Gli scrittori della porta accanto

La Crisi, fra tormenti e rinascita: il nuovo album di Il Cervello e I Flussi di Coscienza

La crisi, fra tormenti e rinascita: il nuovo album di Il Cervello e I Flussi di Coscienza

Musica Di Rosanna Costantino. La crisi, fra tormenti e rinascita: il nuovo album di Il Cervello, giovane artista campano del panorama musicale indipendente, in collaborazione con la band I Flussi di Coscienza.

Non è facile fare la differenza tra un mare di proposte musicali sfornate ogni giorno a un ritmo quasi insostenibile per l’ascoltatore. Il rischio di essere accantonati o di essere sommersi da nomi più sponsorizzati è alto. Inoltre, c’è sempre l’insidia dell’ovvio, del provincialismo italiano e del già sentito dietro l’angolo.
Nel panorama musicale indipendente spicca Il Cervello, alias Antonio Preziosi, un giovane artista campano che riesce a elevare la sua arte a una livello di gran lunga superiore alle solite canzonette.

Nel nuovo disco di Il Cervello, La Crisi, uscito il 25 novembre 2021, c’è tutto un universo di elementi psicologici che si intersecano a componenti magiche ed esoteriche.

Le parole, scritte interamente da Preziosi stesso su musica di Francesco Carpentieri e Saverio Russo al basso, sono impregnate delle passioni del suo autore, magia, tarocchi, arte, mitologia, musica new wave, pop internazionale, elettronica, The Cure, Joy Division, Bring Me The Horizon, ma soprattutto di band che fanno crossover fra rap e rock, tra tutte i Linkin Park. Le influenze della band californiana emergono nel rap deciso e inquieto di Preziosi, nonché nei suoi scream intonati e catartici.
Il Cervello cerca continuamente la redenzione attraverso una mescolanza unica di razionalità e irrazionalità. La Crisi arriva dopo l’EP del 2018, La Spirale, e vede la preziosa collaborazione della band di supporto, I Flussi di Coscienza, formata nel 2019, e composta da Luciano Rella, Francesco Carpentieri, Carmine Di Giacomo. I ragazzi si sono esibiti, tra gli altri live, anche a San Remo Rock 2021, riscuotendo un buon successo di pubblico.

Il Cervello e I Flussi di Coscienza e la cover dell'album La Crisi

La crisi si apre con un intro strumentale dal titolo L’Inizio, appunto, che guida l’ascoltatore verso una progressione musicale ed emozionale, fatta di chitarre e suoni elettronici.

Fa da apripista alla title track che snocciola il tema centrale del disco ispirato al mito di Atlante che sorregge tutti i mali del mondo sulle sue spalle. Oggigiorno accade sempre più spesso di assorbire la negatività degli altri e di finirne poi inevitabilmente schiacciati. Preziosi denuncia questo stato di cose, che, alla lunga, risulta nocivo per se stessi e per chi ci sta accanto.
Come accennato nell’intro, c’è un buon bilanciamento fra un gradevole uso di chitarre, musica elettronica e melodica. Oltre a dei potenti scream che nulla hanno da invidiare a grandi cantanti metal stranieri.

Il brano successivo, Vedova Nera, è costruito su una musicalità e un ritmo assolutamente irresistibili e orecchiabili.

È un motivo che rimane nella testa al primo ascolto e che è impossibile non canticchiare nel corso della giornata.
Il testo è un piccolo capolavoro, con passaggi davvero notevoli: «Eri la mia luce in mezzo a un mare di dolore. Pensavo mi salvassi invece di percuotermi».
Maelstrom non è da meno, con un intro di chitarre trascinante, il rap veloce de Il Cervello e un ritornello più morbido. Non mancano scream rivolti a quel vortice maligno che risucchia tutto: il male, ma soprattutto il bene delle persone. Emerge la volontà di liberarsi dai propri demoni interiori. «Il tuo mondo non è vero. Vai via da me», rimane in testa e fa bene all’anima ripeterlo insieme al cantante.
Le atmosfere sonore cambiano in Eterni Rivali, ma il messaggio è sempre molto incisivo: «È tempo per me di rispetto». Non credo ci sia dichiarazione d’amore più bella per se stessi.
Il brano strumentale Interlude è quella coccola a metà disco di cui si ha bisogno per traghettarsi verso Eclissi, canzone decisamente rock che, per qualità, può essere accostata alle grandi band a cui si ispira. Il brano vede la partecipazione di Federico Lobello, con una performance brillante che fa prendere una sterzata melodica al ritornello.

Come un film d’amore è una ballata sulla delusione e la disillusione, in linea con la visione generale cruda e disincantata del cantautore.

Il disco si chiude con Berlino e la sua versione strumentale, notevole per la commistione tra un ritmo quasi tecno e interessanti sonorità pop. «Crollano, i muri crollano. Crollerai, crollerò», tra spiccate metafore e dolorose verità.
La copertina è stata curata da un famoso fumettista spagnolo Miguel Angel Martin – artista molto apprezzato da Antonio Preziosi – e ritrae Il Cervello con in mano i suoi immancabili e magici strumenti creativi.
La Crisi è disponibile su tutte le piattaforme digitali e a settembre 2022 anche in cd e vinile.
È un disco che mi sento di consigliare per l’universo originale e sicuramente interessante che si apre davanti. Dentro si possono cogliere tutti i molteplici e vari riferimenti cinematografici, letterari e musicali del cantautore. È un buon rap-rock italiano, autentico, sanguigno, profondo, sfacciato, arrabbiato, ma anche pienamente consapevole e maturo.

Il Cervello

Il Cervello & I Flussi di Coscienza

Il Cervello


Rosanna Costantino

Rosanna Costantino
Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi, il tuo feedback è davvero importante per noi. Oppure potresti iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti, o all'Associazione Gli Scrittori della Porta Accanto APS, per usufruire di promozioni e contenuti dedicati. Oppure potresti offrirci un caffè e sostenere il nostro lavoro. Te ne saremmo davvero grat*.

About Davide Dotto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
    Commenta con Blogger
    Commenta con Facebook
0 commenti

Posta un commento

Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stato bene in nostra compagnia, perché non ci lasci un commento? Grazie!

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Novità editoriali


Pubblicità