Gli scrittori della porta accanto

Recensione: La notte delle statue, di Marco Vichi

Unire la fantasia smisurata e coinvolgente dei bambini, alle opere d'arte presenti in uno dei giardini più vasti e affascinanti d'Italia é stata un'idea geniale. Aggiungere a ciò un velo di commozione, di rimpianto e di malinconia rende il racconto lungo "La notte delle statue" di Marco Vichi, con le illustrazioni di Francesco Chiacchio, un volume non soltanto adatto ai bambini, ma piacevole e interessante anche per coloro che hanno superato l'infanzia da qualche lustro.
A chiudere il cerchio le meravigliose illustrazioni in chiaro scuro di Chiacchio, che rivelano, senza svelare del tutto, il mondo surreale descritto dallo scrittore fiorentino.
Abile, come suo solito, nella descrizione dei luoghi, la realtà cede in quest'opera il posto all'altrove onirico, tipico delle scritture surrealiste e la mente di un bambino appare come luogo ideale dove la fantasia, il sogno e la realtà possano mischiarsi fino ad apparire tangibili e condivisibili.
Gigo, un bambino sensibile, narra allo scrittore di una meravigliosa avventura vissuta all'interno del Giardino di Boboli, nel centro di Firenze, dove si era recato con la madre. Dopo essersi perso tra i viali delimitati da siepi, si addormenta e la sua avventura ha inizio, tra voli pindarici, scoperte ed emozioni contrastanti, che lasciano nel lettore un sorriso amaro, sorretto da una lieve malinconia.
Sebbene avessi visitato molte volte il Giardino di Boboli prima di leggere il racconto, tornarci dopo aver conosciuto le "sciocchine", il cavaliere, ma soprattutto Pegaso, mi ha permesso di scoprire un lato di quelle statue dal gusto neoclassico nascosto e meraviglioso al contempo.




Firenze, un parco immenso e labirintico, un bambino che si è perso si addormenta. Intorno a lui si anima un mondo fatto di statue dalle forme più strane, fontane giganti, alberi altissimi e piante mai viste. 
Fanciulle magnifiche danzano ridendo, un uomo molto grasso e nudo avanza seduto sul dorso di una tartaruga, un cavallo alato prende il bambino in groppa e lo porta con sé nel cielo stellato, sempre più in alto, sopra la città, verso la luna.
Un Giardino di Boboli magico e pieno di incanto fa da sfondo a una storia poetica e suggestiva, un mondo segreto fatto di sogni e desideri che rinascono a ogni tramonto e si assopiscono ogni mattina. 

Un’avventura fantastica raccontata da Marco Vichi, abilissimo creatore di atmosfere, sullo sfondo di uno dei luoghi simbolo della cultura italiana.




di Marco Vichi  | Salani Editore | Narrativa per ragazzi  8+ 
ISBN  9788867155149  | cartaceo 11,05€  Ibs ebook 4,99€  Ibs   


Gianna Gambini


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla NEWSLETTER SETTIMANALE per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti offrirci UN CAFFÈ o sostenerci acquistando i GADGET ispirati ai nostri libri. Te ne saremmo davvero grati!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo, il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Tuttavia, verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Parole chiave


Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Repubblica Dominicana




Libri in evidenza