Gli scrittori della porta accanto

Recensione: 101 motivi per credere in Dio e non alla Chiesa, di Paolo Pedote

Recensione: 101 motivi per credere in Dio e non alla Chiesa, di Paolo Pedote

Libri Recensione di Andrea Pistoia. 101 motivi per credere in Dio e non alla Chiesa di Paolo Pedote (Newton Compton). Un libro che dimostra una volta di più come Chiesa e spiritualità siano due realtà spesso agli antipodi.

Come si evince dal titolo, è un libro diviso in tanti brevi capitoli (per l’appunto, centouno) dove si vanno a trattare i temi più disparati sulla Chiesa e sul perché è meglio prendere le distanze da essa e da quella parola di Dio alterata ad hoc da presunti uomini di fede che l’hanno chiamata in causa per alimentare l’odio, per arricchirsi e per sottomettere le popolazioni.
Ma di cosa tratta, nello specifico?

Delle centoun controversie che orbitano intorno alla religione cristiana.

Dalle incongruenze storiche ai fatti di cronaca, dalle ipocrite “Fate quello che dico non fate quello che faccio” a tutto ciò che rende la Chiesa più uno stato fondato sul Dio Denaro che non sulla spiritualità. E ancora, si passa attraverso i temi più disparati, dalle crociate “minori” contro gli eretici europei che contestavano la ricchezza della Chiesa ai personaggi scomodi come Giordano Bruno, da Papa Giovanni Paolo I al rapporto discutibile tra Vaticano e Hitler durante la seconda guerra mondiale, dall’inquisizione al perché certe decisioni della Santa Sede hanno ragioni più politiche ed economiche che religiose e divine, dalle antenne di Radio Maria, che possiedono i ripetitori più potenti, e pericolosi, del mondo alla crociata dei sacerdoti contro Harry Potter e Halloween.

Leggi anche A cura di Silvia Pattarini | Intervista a Harry Potter, dai libri di J. K. Rowling

Senza contare che Paolo Pedote va a toccare anche delicati argomenti attuali, quali l’utero in affitto, i preti pedofili impuniti o le innumerevoli proprietà della Chiesa concesse a peso d’oro.

E con il proseguo della lettura, si scoprono persino delle informazioni (documentate e pubblicate) di cui i telegiornali nazionali non hanno mai neppure accennato (per ragioni evidenti).
Paolo Pedote sfrutta questi motivi per poter indurre il lettore a compiere delle riflessioni profonde, porsi delle domande esistenziali e giungere a delle considerazioni sconvolgenti. Lo fa non tanto con l’intento di convertire il credente all’ateismo quanto per mettere i puntini sulle i, sui panni sporchi che la Chiesa ha cercato, e cerca tuttora, di nascondere o di far passare per farneticazioni di un pazzo.
In definitiva, una lettura interessante e a tratti sconvolgente, scritta, a seconda del contesto, in modo drammatico, acuto, ironico, provocatorio, dissacrante e polemico.
Un libro che, con le sue numerose prove incontestabili e facilmente documentabili, dimostra una volta di più come Chiesa e spiritualità siano due realtà spesso agli antipodi. È quindi adatto a tutti coloro che si pongono domande scomode e desiderano ricevere verità concrete e realistiche, a costo di rivalutare ciò in cui hanno sempre creduto fino a ora.


101 motivi per credere in Dio e non alla Chiesa

di Paolo Pedote
Newton Compton
Saggio | Inchiesta
ISBN 978-8854116696
Cartaceo 11,00 €
Ebook 5,99€

Sinossi 

Milioni di italiani si dicono "credenti" (per la precisione l'89% della popolazione) mentre non moltissimi italiani credono così fervidamente alla Chiesa (i praticanti sono circa il 22% del totale). Questo libro indaga questa frattura con ironia e disincanto, regalandoci riflessioni e risate, aneddoti, storie misteriose e una sana dose di indignazione. D'altronde se la nostra penisola pullula di madonne lacrimanti sangue, di apparizioni misteriche, di profeti visionari, di santi e beati, e l'accusa di essere "laicisti" è considerata il massimo dell'offesa per i nostri politici, allora da qualche parte bisognerà pur cominciare per mettere le cose a posto.
Andrea-Pistoia

Andrea Pistoia
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Potresti anche iscriverti all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati o semplicemente offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti ad insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità