• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

Quando la terra trema... fiorisce la solidarietà! Intervista ad Andrea Franco, ideatore del progetto #IoScrivoPerVoi, di Loriana Lucciarini

terremoto-io-scrivo-per-voi

#ioscrivopervoi, un ebook per aiutare la popolazione colpita dal sisma, un progetto di Andrea Franco che coinvolge 285 autori.

Dopo il terribile terremoto che si è scatenato il 24 agosto 2016 nelle terre tra Accumoli, Amatrice, Pescara e Arquata del Tronto, tanta è stata la solidarietà espressa dagli italiani a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma. Raccolta fondi, di generi di prima necessità. Protezione civile, singoli cittadini, Onlus e Associazioni si sono mobilitate, arrivando in loco con tende e assistenza, una mare di iniziative generose e encomiabili.
Fra queste oggi vi voglio parlare di #ioscrivopervoi.

Io scrivo per Voi” è un'iniziativa letteraria. 

Una raccolta di racconti (tanti, per la precisione 285), di vari generi, di penne famose e meno famose, che accomuna chi ne fa parte a un unico obiettivo: aiutare le persone colpite dal terremoto, mettendo a disposizione la propria arte (lo scrivere, appunto) per raccogliere fondi da destinare a progetti concreti.
L'ideatore, curatore e promotore è Andrea Franco, scrittore Mondadori, che – come spesso ama ripetere egli stesso – ci ha “messo la faccia”, cioè ha deciso di rendere operativo questo progetto, prendendosi gli oneri e le responsabilità di ragguagliare in modo trasparente tutti coloro che l'hanno sostenuta, con costanti aggiornamenti circa i risultati raggiunti e alle iniziative che verranno finanziate con i fondi raccolti.
Un modo per garantire trasparenza e correttezza, in un ambito dove fin troppo spesso hanno fatto scalpore iniziative di beneficenza clamorosamente trasformatesi in truffe organizzate ai danni della generosità delle persone.

Ecco nel dettaglio il progetto #IoScrivoPerVoi: i numeri e le prospettive di questa iniziativa letteraria.

Io-scrivo-per-Voi-ebook
Andrea Franco è l'ideatore del progetto che in pochissimi giorni è riuscito per far nascere l'ebook: adesione, ricezione testi, impaginazione, revisione testi e creazione della copertina. Il tutto in tempi da record!
  • 285 scrittori per 285 racconti
  • 3 milioni di caratteri e un totale di 2.000 pagine, che può essere acquistato al costo di soli 2 euro (ma c'è anche la possibilità di devolvere cifre maggiori)
  • al 28 ottobre, 500 ebook venduti e 3.700 euro raccolti
  • 50.000 condivisioni social
  • Un unico link per acquistare il libro
I collaboratori al progetto sono stati (raccolta testi, impaginazione, grafica, ebook e web): Destinazione Libri, Roberta Martinetti, Elena Coppari, Barbara Boggio, Pia Barletta, Lucia Guida, Luca Di Gialleonardo, Strumm, Enrica Aragaona, Francesco Spiedo, Alessia Lini, Stefano Caso, Ludovica Grandinetti, Lara Bellotti, Elio Marracci, Diego Matteucci, Paolo Leonelli, Gioia Monte, Lorena Carella, Fabio Ancarani, Flavia Fedele, Ilaria Rocchi, Laura Apollonio, Cora Graphics, Cristiano Iacoangeli.


Oggi abbiamo qui con noi, nel webmagazine de Gli Scrittori della Porta Accanto, Andrea Franco, per una breve intervista.

Andrea è colui che ha reso possibile questa iniziativa e questa mattina, 31 ottobre, alle ore 7,30 è apparso su Rai 3 durante la trasmissione “Buongiorno Regione”.

Andrea-Franco
Ciao Andrea, grazie per essere qui, nonostante i mille impegni tra qui proprio questo di #IoscrivoperVoi. Intanto un applauso per aver ideato una bella iniziativa di solidarietà, importante e che condividiamo con entusiasmo. Iniziamo con le domande: Perché e come è nata l'iniziativa?
L'iniziativa nasce da un senso di impotenza che volevo mettere a tacere, perché il terremoto è qualcosa di così grande da renderci piccoli piccoli. Così ho pensato che ognuno doveva e poteva partecipare con quello che aveva, non solo con gli sms ufficiali. Io sono uno scrittore e ho pensato ai racconti, perché questo penso di saper fare e questo ho, di mio, da donare

Come l'hai attuata?
Ho sfruttato anni di contatti e ho pubblicizzato l'idea sulla mia bacheca facebook. In pochissimo tempo si è diffusa a macchia d'olio e ho ricevuto centinaia di messaggi e mail con proposte di collaborazione. Tutti hanno aderito volentieri, donando quello che avevano, un racconto qualunque, senza limitazioni di genere o tema. La beneficienza si fa così, ci si spoglia di qualcosa che si ha e si regala. L'iniziativa mi ha letteralmente sommerso, con somma felicità!

Quali scopi si prefigge?
Non solo uno scopo economico, perché quello che possiamo fare noi con la cifra raccolta (poco meno di 4000 euro) è quasi insignificante. Però possiamo sensibilizzare la gente, rendere tutti più vicini, far vedere a chi è in difficoltà che non ci dimentichiamo di loro. Insomma, la cosa importante non è nei soldi raccolti, ma nell'unione, nella fratellanza. Sapere che c'è qualcuno pronto a tenerti la mano rende le difficoltà più lievi, anche se non risolve tutti i problemi.

Quali sono gli obiettivi fin qui raggiunti?
Cifra raccolta circa € 3700, circa 500 copie vendute, migliaia di condivisioni, oltre 50.000, un numero che fa impressione. Siamo stati così bravi da farci notare anche dal mondo della tv, infatti il giorno 31 siamo stati invitati a parlare dell'iniziativa in diretta su rai3 al programma Buongiorno Regione. L'obiettivo raggiunto è stato quello di sentirci utili e far sentire la vicinanza, quello che tutte le persone, ogni giorno, dovrebbero fare, non solo nei momenti delle disgrazie.

Cosa realmente realizzerete?
Probabilmente compreremo i libri per una scuola o per un edificio comunale, allestendo parte di una biblioteca. Non molto, perché con la cifra raccolta non si possono fare miracoli, ma vogliamo dare una speranza di rinascita, contribuendo con qualcosa di concreto. Probabilmente a breve chiederò ancora l'aiuto di tutti, perché comprare libri va bene, ma se altri arrivassero gratis sarebbe ancora meglio. Poi, quando avremo tutto, organizzeremo un gruppo per andare sul posto e consegnare alle autorità il frutto del nostro lavoro.

Grazie Andrea per tutte le informazioni dettagliate e puntuali. Ti invitiamo a tornare, se vorrai, per raccontarci come procede questo bel progetto che, ovviamente, invitiamo a sostenere! In bocca al lupo e a presto!


Loriana Lucciarini
Impiegata di professione, scrittrice per passione. Spazia tra poesia e narrativa. Molte pubblicazioni self e un romanzo “Il Cielo d'Inghilterra” con Arpeggio Libero. E' l'ideatrice e curatrice delle due antologie solidali per Arpeggio Libero, la prima di favole per Emergency “Di favole e di gioia” nonché autrice con la fiaba “Si può volare senza ali” e la seconda di “4 Petali Rossi – frammenti di storie spezzate”, racconti contro il femminicidio per BeFree. E' fondatrice e admin di “Magla-l'isola del libro”

About Stefania Bergo

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!