• Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • I libri dei nostri collaboratori

  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scritri della accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto
  • Gli scrittori della porta accanto

In primo piano

[Cinema] "La bella e la bestia", il film: il ritorno di un grande classico Disney, di Lara Zavatteri

la-bella-e-la-bestia-2017-disney-film

A marzo torna al cinema un grande classico: La bella e la bestia della Disney, il film, con Dan Stevens ed Emma Watson, da Ermione alla Bella principessa.

Era il 1991 quando la Walt Disney incantò il pubblico dei bambini (e non solo) con la magia di una fiaba come La Bella e la Bestia. Sempre la Walt Disney torna a proporre la favola, ora non più in versione cartone animato, bensì un film vero e proprio che sarà proiettato al cinema la prossima primavera, pare per il mese di marzo. 
Cos'ha a che fare la temibile Bestia con il serial Downton Abbey? Nulla si direbbe. E invece... sorpresa! A impersonare l'uomo tramutato da un incantesimo in una bestia pelosa e orrenda sarà nientemeno che Dan Stevens, ovvero l'attore che prestava il volto a Matthew, proprio nel serial inglese. Al suo fianco l'attrice Emma Watson, che sarà Belle. 
Per chi ancora non la conoscesse, la trama segue la versione del 1991, con Belle, ragazza bellissima e intelligente, amante dei libri, che per salvare il padre, fatto prigioniero dalla Bestia in un castello (a proposito, il padre sarà Kevin Kline) si offre volontaria per prenderne il posto. In tal modo crede di salvare la vita al padre Maurice, invece cambierà la sua, quella della Bestia e di tutti gli abitanti del castello. Già, infatti, quando alla Bestia è stato fatto il sortilegio, tutto il castello è diventato magico. I servitori hanno perso le loro sembianze umane per diventare armadi, specchi, teiere parlanti (nella versione del 1991, Mrs Brick era doppiata da Angela Lansbury, La signora in giallo), o candelabri, come il francese Lumiere, sempre in rotta con l'orologio Tockins. Belle, sacrificando se stessa, pian piano scopre che dietro la Bestia e il suo aspetto si nasconde un uomo che ha imparato dai suoi errori, che sa amare, essere gentile e grazie a questa rivelazione tutto cambia. 

la-bella-e-la-bestia-film-2017

Nel 1991 La bella e la bestia fu anche uno dei primi esperimenti, con i cartoni animati, di ricostruzione al computer, come il gigantesco e sfarzoso salone dove ballano insieme Belle e la Bestia.
Per chi ha amato quel film, nel 2017 l'occasione è quella di rivederlo, non più nel genere animato, ma sempre con lo stesso incanto che caratterizza questa fiaba che, almeno dal trailer, pare non abbia tolto nulla alla versione degli anni Novanta. Anzi, questo classico ritorna in gran spolvero per far continuare a sognare e a credere nel bello e nel bene, anche quando si nasconde dietro un aspetto sgradevole, anche quando nessun altro riesce a scorgere bellezza, con Belle che è anche una lettrice accanita e che nella biblioteca del castello troverà una sorta di Paradiso del lettore.

la-bella-e-la-bestia-film-2017

Un film da non perdere!



Colgo l'occasione per segnalare anche questo audio libro della fiaba, per bambini da 4 anni in su.

adiolibro

La Bella e la Bestia

In audiolibro la versione originale de "La Bella e la Bestia", nella traduzione di Carlo Collodi, il papà di Pinocchio, che ha ispirato i film Disney, e di Jean Cocteau. Una meravigliosa storia classica sul valore universale dell’umanità. 
La celeberrima fiaba di Bella che scopre le virtù del principe-bestia perché riesce a vedere oltre le apparenze.
E inoltre: "Enrichetto dal ciuffo" di Charles Perrault e "L'uomo e la sua immagine" di La Fontaine. Tre fiabe senza tempo per raccontare ai bambini il valore della bontà e della sincerità, qualità di gran lunga più importanti dell'apparenza e dello sfarzo.
Età di lettura: da 4 anni.

di Jeanne-Marie Leprince de Beaumont, Jean de La Fontaine, Charles Perrault
Alfaudiobook Audiolibri | Racconti per bambini
ASIN 9788896835029 | Audiolibro 12,50€


Lara Zavatteri
Classe 1980, vive e lavora nel paese di Mezzana in val di Sole (Trentino). Iscritta all'Ordine nell'elenco dei pubblicisti dal 2000, scrive articoli di cultura, ambiente e attualità locale. È anche blogger e autrice di libri.
Guardando le stelle, Un cane di nome Giuliano, Risparmia Subito!Amici per sempreCuor di Corteccia, Sopravvissuti, Agata, Youcanprint.
Reset, Photocity.it.
La strada di casa, Edizioni del Faro.

About Valentina Gerini

Il blog culturale degli scrittori emergenti: letteratura, webmagazine, travel&living, arte, promozioni speciali e servizi editoriali.
    Blogger Comment
    Facebook Comment
    G+ Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ti è piaciuto questo articolo? Allora faccelo sapere, il tuo feedback è per noi prezioso, grazie!