• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

“I mercanti dell’Apocalisse” di L.K. Brass, recensione di Tiziana Viganò

I mercanti dell’Apocalisse” di L.K. Brass, Giunti, 2016, dal self publishing al successo editoriale.

La vita di un uomo geniale e brillante, di successo, è travolta dalla distruzione della sua famiglia in un disastro aereo e, mentre faticosamente sta rimettendo insieme i cocci della sua vita, un incidente subacqueo gli rivela che è la vittima predestinata di un complotto. Lo salva un dono speciale che scopre di avere, la capacità di prevedere gli avvenimenti: premonizione, sesto senso, chissà, ma gli sarà utilissimo quando scoprirà vere le analisi dell’economista prof. Mc Gregor sui movimenti anomali del mercato finanziario e verrà a trovarsi nel bel mezzo di una strategia diabolica, di un’Apocalisse finanziaria che potrebbe distruggere la BCE e mandare in default le economie di molti paesi occidentali. Giungendo a colpire anche la più piccola pedina del sistema, ognuno di noi. Siamo nel 2008, inizio della crisi economica e finanziaria mondiale.
L.K.Brass descrive il protagonista, Daniel Martin, con la sua umanità sofferta e richiusa su se stessa, con le mille facce, i travestimenti e le identità diverse che assume durante la narrazione, un uomo con un talento indiscutibile di geniale matematico che capisce i meandri oscuri e perversi che si celano dietro le facciate a specchio dei moderni grattacieli dell’alta finanza globalizzata e dietro ignoti computer sparsi per il mondo.
Ormai tutti siamo convinti che questa domini il mondo con i suoi intrighi, le manovre speculative, il movimento di masse immense di denaro che da circuiti virtuali, solo con un click, come in un gioco d’azzardo mostruoso, possono vagare per vie e con mezzi che però noi cittadini del mondo possiamo solo immaginare. Dove il solo dio è il denaro la potenza è immensa, la mancanza di scrupoli e la volontà di distruggere tutto quello che si frappone agli obiettivi lascia scie insanguinate: “oggi la finanza viene regolata da meccanismi a sé stanti e avulsi dalla realtà… lo sviluppo incontrastato dei mercati finanziari porta a sempre maggiori rischi di instabilità”.
Lo scrittore, che è un esperto, con parole semplici e comprensibili rivela meccanismi estremamente complicati, dando a noi profani qualche idea in più sui “mercanti dell’Apocalisse”, finanzieri senza scrupoli purtroppo pericolosamente reali: dietro lo pseudonimo L. K. Brass si cela un ingegnere nucleare e un consulente in sistemi informativi finanziari, capace di entrare in dettagli tecnici, che sa anche cambiare i tanti scenari della sua opera rimanendo sempre credibile, perché nelle città europee che descrive ha davvero vissuto a lungo. La verosimiglianza del testo è uno dei fattori che rendono un testo godibile fino in fondo e lo scrittore narra fatti, luoghi, particolari che conosce bene: una garanzia di alta qualità.
Avvincente thriller d’azione, dopo una prima parte dedicata al preludio con la storia personale del protagonista e una seconda parte centrata su geniali procedure di spionaggio informatico per contrastare le manovre atte ad affondare la BCE, sfocia in un finale che è un turbine di inseguimenti travestimenti, pericoli in agguato, colpi di scena durante la fuga interminabile che vede Daniel e la sua nuova compagna Anna Laine, collaboratrice preziosa ed esperta operatrice finanziaria, che risuscita in lui la capacità di amare.
Con la sua opera prima in self publishing “Il deal dell’Apocalisse” (2014) L.K Brass ha dimostrato che si possono scalare con questo sistema le classifiche di Amazon e degli store online sempre che l’opera sia convincente e appassionante. Ma la Giunti ha fiutato il talento e pubblicato “I mercanti dell’Apocalisse” (2016) che riprende la trama del precedente e lo sostituisce: dopo il seguito “Fine dell’oblio” mette in attesa i lettori per la fine della trilogia e per un quarto romanzo già in cantiere.
Ai fans dello scrittore non resta che aspettare con ansia questi due nuovi testi.

Un complotto che sta dissanguando la BCE, un uomo dimenticato da anni che lotta per ottenere risposte. Spionaggio, speculazioni finanziarie e colpi di scena in un mystery ad altissima tensione.
I Mercanti dell'Apocalisse, il primo romanzo thriller di L.K. Brass ambientato nel mondo spietato dell'alta finanza dove nessuna legge vale per contrastare le azioni di operatori finanziari pronti a tutto per raggiungere i loro scopi.
Daniel, geniale matematico, ha raggiunto il successo e tutto ciò che un uomo può desiderare, ma una breve telefonata cambierà la sua vita per sempre. Una terribile sciagura aerea e un attentato da cui si salva quasi per miracolo gli fanno capire di essere rimasto invischiato in qualcosa di oscuro e mortale. L’unico modo per proteggere se stesso e la figlia Isabel, la sola della sua famiglia a essere sopravvissuta, sarà scomparire. Anni dopo, vivendo sotto falso nome alla ricerca di chi gli ha distrutto la vita, si imbatterà in una nuova scia di morte e in un complotto che sta dissanguando la BCE e le economie europee. Con l’aiuto insperato di una giovane e brillante operatrice finanziaria, Daniel lotta per ottenere risposte. Fra spionaggio informatico, prodigiose fughe con la macchina e abili travestimenti, riuscirà a ricomporre tutte le tessere di quell’inquietante mosaico?
Denaro, amore, intrighi e speculazioni si intrecciano in un thriller finanziario che ci terrà incollati fino all'ultima pagina.




di L.K. Brass | Giunti Thriller finanziario
ISBN 9788809814141 cartaceo 6,80€  Acquista ebook 4,99€  Acquista


di Tiziana Viganò
Le idee migliori per scrivere, gli incipit e i finali si insinuano nella mia mente in quell’ora del mattino che precede di poco il risveglio, come nella nebbia, mentre sono ben sveglia quando in cucina mi diverto a inventare ai fornelli e sperimentare intrugli con erbe e spezie. Viaggiare è la mia passione e il mondo delle donne sta al centro dei miei interessi di scrittrice.
Come le donne, Editrice Monti.
Milano in 100 parole, Giulio Perrone Editore.

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!

Gli Scrittori della Porta Accanto Edizioni

"ChiaroScuro", silloge poetica de Gli scrittori della porta accanto

Collana Gli scrittori della porta accanto per StreetLib A dicembre 2016, il gruppo si affaccia all'editoria indipendente, appoggiandos...