Gli scrittori della porta accanto

7 poesie per dire no alla violenza sulle donne

No alla violenza sulle donne | Volto di donna

Poesia Di Stefania Bergo. Da Alda Merini alle scrittrici della porta accanto: sette poesie per dire no alla violenza sulle donne. Alzare la voce per gridare NO, arrivando dritti al cuore senza passare dai sensi.

Di donne hanno scritto in tanti.
In epoche diverse e con diversi intenti.
Libri, poesie.
Versi devoti e romantici, di venerazione e amore. Ma anche versi affranti di dolore devastante.
Poeti noti e meno noti. Alda Merini, Sibilla Aleramo. Ma anche Tamara Marcelli, Renata Morbidelli, Liliana Sghettini, Ilaria Biondi e Carla de Falco.
La forza della poesia, intensa e senza vincoli, sa esprimere con tutta la detonazione di un verso la rabbia, il dolore e l'affermazione di sé, contro la violenza sulle donne.
Oggi. Sempre.
Alzare la voce per gridare NO, arrivando dritti al cuore senza passare dai sensi.

Elogio alla morte

di Alda Merini

Resto immobile e in silenzio.
Se la morte fosse un vivere quieto,
un bel lasciarsi andare,
un'acqua purissima e delicata
o deliberazione di un ventre,
io mi sarei già uccisa.
Ma poiché la morte è muraglia,
dolore, ostinazione violenta,
io magicamente resisto.
Che tu mi copra di insulti,
di pedate, di baci, di abbandoni,
che tu mi lasci e poi ritorni senza un perché
o senza variare di senso
nel largo delle mie ginocchia,
a me non importa perché tu mi fai vivere,
perché mi ripari da quel gorgo
di inaudita dolcezza,
da quel miele tumefatto e impreciso
che è la morte di ogni poeta.


8 dicembre 1916

di Sibilla Aleramo

Rose calpestava nel suo delirio
E il corpo bianco che amava.
Ad ogni lividura più mi prostravo,
oh singhiozzo, invano, oh creatura!

Rose calpestava, s’abbatteva il pugno,
e folle lo sputo su la fronte che adorava.
Feroce il suo male più di tutto il mio martirio,
ma, or che son fuggita, ch’io muoia del suo male!


Buio

di Tamara Marcelli

Quel sole che non riesce a mostrarsi
Chiuso dentro

Pesante
Parole
Aliti di vento
Lacrime di silenzi
Nessun sorriso

Aspettare una melodia
Una nota
racchiusa
nascosta
una musica che annienti quel silenzio
forzato
Quel buio che soffoca

Essere e basta

Aria

Acqua chiara
sembra di volare

Paure lontane
Senza un perché

Portami via

Dove tutto è musica
dove c'è la mia melodia
Dove basta un sorriso
per voler respirare

ancora


Senza te!

di Renata Morbidelli

Resto immobile e in silenzio.
Anche se è amaro il mio sorriso,
ti guardo negli occhi e rido!
È finito il tempo delle lacrime,
delle notti passate a pensare
di essere io quella sbagliata,
di meritarmi i tuoi insulti e
tutto quel dolore
che mi hai inferto
nel corpo e nell'anima!
Ci sono segni,
fuori e dentro di me,
che non andranno più via,
ma se prima me ne vergognavo,
se tendevo a nasconderli,
ora li mostro senza vergogna!
Non mi fai più paura!
Non mi toccano le tue parole,
piene di disprezzo e di odio!
Non mi sfioreranno più le tue mani,
che non hanno più carezze per me ...
e forse non ne hanno mai avute!
Mi sono guardata dentro
e,
al di là di tutto,
oltre il dolore e lo strazio,
ho visto me:
il fiore che sono
e me ne voglio prendere cura ...
senza te!


Donna

di Liliana Sghettini

Una lacrima scende sul tuo viso
per un vile schiaffo all'improvviso,
in gola un nodo stringe e fa capolino
e tu incredula fissi il tuo aguzzino.
Cosa mai avrai compiuto
per un tale affronto alla tua persona
che fragile, al dolore si abbandona.
E' un attacco alla tua dignità
che, stanne certa, per sempre,
ne soffrirà.
Ne avrai un altro e un altro ancora
se non reagisci all'umiliazione
urlando basta all'aggressione.
Lui vile, insicuro, parassita
vorrà presto attentar alla tua vita
e linfa in te cercare,
celando la sua ferocia
che d'improvviso potrà arrivare,
ricorda,
nessun tuo gesto può giustificare
violenza alla quale
doversi immolare!
Alzati donna ed urla il tuo dolore
pretendi rispetto come essere umano,
L'amore non è mai punizione
di chi si arroga il diritto di
imporre la sua frustrata ragione.


Vola

di Ilaria Biondi

Vola
mio cuore ebbro
lontano dalle gelide spine
di questo muto talamo
che solo
possedere
sa
un corpo disperso
inerte di silenzio.

Vaga
ove il vento sfiora
la piega molle
del giunco
e il pudico canto
della mite ginestra.

Ascolta
il limpido danzar
delle libellule
e non ti curare di questo ventre
che tenace
si nega, caparbio
nelle ore meste
dell’atroce consuetudine
all’infida insistenza,
mai sopita violenza.
Esso è fatto
di sangue e fuoco
e attendere saprà
l’ultimo plenilunio
quando il grido della tortora
annuncerà
l’ignara stagione
delle dorate farfalle.


la frana

di Carla de Falco

ed io cado.
spesso.
talvolta cedo. anche.
ho le anche stanche?
non credo.
tu, intanto,
non te la senti
di stare dietro
ai miei sentimenti.
indossi il giubbotto,
ore otto, scappi fuori.
e torno sola.
momento perfetto per cadere.
dono un amore che non imita amore,
roba che non sopravvive,
né muore.
non più desiderata,
sbadata, lussata, contusa
vivo confusa.
tanto ancora un po’ e dopo torni,
e mi ricambi le parole con i segni.
sei sempre più il mio luogo bello e vano
incomprensibile, impronunciabile alieno.


Stefania Bergo


Ti siamo davvero riconoscenti per il tempo che ci hai dedicato. Se sei stat* bene in nostra compagnia, che ne dici di iscriverti alla newsletter per restare sempre aggiornat* sui nostri argomenti? Oppure potresti sostenerci acquistando tazze letterarie, magliette, borse di tela, borracce e puzzle ispirati ai nostri libri o semplicemente offrirci un caffè. Te ne saremmo davvero grat*!
Oppure potresti lasciarci un commento per farci sapere che ne pensi di questo articolo (puoi commentare con Blogger o Facebook), il tuo feedback è davvero importante per noi.
NB: Gli autori non sono responsabili per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post. Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi della immagine o della onorabilità di terzi, razzisti, sessisti, spam o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy e, in ogni caso, ritenuti inadatti a insindacabile giudizio degli autori stessi.

About Gli Scrittori della Porta Accanto

Il webmagazine degli scrittori indipendenti.
0 commenti

Posta un commento

<< ARTICOLO SUCCESSIVO
Post più recente
ARTICOLO PRECEDENTE >>
Post più vecchio
Home page

Pubblicità
Prenota il tuo viaggio in Italia con Booking.com



Libri in evidenza


Pubblicità