma anche alla psicologia dell’interprete e alla sua capacità di rendere il racconto coinvolgente.
Le spiegazioni tecniche di volo, non appesantiscono la storia, anzi, la rendono più credibile e fanno immaginare che l’argomento sia ben conosciuto dall’autore, oppure, sia stato oggetto di ricerca, e questo gliene renderebbe ancora più merito.
Ho apprezzato molto la sorpresa, verso il termine, che ha dato un ulteriore significato al titolo e ciò ha compensato la leggera delusione per il finale aperto, che tendenzialmente non amo molto.




Volo di Nascosto è un romanzo veloce e avventuroso. 
È l'impresa di un ragazzo di liceo che, in una notte più speciale delle altre, dà una svolta alla propria vita e decide di fare qualcosa di apparentemente fuori di testa. 
Emozioni e coscienza di sé sono il cemento che tiene insieme una storia che, crescendo, diventa sempre meno folle e sempre più concreta. 
Nota dell'autore: i contenuti del romanzo non sono adatti ad un pubblico razzista, xenofobo, omofobo ecc. 





di Alberto Bianchini | Azione e Avventura
ASIN B014V6FAWQ
cartaceo 12,00 Acquista | ebook 1,49€ Acquista





Ornella Nalon
I miei hobby sono: il giardinaggio, la buona cucina, il cinema e, naturalmente, la scrittura, che pratico con frequenza quotidiana. Scrivo con passione e trasporto e riesco a emozionarmi mentre lo faccio. La mia speranza è di trasmettere almeno un po’ di quella emozione a coloro che leggeranno le mie storie.
Quattro sentieri variopinti”, Arduino Sacco Editore
Oltre i Confini del Mondo”, 0111 Edizioni
Ad ali spiegate”, Edizioni Montag
Non tutto è come sembra”, da 0111 Edizioni.

About Lisi

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...